Politica

di la redazione

L’appello ai liberi e forti

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Cosa ne sarà di quei cattolici?

Corsi e ricorsi storici stanno direzionando ancora una volta i cattolici alla irrilevanza politica, pur sapendo che il Popolo Della Famiglia é l’unico partito credibile in termini ideologici; manifesta tutt’ora grande determinazione sui temi provita e a difesa della Costituzione.

Quei cattolici sono destinati a restare nelle segrete oscure dei compromessi elettorali; gli stessi che li hanno portati alla irrilevanza totale dopo la scomparsa della Democrazia Cristiana.

Con l’avvento di “mani pulite” ci siamo schierati chi a destra, chi a sinistra senza mai ricordare le origini e gli obiettivi dei padri fondatori della democrazia parlamentare italiana; Distruggendo i sogni di intere generazioni e colpendo il futuro di quelle a venire a suon di tasse, sanzioni, debito pubblico in costante e repentino aumento.

Ora é il momento di scendere in campo con la lungimiranza che da sempre caratterizza i cattolici in politica, quella stessa che ci vedeva costretti in alleanze a noi scomode, non consone.

Questo é il momento di scegliere unitamente una forza politica come il PDF nato l’undici Marzo 2016 e rappresentato dal Presidente Mario Adinolfi che non ha mai tradito quegli ideali di libertà, di pensiero, di azione che hanno sempre contraddistinto il bene dal male, il banale dal profondo; dal Vice Presidente e cofondatore Nicola Di Matteo che dimostra da sempre amore verso la patria e la famiglia composta da un padre, una madre e dei bambini.

Questo non vuole essere un semplice appello ai liberi e forti, ma vuole essere il ponte che collega la irrilevanza dei cattolici alla loro discesa in campo per le libertà del Paese.

MARIO ADINOLFI

NICOLA DI MATTEO

ANDREA TURCO

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

12/03/2022
0612/2022
San Nicola vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Le polemiche inutili

Chi ha spacciato dati diversi non ha calcolato i voti ottenuti da tutte le 19 liste, ha compiuto errori banali come conteggiare le percentuali sui votanti e non sui voti validi, ha voluto deliberatamente chiudere gli occhi su dati che hanno del miracoloso, preferendo sviluppare le odiose polemiche inutili di soggetti che possono sfogarsi solo su Facebook o sui blog. Chi ha osato criticare il fatto che calcolassimo la percentuale solo considerando i comuni in cui ci siamo presentati, poi, ha toccato vette in cui la polemica inutile sconfina nel delirio da rabbia incipiente.
E veniamo alla questione politica. Perché siamo noi il quarto polo? Semplice: perché noi ci siamo. Sa dirmi l’augusto collega dell’Espresso quanti voti in una città chiave come Verona ha preso Alternativa Popolare di Alfano e Lupi o Energie per l’Italia di Stefano Parisi? Mi dice ad Avola o a Conegliano quanti consensi ha raccolto Idea di Quagliariello e Roccella? Siamo il quarto polo per assenza di competitori. Siamo tanti, prendiamo molti voti e pazientemente sopportiamo le polemiche inutili. Meno riusciamo a sopportare la fabbrica di veleni di cui è sempre capace l’Espresso, che quando il Circo Massimo lo riempiamo noi scrive che la capienza è trentamila, quando lo riempie Sergio Cofferati sono tre milioni.

Leggi tutto

Società

Perchè aggrediscono il PDF

Noi siamo fatti oggetto di violenza continua, dai profili social imbavagliati agli spettacolini come quelli di Novara, dagli insulti sanguinosi alle quotidiane vere minacce, perché non ci siamo rassegnati ad un generico e sterile borbottio, ma l’abbiamo trasformato in azione sociale e politica. Questo proprio non ce lo perdonano. E poiché a Novara come la sera dopo a Torino come quella precedente a Terni, l’OCOM tour fa segnare solo sale piene e sold out, allora hanno alzato il livello di intimidazion

Leggi tutto

Politica

Se non mentendo

Stanchi di leggere ricostruzioni fantasiose dei fatti recenti riguardanti il PdF, una volta e per tutte per i pochi interessati li narriamo per come sono avvenuti, in termini oggettivi non contestabili.

Leggi tutto

Politica

Legittima difesa: una legge inutile e dannosa

In dirittura d’arrivo il voto finale della Camera dei deputati sulla legge che cambia la legittima difesa secondo le istanze portate avanti da Matteo Salvini. Ieri sono stati votati i primi 6 articoli, con l’assenza di 35
deputati pentastellati considerati in dissenso. Dopo il voto scontato di oggi il testo tornerà al Senato per l’approvazione definitiva, prevista per il prossimo 28 marzo, se non ci saranno sorprese.

Leggi tutto

Politica

Il vero problema non è il covid ma la denatalità

Per veder rifiorire il Paese dalle macerie della Seconda Guerra mondiale, caro presidente Draghi, le donne italiane fecero tra il 1946 e il 1949 sei milioni di bambini, crescendoli e prestando loro cura pressoché esclusiva, si generò ricchezza per dare loro un futuro degno. Con gli attuali 400mila bambini che nascono l’anno (nel 2021 già si dice che saremo sotto quella soglia) per fare sei milioni di bambini ci vorranno quindici anni. E nel 2036 sarà troppo, troppo tardi. Reddito di maternità, subito. E subito dopo riforma fiscale del quoziente familiare perché è ovvio che i trentamila euro guadagnati da un single devono essere tassati di più dei trentamila euro guadagnati da un padre di famiglia che deve sfamare con quel reddito moglie e tre figli. Un criterio basilare di giustizia sociale richiede che finalmente questa riforma fiscale diventi realtà.

Leggi tutto

Politica

Senza fallimento non si può vincere

Vince il sì al referendum sulla legalizzazione dell’aborto a San Marino. Secondo la tv locale Rtv, con 35 seggi scrutinati su un totale di 37, i sì arrivano al 77.31%, contro il 22,69% che si è espresso contro.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano