Media

di Roberto Signori

Per Usa Today la “donna” dell’anno è un transessuale

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il dottor Rachel Levine, il primo funzionario federale apertamente transgender degli Stati Uniti, nominato dal presidente Joe Biden lo scorso gennaio 2021 e confermato dal Senato al posto di Assistente al Dipartimento federale alla Salute, è stato nominato una delle “Donne dell’anno” dal famoso quotidiano USA Today, come riportato nell’edizione di domenica 14 marzo, scatenando l’indignazione di moltissimi lettori e politici nazionali.

“Rachel Levine è una delle donne dell’anno di USA TODAY, un riconoscimento alle donne di tutto il paese che hanno avuto un impatto significativo”, ha scritto USA Today. Rachel Lavine si era resa “famosa” nei mesi scorsi per aver postato un video, a nome dell’amministrazione, in cui augurava buon inizio di anno scolastico a tutti gli alunni auspicando che si appassionassero al trangenderismo. Tra le altre donne nominate ci sono la vicepresidente Kamala Harris e Melinda Gates, l’ex moglie del fondatore di Microsoft Bill Gates.

USA Today è stato lodato da alcuni per aver dato questo onore a Levine. Il commento di critica più aspro è certamente stato quello di Candace Owens, giovane ed autorevole commentatrice televisiva, che ha detto: “Che cosa è una donna? Sono confusa. Non so più cosa sia una donna. È divertente e acutamente ridicolo. A proposito di tale nomina, mi torna in mente quello che dico sempre sui progressisti: sono sempre così progressivi che in realtà sono solo regressivi, giusto? È lo stesso con il femminismo. Con il primo femminismo, stavamo cercando di creare uno spazio per le donne che fosse separato dagli uomini. Volevamo che le donne facessero sport e che competessero in modo diverso. Sino a poco tempo fa avevamo donne che si allenavano da quando erano bambine fino al college, per cercare di competere contro altre donne. Ora puoi essere maschio, metterti una parrucca e dire ‘In realtà, anch’io sono una donna’ e puoi distruggere tutti i loro record perché è così progressivo che in realtà è regressivo”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

18/03/2022
2711/2022
San Virgilio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Sir Elton John, si chiama utero in affitto

Repubblica, Corriere della Sera, lo stesso cantante inglese che pretende il boicottaggio di Dolce e Gabbana, parlano di “fecondazione artificiale”. No, il tema è la compravendita dei bambini con l’utero in affitto

Leggi tutto

Politica

Tutti in difesa del ministro Fedeli

Loro mentono sistematicamente agli italiani, ma se ne tocchi uno scattano uniti nell’autodifesa: Valeria Fedeli è stata fatta oggetto di un manifesto non violento né volgare, ma che semplicemente ricordava i suoi demeriti. Come un sol uomo scattano a difesa del ministro che ha millantato titoli di studio inesistenti Pd, Forza Italia e sindacati. Citazione a parte per il giuda Renato Schifani che veniva ai Family Day. Ricordarselo quando vi chiederanno di votare Forza Italia, sì, Schifani dopo il viaggetto con Ncd è tornato lì. Controvento, come sempre, solo il Popolo della Famiglia.

Leggi tutto

Società

Postano foto dei figli online: multati

10mila euro di multa per la madre, che nei tira e molla concomitanti alla separazione ha utilizzato le vie social per rivendicare psicologici primati nei confronti dell’ex coniuge. Il figlio sedicenne ha
provato a esternare le sue rimostranze e, inascoltato, s’è rivolto al tribunale che ha sanzionato la genitrice. Un caso-limite che però ha il merito di evidenziare un limite quotidiano del mondo social.

Leggi tutto

Media

Vie di sblocco di un’autentica crescita

Il pensiero unico sta svuotando, manipolando, spogliando di tutto, tante persone. È necessario individuare i media liberi, farli conoscere, è necessaria l’accoglienza reciproca al di là delle diversità. Uscire dalle sordità e dagli interessi di bottega che spingono a non imparare dagli altri e a difendere il proprio orticello senza reciproca accoglienza, senza diffondere la conoscenza anche di altri media liberi. Sono miopie che spengono la maturazione delle persone e le lasciano ingabbiate da quel pensiero unico che emargina ogni altra voce. Si ritorcono dunque subito contro la testata sedicente libera ma di tali corte vedute perché, per esempio, la gente non legge più.

Leggi tutto

Politica

In Finlandia una proposta di legge pro transgender

I deputati finlandesi hanno presentato, alla Commissione parlamentare per gli affari sociali e la salute, una legge di iniziativa popolare in cui si chiede una riforma della legislazione sui transgender.

Leggi tutto

Società

No al trans al Festival di San Remo

Pro-Vita e de Bertoldi, dunque, chiedono che ‘‘l’esibizione di “Drusilla Foer” si mantenga nei limiti della performance artistica e non si trasformi in un ‘Cavallo di Troia’ Gender e LGBT per influenzare milioni di famiglie e i loro figli’‘.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano