Politica

di Nathan Algren

Costa Rica: appello dei vescovi in vista delle elezioni

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Con l’avvicinarsi dalle elezioni generali del 6 febbraio, la Conferenza Episcopale del Costa Rica ha diffuso un nuovo appello perché “dopo il processo elettorale, si lavori per il bene comune”. I Vescovi già si erano espressi sull’importanza dell’appuntamento elettorale nazionale e sulla situazione del paese, in diverse circostanze. Nel messaggio del 27 settembre 2021 i Vescovi riflettevano sulla realtà del paese e sulle crisi di diverso tipo che i cittadini si trovano ad affrontare, auspicando l’elezione di persone che abbiano la capacità di “ricostruire e consolidare le basi della nazione, alla ricerca del bene comune e dello sviluppo integrale delle persone”. In un secondo messaggio di pochi giorni fa (vedi Fides 24/01/2022) hanno invitato “a riflettere sul momento decisivo che il nostro Paese sta attraversando”, e “a votare e ad assumersi la responsabilità che, come cittadini, tutti noi abbiamo, in quanto è vitale per rafforzare la nostra democrazia”.

Nel nuovo comunicato dal titolo “Una famiglia unita”, i vescovi ribadiscono gli insegnamenti del Catechismo della Chiesa Cattolica (nn.1906,1908), l’importanza di votare e di apprezzare “il sacro diritto del suffragio”, ponendo particolare attenzione che gli eletti “lavorino per il bene del Costa Rica”.

I Vescovi confidano nel rafforzamento della democrazia, basata sui principi che hanno portato all’indipendenza 200 anni fa, e si ponga al centro la famiglia, come cellula fondamentale della società, “perché il benessere e lo sviluppo integrale sia possibile per tutti nella nazione, senza escludere nessuno”. In particolare, a quanti saranno eletti, i Vescovi chiedono di mettere da parte gli interessi particolari in nome del bene comune, assicurando ad ognuno ciò di cui ha bisogno per una vita autenticamente umana.

Il 6 febbraio 3,5 milioni di cittadini del Costa Rica saranno chiamati ad eleggere il Presidente, due Vicepresidenti e 57 deputati del Congresso, che resteranno in carica per un quadriennio. La rielezione alla Presidenza è consentita in Costa Rica ma non per mandati consecutivi. Per vincere al primo turno è necessario ottenere almeno il 40 per cento dei voti validi.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

05/02/2022
0612/2022
San Nicola vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Da oggi si marcia verso le politiche

Il risultato conseguito dal Popolo della Famiglia a Ostia testimonia di una crescita costante e lenta, ma decisa: il risultato di Giovanni Fiori e della sua squadra permette di lasciarsi alle spalle la “sindrome dello zerovirgola”, ma il mandato che questi fatti offrono ai militanti è una serie di accorgimenti per essere ancora più incisivi nel radicare fattivamente la proposta del PdF

Leggi tutto

Politica

Una strada per liberi e forti

Nei giorni in cui c’è stato e c’è chi insistentemente afferma che il Popolo della Famiglia non serve più a niente non avendolo condotto immediatamente al seggio parlamentare, dunque meglio acconciarsi a sostenere i nuovi potenti e il governo del Trentennio, io resto sempre più convinto del progetto pidieffino e provo a delinearlo per quello che è, per quello per cui l’abbiamo fondato nel marzo 2016, per quello per cui credo che abbia ancora lo stesso inalterato senso ventotto mesi dopo e nel futuro a venire.

Leggi tutto

Società

Che succede?

Si fa strada una pericolosa tendenza a togliere la parola in nome di un qualcosa determinato dai soliti pochi. Tendenze a silenziare le critiche alle misure antipandemiche. Tendenze a silenziare il non politicamente corretto. Si leggono sui giornali critiche a chi dà voce alle minoranze perché essendo minoranze non devono essere aiutate ad esprimersi. Ma la democrazia non vorrebbe che anche un singolo cittadino possa dire la propria?

Leggi tutto

Politica

Si al voto dei 18enni in Senato

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha promulgato a legge la riforma costituzionale che permetterà di votare in Senato dai 18 anni.

Leggi tutto

Storie

Malawi - I vescovi contro la corruzione dilagante

“Basta con la corruzione e i litigi politici che bloccano la Nazione”. È questo il senso della Lettera pastorale della Conferenza episcopale del Malawi che è stata letta il 6 marzo, prima domenica di Quaresima, nelle chiese del Paese.

Leggi tutto

Politica

Monza verso le elezioni

Il candidato sindaco del Popolo della Famiglia ha risposto alle nostre domande: sicurezza e microcriminalità giovanile, valorizzazione del Parco e della Villa, trasporti e metropolitana e igiene urbana. Ecco i progetti e le prospettive per Monza

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano