Politica

di Nathan Algren

Costa Rica: appello dei vescovi in vista delle elezioni

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Con l’avvicinarsi dalle elezioni generali del 6 febbraio, la Conferenza Episcopale del Costa Rica ha diffuso un nuovo appello perché “dopo il processo elettorale, si lavori per il bene comune”. I Vescovi già si erano espressi sull’importanza dell’appuntamento elettorale nazionale e sulla situazione del paese, in diverse circostanze. Nel messaggio del 27 settembre 2021 i Vescovi riflettevano sulla realtà del paese e sulle crisi di diverso tipo che i cittadini si trovano ad affrontare, auspicando l’elezione di persone che abbiano la capacità di “ricostruire e consolidare le basi della nazione, alla ricerca del bene comune e dello sviluppo integrale delle persone”. In un secondo messaggio di pochi giorni fa (vedi Fides 24/01/2022) hanno invitato “a riflettere sul momento decisivo che il nostro Paese sta attraversando”, e “a votare e ad assumersi la responsabilità che, come cittadini, tutti noi abbiamo, in quanto è vitale per rafforzare la nostra democrazia”.

Nel nuovo comunicato dal titolo “Una famiglia unita”, i vescovi ribadiscono gli insegnamenti del Catechismo della Chiesa Cattolica (nn.1906,1908), l’importanza di votare e di apprezzare “il sacro diritto del suffragio”, ponendo particolare attenzione che gli eletti “lavorino per il bene del Costa Rica”.

I Vescovi confidano nel rafforzamento della democrazia, basata sui principi che hanno portato all’indipendenza 200 anni fa, e si ponga al centro la famiglia, come cellula fondamentale della società, “perché il benessere e lo sviluppo integrale sia possibile per tutti nella nazione, senza escludere nessuno”. In particolare, a quanti saranno eletti, i Vescovi chiedono di mettere da parte gli interessi particolari in nome del bene comune, assicurando ad ognuno ciò di cui ha bisogno per una vita autenticamente umana.

Il 6 febbraio 3,5 milioni di cittadini del Costa Rica saranno chiamati ad eleggere il Presidente, due Vicepresidenti e 57 deputati del Congresso, che resteranno in carica per un quadriennio. La rielezione alla Presidenza è consentita in Costa Rica ma non per mandati consecutivi. Per vincere al primo turno è necessario ottenere almeno il 40 per cento dei voti validi.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

05/02/2022
0207/2022
Visitazione di Maria Santissima

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Sylviane Agacinsky sfida Emmanuel Macron sull’utero in affitto

La Francia si appresta al primo turno di voto alle presidenziali. Certa l’uscita dell’attuale presidente socialista Francois Hollande che lascia con il minimo storico dei consensi, ai suoi eredi il compito di risanare l’economia francese e soprattutto di annientare il terrorismo islamico

Leggi tutto

Politica

Il Popolo della Famiglia all’alba del neo-bipolarismo

Dopo aver perso contro Salvini per averlo attaccato dal fronte piddino, ora la Chiesa sembra soppesare l’opportunità di provare a influenzarlo (e potrebbe essere un ulteriore errore). Peccato, perché il momento sarebbe propizio per la nascita di un vero nuovo bipolarismo: i fattori paiono esserci.

Leggi tutto

Società

Il dramma dell’elitarismo

Un aspetto paradossale, se non fosse drammatico, del nostro tempo è quello di elites che hanno sfasciato completamente la società ma quando non vengono seguite accusano il popolo di ignoranza. Non sono esse che hanno svuotato la gente della sua viva ricerca identitaria e dello scambio con una formazione, fin dalla scuola, meramente intellettualista, omologata?

Leggi tutto

Politica

Quando il gioco della democrazia è truccato

La ricerca della “volontà dell’accordo”, la famosa “autorità del consenso” - su cui addirittura gli “scettici” odierni un po’ arbitrariamente autodefinentisi laici, vorrebbero trovare l’ultima spiaggia per fondare un’etica all’altezza dei tempi che sia addirittura in grado di rispondere ai grandi drammatici odierni interrogativi della Bioetica – pare sia sempre più, ormai, “creata ad arte” da coloro che detengono il potere, cioè in senso lato, i politici, che come dice l’origine latina del termine, però, dovrebbero solo amministrare, cioè servire

Leggi tutto

Politica

Il PDF ed il voto in Campania

Dopo una serie di incontri e di riflessioni, la dirigenza del Popolo della Famiglia per conto del suo Coordinatore Provinciale Fabio Riccio, annuncia la partecipazione alla competizione elettorale a sostegno della coalizione di centro destra.

Leggi tutto

Politica

Le forzature tipiche dei prepotenti

Patrocinio al Pride, duro attacco di Adinolfi a Tesei: «I tuoi impegni come carta da water»

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano