Società

di la redazione

Ideologia europea

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

L’Europa ha da tempo apostatato rinunciando alla fede. Uno stillicidio che va dai tempi della Riforma, passando per uno pseudo Illuminismo e la massoneria, la Rivoluzione Francese, lo scientismo, il modernismo sino alle ideologie atee e anticristiane che hanno prodotto guerre e abomini. Ora l’Europa è burro morale, senza spina dorsale anche perché la finta Unione Europea fondata sul denaro delle élite e inginocchiata davanti a mamma America (quella delle élite abortiste e finanziarie), ha proditoriamente e superbamente rifiutato le sue radici giudeo-cristiane. Non c’è più un’antropologia autentica su cui costruire la società e che dia contenuti alla cultura. Oggi abbiamo i Maneskin, idolatrati e premiati, un inno proprio a quel nulla satanico che gonfia il petto dei leader europei. Dire questo non significa non condannare le atrocità delle guerre, il loro veleno satanico. Ma mi sembra più che ovvio per un cattolico. Come amare il nemico che ti toglie, ingiustamente, ciò che è tuo, compresa la vita. Perché questo amore è l’unica via alla pace autentica, e non quella dell’Onu che lascia sempre strascichi di ferite e risentimenti. Un cristiano non può quindi abbandonare il discernimento per la passione e il tifo, sedotto dalle curve che più aggradano. Come purtroppo accaduto nella pandemia. Non possiamo chiudere gli occhi ma leggere i segni dei tempi, per convertirci. L’Europa di oggi si sta sciogliendo come neve al sole perché ha vomitato ciò che l’ha costituita, formata e resa centrale nella storia. Centrale perché salata da Cristo e dai cristiani, che rendono autentiche, belle e appassionanti tutte le cose. Oggi l’Europa è solo chiacchiere fumose e ipocrite perché sta obbligando con ricatti economici gli stati membri a fare dell’aborto e della ideologia gender un diritto. Perché sta pianificando una serie di transizioni che mirano a ferire mortalmente la persona per giungere al trans-umanesimo. Non è difficile la profezia: l’Europa sarà spazzata via in diverse forme da chi non ha perduto la propria identità, Russia e Islam. La potranno salvare solo i cristiani, se saranno fedeli a Cristo sino alla fine.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

25/02/2022
0207/2022
Visitazione di Maria Santissima

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Parigi-Bruxelles: solo i cristiani possono far superare lo scontro di inciviltà

Gli attentati di Bruxelles, in stretta connessione con quelli di Parigi, mettono a nudo l’impotenza dell’Europa davanti ai nemici della sua cultura. Si potrebbe tuttavia aggiungere, che essi comprovano pure come l’Occidente stesso sia il primo dei suoi stessi nemici. In questo scenario solo i cristiani possono, se lo vogliono, accompagnare il processo di una vera integrazione

Leggi tutto

Politica

Il Popolo della Famiglia all’alba del neo-bipolarismo

Dopo aver perso contro Salvini per averlo attaccato dal fronte piddino, ora la Chiesa sembra soppesare l’opportunità di provare a influenzarlo (e potrebbe essere un ulteriore errore). Peccato, perché il momento sarebbe propizio per la nascita di un vero nuovo bipolarismo: i fattori paiono esserci.

Leggi tutto

Politica

L’ultima follia del politicamente corretto: vietato dire “Natale”

Ora sarà vietato anche dire Natale. L’ultima assurdità è contenuta in una comunicazione ufficiale della Commissione europea. Nel testo vengono elencate a una a una tutte le regole che non solo cancellano espressioni del vivere quotidiano comune ma vanno anche contro il buonsenso. Il tutto nel nome del politicamente corretto.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Pio XII e l’olocausto

Papa Pacelli salvò personalmente almeno 15 mila persone di religione giudaica e seppe dettagliatamente quanto stava accadendo nel cuore dell’Europa. Lo afferma lo storico tedesco Michael Feldkamp con le prove raccolte negli archivi vaticani

Leggi tutto

Storie

Ucraina: fuggito il 5 per cento della popolazione

Almeno due milioni di persone sono rifugiate all’estero dopo essere fuggite da varie città dell’Ucraina. Si tratta del 5 per cento circa dei 44 milioni di abitanti

Leggi tutto

Storie

Ucraina - Kiev, saccheggiato il seminario

Bombardato due volte dall’inizio della guerra, il seminario cattolico di Vorzel è stato oggetto di una razzia. Portato via di tutto: dalle pentole al calice con cui Giovanni Paolo II celebrò la Messa nel 2001 in Ucraina. Padre Ruslan Mykhalkiv: “Penso che siamo stati derubati anche da gente che vive in zona. Hanno fame ed è tutto chiuso, qui c’era cibo e si sono sfamati. Questo è giusto, il resto no”

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano