Storie

di Nathan Algren

MALAYSIA - Le comunità cattoliche in aiuto delle persone colpite dalle inondazioni

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Le comunità cattoliche della Malaysia hanno iniziato a fornire aiuti umanitari e beni di prima necessità alle persone colpite dalle inondazioni verificatesi in Malaysia nel dicembre scorso. Ingenti danni si sono registrati in otto stati della Federazione della Malaysia, mentre da circa un mese oltre 125.000 persone sono sfollate, i morti sono 54 e due i dispersi. La vita di migliaia di famiglie è stata sconvolta. Molti hanno perso tutto, altri stanno cercando con fatica di riprendersi dal trauma e non hanno mezzi di sostentamento. Lo stato di Selangor, il più ricco del paese, è il più colpito dalle inondazioni; lo è soprattutto la cittadina di Shah Alam, dove case e veicoli sono stati sommersi dall’acqua, e sono forti i danni alle infrastrutture e alle proprietà pubbliche e private. All’indomani delle inondazioni, la Conferenza episcopale cattolica della Malaysia (CBCM) e la Caritas Malaysia hanno avviato un Fondo nazionale di soccorso per iniziative di aiuto e solidarietà. Le parrocchie e le comunità locali continuano a raccogliere fondi per soccorrere le persone colpite dalle inondazioni e i Vescovi hanno diramato un accorato appello in tal senso. “Il team del Disaster Relief Response, nella Caritas, sta condividendo informazioni per indicare le necessità e le priorità, in stretto contatto con parrocchie, congregazioni e realtà cattoliche, che hanno risposto con generosità” spiega Bernard Paul, Vescovo di Malacca-Johore e presidente di Caritas Malaysia. “I fondi raccolti vengono utilizzati per acquistare beni di prima necessità per le persone colpite e per gli sfollati accolti in varie parrocchie”,

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

25/01/2022
1208/2022
Ss Macario e Giuliano

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Serviva un presidente cristiano

Storica accoppiata presidenziale, mai l’Italia repubblicana ha avuto presidente del Consiglio e della Repubblica provenienti dalla stessa matrice partitica e culturale. Renzi e Mattarella vengono dal Ppi di don Sturzo e sono cattolici non all’acqua di rose

Leggi tutto

Politica

L’Argentina e l’aborto

Sembra provvidenziale questa retiterata volontà del Presidente argentino Macri di impedire la legalizzazione dell’aborto nel Paese sudamericano. Infatti, negli stessi giorni in cui il Capo di Gabinetto del Presidente della Repubblica Marcos Peña dichiara ufficialmente che, la depenalizzazione dell’omicidio del concepito nel grembo materno, «non è nei programmi» del Governo (cfr. Marcos Peña: “No está en agenda avanzar” con la legalización del aborto, “La Nación”, 22 de noviembre de 2016), il Nobel per la Letteratura Daniel Mantovani (“El ciudadano ilustre”), descrive un Paese alla ricerca delle proprie «radici europee» e «di una forte e coesiva identità nazionale» (cit. in L’Argentina, un Nobel in ritardo e la ricerca dell’identità nazionale, “Il Corriere della Sera”, 23 novembre 2016, p. 41). E quali possono essere queste “radici europee” se non quelle dell’umanesimo cristiano? Nella vigente Costituzione argentina del resto il Parlamento è chiamato fra l’altro a «dettare un regime di sicurezza sociale speciale» per il bambino anche «durante la gravidanza» (art. 75, co. 23). Per l’ordinamento nazionale appunto l’aborto è ammesso solo in caso di pericolo di vita, stupro o grave pregiudizio per la salute fisica della donna.

Leggi tutto

Chiesa

GRILLO E AVVENIRE, ADINOLFI (PDF): M5S È OPPOSTO ALLA CHIESA

Ma cosa hanno in comune la Chiesa ed il Movimento Cinque Stelle. Divergenze di opinioni in corso.

Leggi tutto

Chiesa

Obbedienza e virtù

La nostra civiltà complessa è fatta di corpi intermedi che si reggono sul principio di autorità. E ciò esige che le decisioni siano centralizzate, e che la struttura organizzativa abbia una funzione esecutiva. Ma per eseguire non occorre pensare. Per fabbricare bombe al fosforo non occorre pensare. Basta eseguire i compiti assegnati. Sicché, se Eichmann fu colpevole, furono colpevoli allo stesso modo tutti coloro che resero possibili, con la loro obbedienza acritica, quelli e/o altri crimini.

Leggi tutto

Politica

Che fare ora che i fatti sono chiari

I risultati di Gela – dove il PdF ha raccolto un 5,64 alle amministrative e un 8,75 alle europee – mostrano che se è radicato nel territorio in sinergia con l’associazionismo e gli enti ecclesiastici un movimento politico di ispirazione cristiana ha un suo spazio politico, nel nostro contesto, stimabile attorno all’8/10%. Quel che resta da fare è operare concretamente per fare ciò che va fatto.

Leggi tutto

Società

ALTRO CHE DDL ZAN: LA LEZIONE DELLA ROWLING

La scrittrice ha sottolineato: “Mi sono allontanato da Twitter per alcuni mesi prima e dopo aver condiviso il mio sostegno per Maya, perché sapevo che non fosse fatto bene alla mia salute mentale. Sono ritornata da solo perché volevo condividere gratis un libro per bambini durante il l ‘’ ogni donna è coinvolta in questo dibattito in - TERF “.La sigla TERF è un termine coniato dagli attivisti Lgbt che significa femminista radicale trans-esclusivo e comprende molte diverse tipologie di persone come una madre che ha paura suo figlio voglia cambiare sesso per sfuggire al bullismo omofobico e una signora anziana che ha ammesso di non usare più fare acquisti da Marks & Spencer perché hanno permesso a un uomo che si identifica come donna di accedere ai camerini destinati alle donne, e molti altri esempi.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano