Storie

di Giuseppe Udinov

Ucraina: fuggito il 5 per cento della popolazione

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Almeno due milioni di persone sono rifugiate all’estero dopo essere fuggite da varie città dell’Ucraina. Si tratta del 5 per cento circa dei 44 milioni di abitanti. Le cifre, comunicate dall’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) Filippo Grandi, fotografano drammaticamente le conseguenze, oltre ai morti, del conflitto. Tra i profughi centinaia di migliaia i bambini, con le loro madri, mentre i padri sono rimasti per combattere.

La Polonia è il Paese che ha accolto il maggior numero di profughi: al momento sono 1.500.000 ma potrebbero diventare due milioni molto presto perché il flusso continua, in particolare nella città di Przemysl, uno dei punti di arrivo di coloro che fuggono dall’Ucraina. Centinaia di migliaia di persone hanno trovato riparo anche in Ungheria, Slovacchia e Moldavia. La piccola Repubblica ex sovietica che conta circa tre milioni e mezzo di abitanti, ospita il più alto numero pro capite di rifugiati dopo la Polonia.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

11/03/2022
2202/2024
Cattedra di S. Pietro

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Afghanistan: cedere un figlio per sfamare gli altri

Nel Paese oltre il 97% della popolazione scenderà al di sotto della soglia di povertà entro la metà del 2022.

Leggi tutto

Storie

Dalai Lama: basta guerre

Il Dalai Lama ha lanciato oggi un appello alla pace in Ucraina affermando che la guerra è “obsoleta”: secondo quanto riporta la Cnn, il leader spirituale tibetano in esilio si è detto “profondamente rattristato” dal conflitto e ha esortato entrambi i Paesi alla “comprensione reciproca”.

Leggi tutto

Società

DAGLI SQUALI DA PISCINA AI MEGALODONTI DEGLI OCEANI IL PASSO E’ BREVE

La moderazione è scomparsa da tempo, vige un estremismo preoccupante del muro contro muro, lo stiamo sperimentando in questi tempi difficili. Qualsiasi tipo di guerra o guerriglia va bandita. Il Papa bergamasco Giovanni XXIII diceva giustamente che a lui la guerra non piaceva ne quando è calda, ne quando è fredda. E in questo momento vedo cuori troppo gelidi, astiosi con parole e fatti contro il prossimo, pronto a pugnalarlo alle spalle quando non può difendersi. Chi parla male del fratello è omicida quasi come chi usa un kalashnikov, degli assenti o parli bene o taci, per dirla alla Sant’Agostino

Leggi tutto

Società

Gaza, colpita una fabbrica di armi

Raid israeliano a sud della Striscia di Gaza dopo il razzo lanciato ieri su Israele.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco ed il mondo senza armi nucleari

Papa Francesco ha inviato un messaggio alla riunione degli 86 Paesi che hanno sottoscritto il Trattato Onu per la messa al bando di tutti gli ordigni atomici. “Anche nel contesto attuale dobbiamo rimanere consapevoli dei pericoli di approcci miopi alla sicurezza nazionale e internazionale. Immorale il possesso di queste armi. L’equilibrio del terrore avvelena i rapporti tra i popoli.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco ha ricevuto in udienza il capo della Chiesa greco-cattolica

Sviatoslav Shevchuk, ha attraversato i confini per portare per la prima volta a Roma dall’inizio della guerra i sentimenti dell’Ucraina direttamente al cospetto di Francesco.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano