Società

di Nathan Algren

Prezzo del grano, nuovo record

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il prezzo del grano raggiunge nuove e inimmaginabili vette, toccando i 430 euro la tonnellata. Si tratta del valore più alto degli ultimi 14 anni. La guerra in Ucraina è – tanto per cambiare – ancora la principale responsabile. Perché da Kiev e dalla Russia provengono circa il 30% delle esportazioni globali di grano. Il che fa affacciare un altro fantasma, quello della mancanza di approvvigionamenti futuri. Al momento, le scorte sono parecchie, ma l’Ucraina in guerra non sta effettuando raccolti, e questo potrebbe complicare la situazione. Già a febbraio l’indice sui prezzi alimentari elaborato dalla Fao era salito parecchio, a causa del rincaro dei cereali e dal fermo di diverse navi bloccate nel Mar Nero.

Il valore del 30% delle esportazioni di grano è dovuto a un fattore determinante, ovvero che Russia e Ucraina siano rispettivamente il terzo e il nono produttori mondiali. Di conseguenza, il loro peso sul bilancio generale è enorme. È un grano che, ovviamente, danneggia alcuni Paesi più di altri. In particolare le nazioni che per ragioni climatiche non ne producono molto, come la Turchia e l’Egitto, che ne importano rispettivamente il 70 e il 67%. E se la passeranno malissimo anche Congo, Sudan, Ruanda e Nicaragua. Chi importa dall’Ucraina potrebbe accusare problemi molto seri. È il caso del Libano, che ne acquista il 90% dal paese attualmente in guerra con Mosca. Ma è anche la situazione della Somalia, dello Yemen o della Tunisia. Al momento, le scorte di grano sono abbastanza nutrite, ma se la crisi non dovesse risolversi l’impennata dei prezzi sarà ancora maggiore. Da quando è iniziata la guerra, circa 140 navi di diversi Paesi sono bloccate nei porti e sulle coste ucraine.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

08/03/2022
2902/2024
Sant'Augusto Chapdelaine martire

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

“Io ritornerò”: pubblicate le lettere di Eugenio Corti dalla Russia

Sulla scorta dei ricordi personali (l’autore ha avuto il privilegio di conoscere e frequentare familiarmente Corti), vengono presentate le “lettere dalla Russia 1942-1943”, a cura di Alessandro Rivali

Leggi tutto

Politica

Bruxelles via libera al regime italiano da 4,5 miliardi

La Commissione europea ha approvato un regime italiano da 4,5 miliardi di euro per sostenere le imprese e l’economia nel contesto della pandemia di coronavirus. Il regime è stato approvato nell’ambito del quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato.

Leggi tutto

Politica

Caro bollette, Campisi (PDF): “Inconcepibile,imprese in ginocchio“

Arrivano le bollette della luce e, come annunciato, si tratta di vere e proprie stangate per le imprese.

Leggi tutto

Politica

Colloquio telefonico tra il Papa e Zelensky

Una nuova conversazione telefonica tra il Papa e il presidente ucraino Volodomyr Zelensky mentre in Ucraina non si placa il fragore delle armi per una guerra che il Pontefice, nell’ultimo Angelus, ha definito ”disumana” e “sacrilega”.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: la fraternità costruisce la pace

Il Papa ha incontrato questa mattina una delegazione del B’nai B’rith International, organizzazione ebraica fondata a New York nel 1843 con l’obbiettivo di sostenere i poveri e combattere l’antisemitismo.

Leggi tutto

Politica

Ucraina e matrimonio

Ora Zelensky ha 10 giorni per rispondere.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano