Chiesa

di Stefano Di Tomassi

La preghiera unisce quello che il mondo divide

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Ostia cristiana si fermerà oggi per essere pronti alla preghiera con Papa Francesco e lo farà a San Nicola di Bari, Via Passeroni, pregando insieme per l’atto di consacrazione della Russia e dell’Ucraina Cuore al immacolato di Maria. L’appuntamento alle ore 19.30.

Saranno insieme ucraini, polacchi e italiani, convocati per l’occasione dal parroco don Roberto Visier anche prefetto di Ostia, nella diocesi di Roma.

Si chiederà a Maria l’intercessione a Dio Padre, al Figlio Gesù Cristo e al Santo Spirito per la Pace.

Questo momento intenso e profondo precederà l’invito di venerdì 25 Marzo dove San Nicola vivrà insieme a tutta questa gente l’atto di consacrazione insieme a Papa Francesco collegato da San Pietro.

“Venerdì 25 Marzo alle 17.15 ci sarà il santo Rosario meditato – riporta don Roberto Visier – alle 18 la santa Messa con la consacrazione a Maria santissima secondo gli insegnamenti di si San Luigi di Monfort. Presiederà l’eucarestia Padre Josip Magdic morfortiano. La messa terminerà alle 19.30. Essendo Venerdì se il numero dei fedeli lo consentirà di procederà con la Via Crucis“.

La Chiesa universale, detta comunemente cattolica, accoglie l’umanità con le diverse culture nazionali. Infatti questa comunità di ucraini cristiani si riunisce settimanalmente presso la cappella del Borghetto dei Pescatori, in Via Quinqueremi, mentre le famiglie polacche abitualmente si incontrano presso la parrocchia di San Nicola.

Il Vangelo di Gesù getta tra i cuori una rete di pace e fraternità. Questo fa la grande differenza in questo periodo drammatico. Lì dove i politici, il potere, i soldi, le risorse economiche, umane, dividono la gente polarizzandola verso sentimenti di rabbia, odio, sospetto, rancore, Gesù, Papa Francesco, i cristiani avvicinano.

E’ fondamentale che l’umanità si affidi se non alla Fede almeno ai fedeli e ai credenti che riescono a edificare ponti di relazioni.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

23/03/2022
0612/2022
San Nicola vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Sposarsi in chiesa fa durare il matrimonio

I dati Istat dimostrano che le nozze celebrate con rito religioso hanno una tendenza a resistere maggiore rispetto alle unioni celebrate con rito civile

Leggi tutto

Politica

Il nuovo governo Gentiloni

Ecce governo

Leggi tutto

Chiesa

Il caso Ladaria e gli errori di certa stampa

Per chi sappia come funzionano le trafile nella Curia Romana, la nomina di Luís Ladaria a prefetto dell’ex Sant’Uffizio è tutto fuorché una sorpresa: anche i giornalisti che avevano per tempo confezionato il pezzo con cui “impallinarlo” lo sapevano bene. In ogni critica però è presente un’autobiografia, e il tempismo con cui si stracciano certe vesti dice bene lo stile dell’“informazione”.

Leggi tutto

Chiesa

Il convegno di Siracusa raccontato da chi c’è stato

Oltre i soliti zelanti allarmismi di certo mondo reazionario si erge la parrhesía di Antonio Staglianò

Leggi tutto

Società

Pietro Bartolo e la sua visione sui migranti

La questione sui migranti continua a dividere anche i cattolici. La maggior parte dell’opinione pubblica sta con il ministro dell’Interno ma Pietro Bartolo ci dice la sua….

Leggi tutto

Politica

Il Popolo della Famiglia all’alba del neo-bipolarismo

Dopo aver perso contro Salvini per averlo attaccato dal fronte piddino, ora la Chiesa sembra soppesare l’opportunità di provare a influenzarlo (e potrebbe essere un ulteriore errore). Peccato, perché il momento sarebbe propizio per la nascita di un vero nuovo bipolarismo: i fattori paiono esserci.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano