Società

di Tommaso Ciccotti

Taslima Nasreen: ‘La maternità surrogata esiste perché ci sono donne povere’

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La maternità surrogata è possibile perché ci sono donne povere. I ricchi vogliono che la povertà rimanga per fare i propri interessi”. Con un tweet che sta facendo discutere l’India la scrittrice bengalese Taslima Nasreen - nota in tutto il mondo per le sue prese di posizione in favore dei diritti delle donne e contro ogni forma di estremismo religioso - è intervenuta in queste ore sul tema della maternità surrogata. E lo ha fatto a pochi giorni di distanza dall’annuncio da parte di Pryanka Chopra, una delle più note attrici di Bollywood, di aver avuto un figlio con il proprio compagno Nick Jonas attraverso la “maternità surrogata”.

La coincidenza non è passata inosservata, suscitando non poche reazioni tra gli utenti indiani di Twitter. Taslima Nasreen ha voluto però precisare che si tratta della sua posizione generale sull’argomento, “che non ha nulla a che fare con Pryanka e Nick che sono una splendida coppia”.

“Come si sentono queste madri - si chiede la scrittrice nei suoi tweet - quando ritirano i loro bambini già pronti attraverso la gestazione surrogata? Nutrono verso quei bambini gli stessi sentimenti delle madri che li hanno partoriti? Se avverti con tanta forza il bisogno di far crescere un bambino adottane uno abbandonato. L’idea che un bambino debba per forza ereditare i tuoi tratti è solo una forma di egoismo narcisistico”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

25/01/2022
1408/2022
S.Massimiliano M. Kolbe

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Se le nozze le fissa il commercialista

Nel 2015 i matrimoni sono aumentati, ma i divorzi sono schizzati in su con un +57% rispetto al 2014, evidentemente a causa della novella legge sul divorzio breve. Gli ospiti, con la leggerezza che si addice ad uno studio televisivo come questo, hanno sparato in libertà diverse impressioni personali sul tema: si è detto che sposarsi giovani è un male, perché il matrimonio è un impegno serio, per cui l’aumento dell’età media per convolare a nozze è una cosa buona; bisogna sposarsi quando arriva il momento giusto, salvo poi che questo momento giusto non lo sa definire nessuno.

Leggi tutto

Storie

I figli sono figli

Lui si arrabbia quando sente castronerie e luoghi comuni sulle adozioni. Ne ha passate troppe per starsene quieto, e poi e toscano. Lei è toscana quanto lui, e tra figli naturali e adottivi ne ha passate almeno altrettante, ma spesso
lo calma e lo riporta a miti consigli. Insieme offrono una bella testimonianza – informata, formativa e performante – sulla sfida di avere bimbi oggi

Leggi tutto

Politica

E la ripresa valoriale?

Niente per le famiglie numerose, nessuna politica per la natalità, nessun sostegno all’impresa di famiglia, nessuna politica per i giovani che vogliono metter su famiglia, niente sulla libertà scolastica e sulla possibilità di far scegliere ai papà e alle mamme la scuola dove mandare i propri figli: il “contratto di governo” di Lega e Movimento 5 Stelle si annuncia come uno scriteriato prospetto per varare (in deficit) il reddito di cittadinanza e la flat tax.

Leggi tutto

Storie

Storie di famiglie numerose e di adozioni

Adottare un bambino grandicello significa spesso affrontare con lui il dolore di abusi di vario tipo (fisici, psichici, sessuali), significa fare un grande lavoro di accoglienza e contenimento: attendere i tempi del bambino, cercare soluzioni creative, camminare con lui un tragitto doloroso, ma anche percorrere insieme la strada della rinascita. Questi ragazzi hanno una grande resilienza: se i genitori li accolgono completamente, li accettano e li amano (donandosi completamente a loro e non solo ‘percependo’ l’emozione dell’amore) in poco tempo i loro volti si trasformano, s’illuminano.

Leggi tutto

Politica

Una campagna condotta con passione

Parlare a tutti, non solo ai credenti, dare ai principi intangibili una valenza pratica e concreta, far capire che solo promulgando leggi buone ispirate alla tutela della vita, al sostegno alla famiglia naturale ne deriveranno conseguenze positive per tutti. Dire chiaramente che la battaglia contro la distruzione familiare e l’aborto non è roba da baciapile un po’ sfigati, ma è la strada maestra per recuperare il senso della dignità dell’essere umano, reso proprio dalla mentalità dello scarto un prodotto da usare e gettare al bisogno. Mentalità di cui ognuno di noi prima o poi potrà essere vittima

Leggi tutto

Politica

Mario Adinolfi, il cavaliere nero

Su Reteluna è uscita una lunga intervista, per chi è proprio molto curioso di alcuni dettagli sulla vita vita presente e passata di Mario Adinolfi: “Ho imparato che conta solo ciò che dura. Quanto alla visibilità, non l’ho mai cercata: mica ci guadagni nulla se finisci cento volte su Dagospia”.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano