Storie

di Raffaele Dicembrino

Il Messaggio di libertà di don Emanuele Personeni

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Don Emanuele Personeni, parroco di Mapello, scrive una lunga lettera annunciando che venerdì 11 febbraio intraprenderà un cammino per l’Italia per portare una riflessione su come vengono trattate le persone che hanno deciso di non vaccinarsi.

Sono un prete della diocesi di Bergamo, mi chiamo Emanuele Personeni, l’11 Febbraio è il giorno dedicato alla Madonna di Lourdes, è la giornata mondiale del malato e cade l’anniversario della firma dei Patti Lateranensi tra la Chiesa e lo Stato.

Venerdì 11 Febbraio mi metterò in cammino anche io. Già molte persone stanno percorrendo a piedi il nostro paese allo scopo di difendere i diritti umani fondamentali. Qua il mio pensiero e la mia riconoscenza vanno a tutti i marciatori della libertà e a tutti i resistenti. Anche io intraprendo dunque questo cammino. Lo scopo che mi prefiggo è fermarmi presso le parrocchie che attraverserò e consegnare nelle mani dei preti se possibile, altrimenti di qualche parrocchiano, due lettere. La prima rivolta alle parrocchie, la seconda indirizzata al Papa. In queste lettere racconto quello che ho visto e continuo a vedere. Voglio condividere il mio pensiero nella speranza che cresca nelle parrocchie la coscienza della gravità del momento, delle profonde ingiustizie che con il pretesto della pandemia vengono perpetrate nelle persone e della sofferenza che ne deriva. Per i contenuti delle lettere reinvio al canale Instagram nel quale lascierò ogni giorno traccie del mio cammino e chi vorrà potrà dire la sua condividendo pensieri e riflessioni.

Mi muoverò a piedi o in bicicletta, innanzitutto per solidarietà con chi è privato del diritto di utilizzare i mezzi pubblici perchè non vaccinato, in secondo luogo per poter dare tempo alle persone, infine per poter rientrare in me stesso. Di giorno in giorno saranno benvenuti quanti vorranno camminare insieme anche solo per un tratto, per la tratta intera o anche più. Sul canale Instagram metterò ogni giorno luogo ed orario di partenza e il nome delle parrocchie che attraverserò. In ciascuna, oltre ad incontrare il prete, vorrei condividere un breve momento di preghiera aperto a tutti all’esterno della chiesa. Ogni giorno posterò un versetto tratto dal brano di Vangelo tratto previsto dalla liturgia del giorno e da due semplici parole di commento. All’inizio di ogni tappa pregherò con chi vorrà il rosario. Concludo questo breve messaggio dicendo: “no all’obbligo vaccinale, no ai ricatti, no al green pass. Si invece al rispetto di ogni persona, si alla libertà, si alla nostra comune umanità”.

Spero di incontrarvi lungo il cammino.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

08/02/2022
0702/2023
San Riccardo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Papa Francesco ed il Deloitte Global

Il Papa riceve i consulenti della società internazionale Deloitte Global: “Siate consulenti integrali per cooperare a ri-orientare il modo di stare su questo pianeta, ammalato nel clima e nelle disuguaglianze

Leggi tutto

Politica

L’OBIETTIVO DELLA VITTORIA

Ieri ho ripreso la mia rubrica quotidiana su Byoblu, Segni dei Tempi. In conclusione di puntata ho messo in evidenza l’editoriale di Alessandro Sallusti su Libero intitolato “Sull’eutanasia sono saltati tutti i confini”

Leggi tutto

Storie

Cina - Riparte il processo al cardinale Zen

Secondo la procura, il fondo umanitario gestito dal porporato e da cinque attivisti democratici era politico per natura: doveva quindi essere registrato

Leggi tutto

Storie

Uomo in tribunale con “due generi diversi”

Un uomo, in Scozia, è stato sentito in tribunale a seguito di alcune denunce a suo carico in diverse udienze, presentandosi con due generi e nomi diversi nello stesso giorno.

Leggi tutto

Storie

Kirill: “L’Ue mi vieta di mettere piede in Europa”

Al Patriarca Kirill è stato vietato di mettere piede in Europa. Dopo le sanzioni sui suoi beni decise nei mesi scorsi, una ulteriore misura restrittiva è stata presa

Leggi tutto

Storie

A RAVANUSA UN ANNO DOPO L’11 DICEMBRE

A Ravanusa, due giorni dedicati alla preghiera, al ricordo. Due giorni che puntano all’eterno. Ma che cosa vuol dire puntare all’eternità nonostante questi eventi così forti, così drammatici?

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano