Società

di Roberto Signori

ARGENTINA - No al crimine della tratta in Ucraina e nel mondo

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Preghiamo per le vittime di questo conflitto e imploriamo urgentemente la Pace. Esortiamo inoltre le agenzie governative e multigovernative in tutta la regione ad adottare misure estreme di prevenzione e protezione dalla tratta e dallo sfruttamento delle persone”. E’ l’appello lanciato dalla Commissione nazionale Giustizia e Pace della Conferenza Episcopale Argentina e dall’Equipe No alla Tratta, nel documento “No al crimine della tratta in Ucraina e nel mondo”.

Il testo ricorda che la guerra in Ucraina ha innescato una crisi umanitaria che preoccupa i leader di quella regione e del mondo. “Le Nazioni Unite stimano che circa 6,5 milioni di persone siano state sfollate e circa 3,3 milioni siano fuggite in altri paesi, principalmente nei paesi vicini. Le organizzazioni non governative hanno messo in guardia sulle situazioni di mancanza di protezione e impoverimento subite dai rifugiati nei paesi ospitanti. Sappiamo che i rifugiati sono vulnerabili alle strategie di reclutamento delle reti di trafficanti di esseri umani. Ma, in aggiunta, la guerra espone in particolare donne e bambini e bambine a violenze fisiche e sessuali estreme”.

Sono già stati segnalati tentativi di reclutamento da parte di reti di trafficanti al confine polacco con l’Ucraina. Anche nella parte ucraina, trafficanti offrono trasporto, lavoro e luogo di accoglienza “gratuitamente” agli sfollati, nei paesi dell’Europa occidentale.
Il documento sottolinea infine che già molto tempo prima del conflitto l’Ucraina è stata il luogo di origine, transito e destinazione della tratta di persone. Inoltre il paese è noto per la sua legislazione che consente la gestazione da “maternità surrogata” ed è ritenuto un mercato per le adozioni irregolari.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

22/03/2022
0110/2022
S. Teresa di Gesù bambino

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Che cosa un Borsellino avrebbe potuto dire dell’utero in affitto

Leggi tutto

Società

A maggio “la fiera sulla fertilità”

Le date sono state fissate, per sabato 21 e domenica 22 maggio, mentre il luogo è ancora sconosciuto. Milano, come è stato comunicato alle famiglie che si sono iscritte alla newsletter per ricevere informazioni, ospiterà l’evento “Un sogno chiamato bebè“.

Leggi tutto

Storie

Musei Vaticani e l’icona ucraina di Maria

Risalente al XVII secolo, la Madonna Odigitria ricevuta in dono da San Giovanni Paolo II nel suo viaggio a Leopoli nel 2001, è l’unico esempio di arte ucraina custodito dai Musei del Papa

Leggi tutto

Storie

UCRAINA - “Abbiamo bisogno soprattutto di pace oltre che di cibo”

“Qui la vita scorre senza panico, le fabbriche lavorano, il bombardamento dell’aeroporto non ha causato vittime, hanno colpito un vecchio magazzino in disuso, e nessuno sa il perché. Ormai ci siamo abituati a correre sottoterra nei rifugi”. Sono questi alcuni degli aggiornamenti riportati da padre Mikola Orach, OFM conv., a Leopoli.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: “bisogna fermare la guerra”

L’Osservatore Romano pubblica una sintesi dell’Intervista rilasciata dal Papa al quotidiano argentino La Nación

Leggi tutto

Politica

Gran Bretagna: pericolo premier con il dito sul pulsante nucleare

La Truss si dice «pronta» a premere il pulsante nucleare se verrà eletta primo ministro britannico

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano