Storie

di Roberto Signori

Hong Kong: cattolici e protestanti chiedono l’amnistia per i detenuti

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Personalità cattoliche e protestanti hanno chiesto a gran voce alle autorità di concedere l’amnistia al magnate dell’editoria Jimmy Lai e ad altre figure democratiche. Sono tutti detenuti o in custodia cautelare con l’accusa di aver violato la draconiana legge sulla sicurezza nazionale, che prevede anche condanne all’ergastolo. Alcuni di loro attendono il processo da più di un anno.

Pechino ha imposto il provvedimento nel giugno 2020, in via ufficiale per riportare stabilità a Hong Kong dopo le massicce proteste filo-democratiche del 2019. Analisti, attivisti e governi occidentali lo ritengono invece un espediente per silenziare il movimento pro-democrazia. Dal suo varo, la polizia per la sicurezza nazionale ha arrestato più di 160 persone; in estate sono arrivate le prime condanne.

La petizione dei gruppi religiosi è stata consegnata a un funzionario governativo all’esterno della sede dell’esecutivo. Secondo p. Franco Mella, missionario del Pime e tra i promotori dell’iniziativa, la leader cittadina Carrie Lam – una fedele cattolica – potrebbe premere sul governo centrale per far cadere le accuse nei confronti degli imputati. Affiancato dal sacerdote anglicano Chi Wood Fung, un ex deputato del Parlamento locale (Legco), p. Mella ha detto di sperare che Lam risponda alla sua coscienza di devota cattolica e che più voci si possano levare a favore dell’amnistia.

Finora dagli uffici dell’esecutivo non è arrivata alcuna reazione. Diverse figure religiose in Gran Bretagna e Irlanda hanno sottoscritto la petizione. P. Mella spera che papa Francesco faccia lo stesso.

La comunità cattolica di Hong Kong conta figure governative e imprenditoriali legate a Pechino, come attivisti filo-democratici del calibro di Lai. Lo stesso discorso vale per i cristiani protestanti in città: uno tra i più noti, l’ex docente di diritto Benny Tai, è tra le 47 persone in carcere per aver organizzato o preso nell’estate 2020 alle primarie del fronte democratico.

Le consultazioni interne dovevano selezionare i candidati democratici alle legislative del successivo settembre (poi rinviate). Gli imputati sono alla sbarra con l’accusa di sovversione in base alla legge sulla sicurezza. Secondo l’accusa, mirando ad assicurare al campo democratico 35 o più seggi al Legco, gli organizzatori hanno “complottato” per rovesciare l’esecutivo.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

03/02/2022
0612/2022
San Nicola vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Crediamo solo in Dio

La corruzione diffusa nell’intreccio tra politica, burocrazia e impresa; la guerra continua tra magistrature e altre istituzioni; il decadimento etico complessivo diffuso. A chi si può credere in Italia?

Leggi tutto

Chiesa

Contro i cattonichilisti. Invettiva

Prese in giro e soprusi, per i cattolici, nel governo Gentiloni (anche a prescindere dalla Fedeli). Per contro il quotidiano dei vescovi nicchia, fa l’occhiolino, si disp(r)one al potere. E getta strali di cristiano disprezzo e misericordia pagana su chi ha la schiena dritta

Leggi tutto

Chiesa

La Riforma e le Riforme nella Chiesa

Come indicato direttamente dall’autore, il volume entra nel dibattito sull’interpretazione del Concilio Vaticano II, che è uno dei temi ai quali monsignor Marchetto ha dedicato una parte importante della sua vita. Cercare di comprendere meglio il Concilio significa, infatti, disporsi ad accoglierne la grazia e il dono, per la Chiesa e per il mondo.
Il Concilio Vaticano II è stato un grande dono di Dio alla Chiesa e, come tutti i doni, va rettamente compreso per potere essere valorizzato fino in fondo. Per esempio, posso regalare a un amico un computer, ma se lui non lo sa usare… è un regalo, per così dire, dimezzato. In effetti, l’interpretazione del Concilio è una questione disputata di questo nostro tempo, nella costante tensione tra i due fuochi di una medesima ellisse ermeneutica. Da un lato il fuoco della novità, dall’altro quello della tradizione, da un lato quello della riforma dall’altro quello della conservazione.

Leggi tutto

Chiesa

Tornando alla questione degli abusi….

Suor Anna Deodato ha correttamente spiegato che: «l’abuso sessuale accade come ultimo, tragico atto di una serie di abusi di potere e di coscienza».

Leggi tutto

Società

Un’estate con Il Green Pass & Co

Una dei grandi pregi del Popolo della Famiglia è quella di unire persone legate dai valori ma con sensibilità diverse. Il Green Pass viaggia su diverse strade ma il bello è rispettare le idee di tutti. Paolo Nardon ci dice la sua…..,

Leggi tutto

Chiesa

I vescovi francesi: la tutela dei minori deve essere la priorità

Alla prossima Plenaria della Conferenza episcopale francese, in programma dal 3 all’8 novembre, i vescovi lavoreranno insieme, sulla base del Rapporto Ciase, “sulle misure e le riforme da perseguire e intraprendere” riguardo alla questione degli abusi.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano