Chiesa

di Raffaele Dicembrino

Eutanasia, stop referendum. Accademia per la Vita: saggezza etica e giuridica

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

l referendum sulla depenalizzazione dell’omicidio del consenziente, proposta dall’Associazione Luca Coscioni e previsto in primavera è inammissibile dunque non ci sarà. La Corte Costituzionale ha così deciso sulla consultazione denominata “Abrogazione parziale dell’articolo 579 del Codice penale (omicidio del consenziente, che punisce con la reclusione da 6 a 15 anni chi procura la morte di una persona con il suo consenso.)”, in quanto- così riporta l’Ufficio comunicazione in attesa del deposito della sentenza - “ha ritenuto inammissibile il quesito referendario perché, a seguito dell’abrogazione, ancorché parziale, della norma sull’omicidio del consenziente, cui il quesito mira, non sarebbe preservata la tutela minima costituzionalmente necessaria della vita umana, in generale, e con particolare riferimento alle persone deboli e vulnerabili. In sintesi se vincessero i sì, le norme che resterebbero in piedi non assicurerebbero sufficiente tutela delle persone più fragili. L’associazione Coscioni si è detta delusa e preannuncia il proseguimento della sua battaglia. L’intenzione dei promotori, che avevano raccolto 1 milione e duecentomila firme, era arrivare all’eutanasia appunto con la parziale abrogazione della legge sull’omicidio del consenziente, esclusi alcuni casi specifici. Nell’eventualità di consenso dato da minore, o da persona inferma di mente oppure carpito con inganno, si sarebbe proceduto comunque per omicidio doloso. Ora restano altri sette referendum da approvare o meno: il prossimo sulla legalizzazione della cannabis con le 630mila firme raccolte, poi 6 su temi legati alla riforma della giustizia.

Sulla decisione della Consulta, i vescovi, come l’Associazione Scienza e Vita e i Giuristi cattolici, plaudono. “Prendiamo atto con favore - scrive la Cei in una Nota- di tale pronunciamento. È un invito ben preciso a non marginalizzare mai l’impegno della società, nel suo complesso, a offrire il sostegno necessario per superare o alleviare la situazione di sofferenza o disagio”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

17/02/2022
2102/2024
Sant'Eleuterio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Papa e premio internazionale Paolo VI

Il 29 maggio il presidente della Repubblica italiana viene insignito del riconoscimento, nato per iniziativa dell’Istituto Paolo VI, per la sua dedizione al bene comune in un impegno politico ispirato ai valori cristiani e rigoroso nel servizio delle istituzioni civili.

Leggi tutto

Chiesa

La via dell’Instrumentum Laboris del Sinodo

Presentato in Vaticano il documento che guiderà i lavori dell’Assemblea di ottobre, frutto della consultazione avviata in tutto il mondo nel 2021.

Leggi tutto

Chiesa

Il Codice di Camaldoli

Il cardinale Parolin concluderà l’evento che inizierà il 21 luglio alla presenza del presidente italiano Mattarella e con la prolusione del cardinale Zuppi, presidente della CEI. Promossa dalla Conferenza Episcopale Italiana, dalla Comunità di Camaldoli, dalla Conferenza Episcopale Toscana, da Camaldoli Cultura e da Toscana Oggi,

Leggi tutto

Media

ALLEGGERIMENTO CON IDEE SU MORGAN E ANNALISA

Nei giorni in cui la guerra israeliano-palestinese supera quota diecimila morti dal 7 ottobre, con conseguenti schieramenti tra chi schifa la stella di David tipo Zerocalcare o i manifestanti che la strappano dai vessilli della Fao e chi invece ne difende l’offensiva militare su Gaza (per me bene ha fatto il governo italiano a non schierarsi all’Onu, non è ragionevole allinearsi a una fazione quando le fazioni scelgono la violenza), i social italiani sono squassati da altra decisiva questione tracimata nei giornali. Ha ragione Morgan a prendersela con Annalisa e le sue canzoni “banali e senza armonia”? È accaduto a XFactor dove l’assegnazione di Bellissima ha scatenato le ire del fu leader dei Bluvertigo, poi le controire del produttore del brano, infine lo schierarsi obbligatorio in una del

Leggi tutto

Chiesa

Il magistero di Giovanni Paolo I alla luce della sua biblioteca

Un convegno promosso dalla Fondazione Vaticana Giovanni Paolo I il prossimo venerdì 24 novembre presso l’Ateneo pontificio, alla presenza del cardinale segretario di Stato Parolin

Leggi tutto

Politica

PDF assemblea nazionale

Due giorni di lavoro in assemblea nazionale per decidere con un voto politico di tutti i delegati (1 voto contrario) la nostra presenza come Popolo della Famiglia, sempre aperti a alleanze e collaborazioni ma senza ammainare la nostra chiara identità, alle elezioni amministrative ed europee del 9 giugno 2024, secondo le indicazioni dei territori per le elezioni locali e con una delega affidata alla presidenza nazionale per le intese da chiudere per le europee.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano