Politica

di Roberto Signori

India - Proposta una “Legge anti-conversione” a Haryana

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Nello stato indiano di Haryana è stata presentata una proposta di legge per regolare la conversione religiosa. Il governo del Bharatiya Janata Party (BJP) nello stato, situato in India settentrionale, ha annunciato che porterà avanti la proposta della normativa “anti-conversione”. Lo stato di Haryana diventa così l’undicesimo stato indiano a prendere in considerazione uno specifico provvedimento legislativo che vieta o regolamenta con interventi statali (come quello di un magistrato) le conversioni religiose.

Secondo il governo del BJP, in Haryana, il disegno di legge proposto mira “a prevenire le conversioni religiose operate attraverso la forza, l’influenza indebita o l’allettamento” ma, come sostengono le opposizioni, esso diventa un limite anticostituzionale alla libertà di coscienza.
Numerose sono le voci critiche al disegno di legge per la “prevenzione della conversione illegale”, presentato all’Assemblea legislativa il 4 marzo. Se approvata, la legge, affermano, aumenterebbe la polarizzazione religiosa nella società, promuovendo una “politica divisiva” nei confronti delle minoranze religiose come musulmani e cristiani.
I leader delle Chiese, i leader laici cattolici e gruppi della società civile si sono opposti al nuovo disegno di legge. Secondo K.P. Sasi, promotore dei diritti umani e regista, “se le persone non reagiscono, vuol dire che si avvicina il tempo di una nazione induista”. John Dayal, giornalista cattolico, ricorda a Fides che “Haryana segue le orme del Karnataka, dove la Assemblea statale ha approvato un disegno di legge anti-conversione nonostante la dura opposizione della società civile e dei partiti politici, contrari a una legge che limita i diritti di un cittadino indiano di scegliere la propria religione, violando l’uguaglianza e la libertà di religione”
Il cattolico A.C. Michael, ex membro della Delhi Minority Commission, oggi coordinatore nazionale dello United Christian Forum e della All India Catholic Union, ha dichiarato a Fides : “Sono contrario a qualsiasi legge che non rispetti la libertà, in particolare una legge che vincola il cittadino a chiedere il permesso del governo per praticare la propria .Mi unisco ai miei concittadini nel chiedere l’abrogazione delle leggi anti-conversione”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

12/03/2022
1908/2023
San Giovanni Eudes

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

India: in aumento gli attacchi contro i cristiani

Aumentano di giorno in giorno gli episodi di violenza, denuncia in una nota il Forum Cristiano Unito (UCF), organizzazione cristiana interconfessionale che si batte per i diritti umani della minoranza cristiana in India

Leggi tutto

Storie

/INDIA - Non si ferma la violenza interetnica in Manipur

Il bilancio delle vittime delle violenze in corso nello Stato indiano di Manipur (in India nordoccidentale) tra le comunità etniche Kuki e Meitei è salito a 98 persone uccise, come ha comunicato l’ufficio del Primo Ministro del Manipur

Leggi tutto

Storie

La storia di Joan bimbo da tutelare

Era stato brandito come la “mascotte” dell’Umbria Pride, il bambino a cui Chiara e Laura hanno deliberatamente negato la possibilità di avere una vita normale a contatto con l’uomo da cui discende, e in più gli hanno scientemente parcellizzato la figura materna, poiché una ha dato l’utero, l’altra l’ovulo con cui il bambino è stato fabbricato. Ora la trascrizione dell’atto di nascita.

Leggi tutto

Storie

India - Demolita per ordine delle autorità civili una statua di Cristo

Uno dei fedeli locali, Rayappa racconta: “La scorsa notte, per la demolizione, vi erano oltre 400 poliziotti. Preghiamo davanti alla statua dal 2004. Non ci hanno nemmeno ascoltato e l’hanno semplicemente distrutta con i bulldozer. L’avevamo costruita grazie a una piccola raccolta fondi tra la gente del villaggio”. Secondo gli abitanti del villaggio, alcuni membri di un’organizzazione radicale induista volevano creare tensione nella regione e hanno presentato un ricorso all’Alta Corte, chiedendo la demolizione della statua.

Leggi tutto

Chiesa

L’India vara la tassa sugli infuencer

Con un provvedimento fiscale entrato in vigore il 1 luglio gli omaggi promozionali alle star del web saranno sottoposti a una tassazione alla fonte pari al 10% del valore.

Leggi tutto

Storie

India - Nazionalisti indù attaccano un prete

Un gruppo di tribali di una scuola dei gesuiti colpito di notte da una banda armata di bastoni mentre viaggiava su un treno. Un sacerdote preso di mira dopo aver celebrato come di consueto la Messa in un villaggio

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano