Storie

di Roberto Signori

Madre promette in sposa la figlia di 12 anni

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

È stata promessa sposa a soli 12 anni dalla madre, ma il padre ha scoperto tutto e ha denunciato l’ex moglie. Il tutto è accaduto a Lecce

La bimba avrebbe dovuto diventare la moglie del fratello del nuovo compagno della madre. La donna è un’italiana che da qualche anno si è trasferita per lavoro in Germania e qui ha conosciuto il nuovo partner, un pakistano. A far saltare le nozze programmate è stato il padre della 12enne, un salentino, che ha sporto denuncia.

La ragazzina è stata così allontanata dalla madre e ora è stata affidata ai nonni paterni. La drammatica storia è stata resa pubblica dal Nuovo Quotidiano di Puglia. Il provvedimento del Tribunale dei minori di Lecce si fonda sul rischio che la giovane possa essere condotta in Pakistan per portare a compimento la promessa di matrimonio con il fratello del compagno della madre, che ha 22 anni.

Su richiesta del pm minorile, Stefania Mininni, è stato disposto che la madre possa comunque incontrare la ragazzina in ambienti protetti. Una volta scoperta dal padre la promessa di matrimonio, la 12enne è stata portata dalla Germania in Salento dove poi il genitore l’ha seguita per attivare le autorità italiane che, a quanto spiegano i legali dell’uomo, hanno agito in tempi rapidissimi.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

04/02/2022
2506/2024
San Massimo di Torino, vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

UN “RISCHIO” CHIAMATO FAMIGLIA CHE SI RIBELLA ALLA CULTURA DEL PROVVISORIO.

Il trionfo del precariato è riuscito ad invadere ogni campo, arrivando persino, con arguzia encomiabile, a minare la colonna portante della società e cioè la famiglia. Tutto in un silenzio tombale, senza che nemmeno ce ne accorgessimo. Il vertiginoso calo dei matrimoni, sia civili che religiosi, è l’esempio lampante di una mentalità che ha paura delle scelte definitive e vive alla giornata, sballottata qua e là dalle armi di distrazioni di massa dei social media.  Il timore di eventuali fallimenti sta facendo gonfiare a dismisura il numero delle convivenze, anche dove in apparenza le unioni sembrerebbero molto solide e a prova di qualunque crisi.

Leggi tutto

Storie

Difendere famiglia e matrimonio si può

Dopo essere finita al centro di diverse inchieste per aver detto pubblicamente la sua posizione su famiglia e matrimonio, l’ex ministro finlandese Päivi Räsänen è stata assolta, e così il vescovo luterano Juhana Phjola

Leggi tutto

Storie

PAKISTAN - Un cristiano condannato a morte con false accuse di blasfemia

Il tribunale di Lahore ha condannato alla pena capitale un cristiano accusato di blasfemia nel 2017. Ashfaq Masih, che ora ha 34 anni, è stato condannato a morte per impiccagione da una Tribunale di primo grado di Lahore, nella provincia del Punjab, con sentenza emessa il 4 luglio. Ashfaq Masih, meccanico di professione, è in prigione dal giugno 2017 dopo una denuncia (First Information Report) è stato registrata contro di lui il 15 giugno, ai sensi dell’art. 295 “c” del Codice penale pakistano, che punisce il vilipendio nei confronti del Profeta Maometto.

Leggi tutto

Storie

Pakistan - Almeno 90 le vittime dell’attacco alla moschea

Si cercano ancora i sopravvissuti dell’attacco suicida che ha distrutto il luogo di culto nel quartiere della polizia della città. dove si trovavano in preghiera 300 persone. La maggior parte delle vittime sono appartenenti alle forze dell’ordine.

Leggi tutto

Chiesa

Pakistan: il calvario dei rifugiati hazara cristiani

I rifugiati afghani in Pakistan speravano in una vita migliore, ma vivono nascondendosi e celando la loro identità temendo di essere espulsi o, peggio, linciati in strada per la loro fede

Leggi tutto

Chiesa

Il Vaticano chiede ai vescovi tedeschi di fermare il Comitato sinodale

La prossima settimana la Conferenza episcopale della Germania in plenaria avrebbe dovuto approvare gli Statuti di tale organismo teso a organizzare un Consiglio formato da vescovi e laici per discutere e decidere su temi come ruolo della donna, morale sessuale, vita sacerdotale. Una lettera a firma del Segretario di Stato Parolin e dei cardinali Fernández e Prevost chiede di annullare il voto e di rimandare tutto dopo i colloqui tra esponenti della Curia e della DBK a Roma

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano