Chiesa

di Raffaele Dicembrino

Costa D’Avorio - Il contributo della Chiesa per le nuove generazioni

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La centralità delle nuove generazioni ed un progetto educativo complessivo che guardi allo sviluppo integrale della persona. Su questo tema, ma soprattutto sul contributo della Chiesa alla formazione dei giovani, all’interno di un progetto educativo globale, si stanno confrontando in questi giorni i Vescovi della Costa d’Avorio, riuniti in occasione della 120esima Assemblea plenaria.

“Per riuscire in quella che ci sembra la sfida più urgente, l’istruzione non è un mezzo tra tanti, ma è il mezzo essenziale: per questo occorre un piano educativo ben pensato, progettato e organizzato su basi solide, su valori certi” ha spiegato Mons. Ignace Bessi Dogbo, Arcivescovo Metropolita di Korhogo e Presidente della Conferenza dei Vescovi Cattolici della Costa d’Avorio, nel discorso di apertura.

In tale senso i Vescovi ivoriani sono al lavoro da mesi per redigere una lettera pastorale sul tema dell’istruzione. Durante gli incontri organizzati nelle diverse diocesi, lo scopo è calibrare al meglio la catechesi per partecipare ad un progetto educativo che possa contribuire al rinnovamento del Paese attraverso la formazione delle nuove generazioni. L’obiettivo va di pari passo con la visione del governo, che vuole promuovere un sistema educativo in grado di “formare uomini completi e cittadini rispettosi e responsabili”.

“Il tema dell’istruzione - ha affermato Monsignor. Bessi Dogbo - è una grande sfida che richiede una riflessione approfondita sul modello di società da costruire e sui mezzi per realizzare una buona formazione, ma che pone anche al primo posto la formazione integrale dell’uomo”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

28/01/2022
3011/2022
Sant'Andrea

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

TUTTI I GRADI DELLA SCALA #FAHRENHEIT – PRIMA DEL 451

Vi sono libri che, pur segnando un’epoca, superano le barriere del tempo e, pur appartenendo a un genere, ne travalicano i limiti per diventare un classico. Fahrenheit 451 è uno di essi: forse la massima espressione del genere distopico eppure ben più di questo, al punto che lettori freddi se non ostili nei riguardi della fantascienza non saprebbero non considerarlo un capolavoro. Del resto, solo di un capolavoro possono interessare le varianti o le versioni scartate: i prodromi di un libro mediocre sono mediocri scartafacci. Ecco perché, tra l’altro, dovrebbe avere valore intrinseco leggere i racconti preparatori di Fahrenheit 451 racchiusi nel volume Era una gioia appiccare il fuoco, usciti in Italia per gli Oscar Mondadori nel 2011 a seguito della raccolta americana A pleasure to burn: Fahrenheit 451 stories, edita appena l’anno precedente. Ma se l’interesse di questo libro fosse meramente filologico si potrebbe senza indugio soprassedere. Si tratta invece di schegge narrativa potentissime, capaci di condensare in poche pagine la visionarietà e la bruciante carica umanistica del messaggio di Bradbury.

Leggi tutto

Chiesa

GRILLO E AVVENIRE, ADINOLFI (PDF): M5S È OPPOSTO ALLA CHIESA

Ma cosa hanno in comune la Chiesa ed il Movimento Cinque Stelle. Divergenze di opinioni in corso.

Leggi tutto

Chiesa

Obbedienza e virtù

La nostra civiltà complessa è fatta di corpi intermedi che si reggono sul principio di autorità. E ciò esige che le decisioni siano centralizzate, e che la struttura organizzativa abbia una funzione esecutiva. Ma per eseguire non occorre pensare. Per fabbricare bombe al fosforo non occorre pensare. Basta eseguire i compiti assegnati. Sicché, se Eichmann fu colpevole, furono colpevoli allo stesso modo tutti coloro che resero possibili, con la loro obbedienza acritica, quelli e/o altri crimini.

Leggi tutto

Chiesa

Un Incontro con Franco Nembrini

La Traccia” è il nome di un particolarissimo istituto scolastico, fondato trent’anni fa dall’educatore bergamasco noto per le sue trasmissioni su Dante e su Pinocchio. Vi si tengono ben undici giorni di festa, con altrettante sere: in una di queste abbiamo incontrato “Franco” per una lunga chiacchierata

Leggi tutto

Chiesa

Ecco-i-nuovi-otto candidati agli altari

Tre decreti su altrettanti miracoli, due sul martirio, tre sulle virtù eroiche, per otto candidati agli altari. È quanto emerge dal Bollettino della Sala Stampa vaticana,

Leggi tutto

Politica

LA #RIVELAZIONE “VIRTUALMENTE PIENA” DI GESÙ

Rivolgiamo la nostra attenzione pure a Gesù, che si definisce pane della vita e che non respingerà chi va a Lui

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano