Storie

di Roberto Signori

In Uganda riaprono le scuole

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

L’UNICEF sta distribuendo 457 tende ad alte prestazioni per sostenere la riapertura delle scuole nei distretti colpiti dalle inondazioni in Uganda. È la prima volta che queste nuove tende innovative vengono utilizzate in un’emergenza.

La tenda di 72 metri quadri, che può essere facilmente trasportata e riutilizzata, include un sistema di ventilazione e reti sopraelevate per l’ombra per tenere la temperatura interna più fresca con climi caldi e secchi; kit elettrici e ad energia solare per luce ed energia e finestre a tre strati per aiutare a bloccare le zanzare portatrici di malattie. Le pareti dritte permettono di avere più spazio per il distanziamento sociale.
“Per quasi due anni, i bambini nel paese hanno sofferto le chiusure prolungate delle scuole a causa della pandemia, combinate a eventi climatici estremi che hanno distrutto le scuole nel paese. La loro istruzione e il benessere hanno ne hanno fortemente sofferto. L’UNICEF sta lavorando con il governo per aiutare ogni bambino a recuperare l’istruzione che ha perso,” ha dichiarato Munir Safieldin, rappresentante UNICEF in Uganda. “Le nuove tende forniranno ambienti sicuri per i bambini nelle aree colpite dai disastri, che consentiranno loro di continuare a studiare, giocare e socializzare”.
I bambini in Uganda hanno subito la chiusura delle scuole più duratura a livello globale, perdendo 83 settimane di scuola. Il governo prevedeva che un terzo degli studenti avrebbe abbandonato completamente la scuola. L’impatto devastante delle restrizioni del COVID-19 è stato aggravato da pesanti inondazioni in alcune parti del paese.
Alla fine di gennaio, l’UNICEF ha installato 7 tende ad alte prestazioni a Kasese, in Uganda occidentale, dove i danni dell’acqua causati da violente inondazioni hanno distrutto le scuole. Ulteriori tende normali sono state installate in altri distretti, fra cui: Ntoroko, Sheema e Buliisa. L’UNICEF sta fornendo anche 540 banchi e 30 lavagne alle scuole colpite dai danni delle inondazioni.
L’Uganda è stato uno dei 3 paesi a testare i prototipi, che sono stati utilizzati come centri sanitari per i rifugiati sud sudanesi nel nord-ovest del paese nell’insediamento per rifugiati di Bidi Bidi, a Yumbe. L’UNICEF ha lavorato fianco a fianco con i produttori per perfezionare e migliorare le caratteristiche del prodotto, in particolare quelle che mantengono le tende fresche nei climi caldi e secchi. Le tende sono state testate anche nelle Filippine per il clima umido e piovoso e in Afghanistan per il freddo estremo.
“È fantastico vedere queste tende nuove e innovative essere utilizzate per supportare i bambini. I muri dritti garantiscono più spazio nelle tende per banchi e distanziamento sociale, mentre la ventilazione migliorata terrà le classi più fresche così che i bambini si possano concentrare sulle lezioni”, ha affermato Kristoffer Gandrup-Marino, responsabile dei Prodotti Innovativi alla Supply Division dell’UNICEF.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

12/02/2022
3009/2022
S. Girolamo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Media

Ancora film gay per i bambini

La Disney continua ad attaccare i bambini con l’ideologia gay o gender.

Leggi tutto

Storie

19 Luglio 1992: Grazie a Paolo Borsellino

Ci sono giornate che non si possono dimenticare, vi sono personaggi che magari non hai mai avuto la fortuna di incontrare ma che ti restano in fondo al cuore. Te ne raccontano i nonni, i genitori e tu racconterai di personaggi come loro ai tuoi figli e magari anche ai tuoi nipoti. Uno di quei giorni è il 19 Luglio, uno di quei pochi personaggi che non bisogna mai dimenticare si chiamava (anzi si chiama), Paolo, Paolo Borsellino.

Leggi tutto

Storie

EGITTO - I cristiani copti si preparano al “Digiuno della Vergine Maria”

I copti ortodossi in tutto il mondo si preparano a vivere il tempo di penitenza conosciuto come «digiuno della Santa Vergine Maria»

Leggi tutto

Storie

La ricerca del successo è diventata una maledizione

Come tradotto da soompi.com, la nota di Yoo recita: “Mi dispiace di avervi lasciato prima. Sono particolarmente dispiaciuto per mamma, papà, nonna e fratello. Il mio cuore urla che non voglio vivere. La vita senza di me può essere vuota, ma per favore vivivete coraggiosamente. Vi terrò d’occhio. Non piangete. Non sono triste in questo momento. Mi sento risoluta e calma. Penso che sia perché ci ho pensato a lungo. Ho vissuto una vita così felice che era più di quello che meritavo. Ecco perché mi basta. È abbastanza. Quindi, per favore, vivi senza dare la colpa a nessuno”

Leggi tutto

Storie

West Virginia: quasi completamente vietato l’aborto

Nuova vittoria per la vita che nasce! Martedì il senato del West Virginia ha infatti approvato un disegno di legge per vietare quasi del tutto l’aborto, il che lo rende il secondo stato ad approvare un nuovo divieto da quando la Corte Suprema ha annullato la sentenza Roe v. Wade lo scorso giugno.

Leggi tutto

Società

A Milano per parlare di famiglia

Miriano, Adinolfi, padre Botta e Scicchitano rispondono alle polemiche sul convegno in Regione Lombardia

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano