Politica

di Raffaele Dicembrino

Covid, green pass abolito entro l’estate

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il decreto che conterrà le ultime riaperture dovrebbe essere varato intorno a metà marzo, quando si avrà maggiore contezza della curva di contagi e ricoveri. Già la prossima settimana potrebbe però essere calendarizzata una cabina di regia per discutere gli atti da adottare. Le parole d’ordine saranno come sempre gradualità e buon senso per scongiurare una ripresa dell’epidemia e garantire al contempo un ritorno alla normalità.

Il calendario delle riaperture

Anche se la road map non è ancora stata stabilita con certezza, si può dire che le prime date a cui guardare sono:

- l‘1 marzo, giorno in cui partirà lo stop alle quarantene per gli ingessi in Italia (per entrare da qualunque paese sarà sufficiente possedere il green pass base) e l’aumento della capienza di stadi e palazzetti (rispettivamente al 75% e al 60%);

- il 10 marzo, in cui si potrà tornare a fare visita ai familiari in ospedale e consumare cibo al cinema e negli impianti sportivi;

- il 31 marzo, giornata che sancirà la fine dello stato di emergenza in cui l’Italia versa da oltre due anni;

- l’1 aprile, data a partire dalla quale dovrebbe essere possibile tornare a mangiare all’aperto in bar e ristoranti senza dovere esibire il green pass, che dovrebbe rimanere ancora necessario nei locali al chiuso.

Per concludere un pensiero. Un governo che mira da sempre ad avere il numero massimo di vaccinati può comunicare ufficialmente e con largo anticipo la fine del green pass o dell’obbligo vaccinale? La risposta non può che essere negativa, I cambiamenti avverranno quasi a sorpresa e mascherati da regalo con tanto di fiocco per guadagnare più vaccinati possibili e più consensi per le prossime elezioni!

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

23/02/2022
0310/2022
S. Maria Giuseppa Rossello

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Caro bollette, Campisi (PDF): “Inconcepibile,imprese in ginocchio“

Arrivano le bollette della luce e, come annunciato, si tratta di vere e proprie stangate per le imprese.

Leggi tutto

Politica

Il PDF in piazza per la Costituzione

Nicola di Matteo sottolinea quanto sia importante intervenire sul caro vita, il rincaro bollette e soprattutto sui provvedimenti restrittivi delle libertà costituzionali introdotti dall’autorità governativa con la motivazione dell’emergenza Covid. L’invito è quello di manifestare con il Popolo per protestare contro il governo Draghi il giorno 5 Marzo a Roma.

Leggi tutto

Politica

Adinolfi: ‘Il green pass sia abolito’

Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia, chiudendo la manifestazione “Basta apartheid” in piazza Ugo La Malfa a Roma, ha chiesto che “il green pass sia abolito subito, come è accaduto per tutti i cittadini europei”. Adinolfi davanti ai sostenitori radunati di fronte al Circo Massimo ha chiesto di “pacificare l’Italia dopo due anni di divisione e dolore” per essere capaci di essere “costruttori di pace nel mondo, in un mondo che ha bisogno di un’Italia che non contribuisca a costruire muri”.

Leggi tutto

Politica

Pakistan: situazione politica nel caos

La crisi politica che mette in stato di attenzione i cristiani è partita da una “mozione di sfiducia” contro Imran Khan, presentata dai partiti politici dell’opposizione il 7 marzo 2022. Un voto sull amozione era prevista per domenica 3 aprile 2022

Leggi tutto

Politica

Alessandria: Angelo Mandelli è il candidato sindaco per il Popolo della Famiglia

Il Popolo della Famiglia correrà alle prossime elezioni di Alessandria con il candidato sindaco Angelo Mandelli. 69 anni, lombardo, Mandelli si è laureato in Filosofia Teoretica alla Statale di Milano. Oggi è in pensione dopo aver lavorato come consulente informatico. Dal 2016 è referente del Popolo della Famiglia per la provincia di Pavia e Lomellina.

Leggi tutto

Storie

ENIT presenta il il docufilm delle Vie Francigene

Enit - Quattro mesi e 3200 km. La staffetta della via Francigena europea diventa un docufilm con i racconti, i progetti di valorizzazione del territorio e le testimonianze di vita dei viaggiatori lungo l’epico itinerario da Canterbury a Roma, fino alla “Finibus terrae” di Santa Maria di Leuca, in Puglia.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano