Società

di Nathan Algren

Colombia: patto per la vita

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il Quinto rapporto pre-elettorale sulla violenza contro i leader politici, sociali e comunali – dal 13 marzo 2021 al 13 gennaio 2022 – realizzato dalla Missione di Osservazione Elettorale (OEO), riporta che nel calendario pre-elettorale del periodo analizzato, ci sono stati 180 atti di violenza contro leader politici, che rappresentano il 39,6% dei casi totali. Si è verificato un aumento dell’89,5% degli atti di violenza rispetto al 2017, nonché un aumento del 24,1% degli atti letali (passando da 29 a 36) contro questa leadership. Tale scenario genera preoccupazione perché se la violenza contro i leader politici si è intensificata dall’anno pre-elettorale, le elezioni del 2022 potrebbero innescare una situazione ancora più devastante. Il 13 marzo infatti si sono svolte le elezioni legislative per eleggere i rappresentanti al Congresso, e il primo turno delle elezioni presidenziali è fissato per il 29 maggio

Per contribuire ad eliminare gli atti di violenza, stigmatizzazione e intolleranza legati al confronto politico, presidenti e rappresentanti di vari partiti politici colombiani hanno firmato il Patto per la vita, per una cultura politica pacifica, per la democrazia e la non violenza nelle elezioni e nell’esercizio politico. Hanno partecipato all’atto della firma del patto il Presidente della Repubblica, Ivan Duque, il Ministro dell’Interno, Daniel Palacios, il Cancelliere Nazionale, Alexander Vega e il direttore della Pastorale Sociale – Caritas, Monsignor Héctor Fabio Henao.
I partiti si sono impegnati a: promuovere una cultura basata sul riconoscimento e sul rispetto dell’avversario politico; rifiutare pubblicamente e denunciare alle autorità competenti tutto ciò che minaccia il funzionamento della democrazia; utilizzare in modo responsabile e rispettoso gli spazi nei media e nei social network; promuovere il libero e consapevole esercizio dei diritti politici di tutti i cittadini; promuovere, rispettare e riconoscere la partecipazione paritaria delle donne.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

23/03/2022
3011/2022
Sant'Andrea

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Scuola e chiesa ora tocchiamo veramente i fondi

Gabriele Toccafondi è un fiorentino del ‘72, laureato in scienze politiche, ha fatto il consigliere all’università di Firenze, è stato membro di un sacco di commissioni e promotore di iniziative culturali e dal ‘99 ha messo i piedi in politica per poi non toglierli più. Ha militato tra le file di una lista civica, poi è passato a Forza Italia, poi è stato deputato PdL e nel 2013 ha indossato la casacca NCD, grazie alla quale ora siede sulla poltrona di Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Leggi tutto

Storie

A tu per tu con Serafino Ferrino

Intervista al prof. Serafino Ferrino che, fra i primi sindaci italiani a opporre obiezione di coscienza alle Unioni civili omosessuali, ha subito il 28 luglio una brutale aggressione sui cui colpevoli ancora
non è stata fatta luce. Riconosciamo nell’ex Sindaco di Favria un uomo che ha tenuto la schiena dritta contro la tecnica violenta e anti-democratica dei falsi miti del Progresso. Finito in prognosi riservata

Leggi tutto

Società

Sul tema delle armi

Recentemente ha fatto discutere il deposito di ben cinque proposte di legge volte a liberalizzare (de iure, ma soprattutto de facto) la detenzione privata di armi da fuoco: i depositari delle proposte, specie i leghisti, cercano di puntare tutta l’attenzione sul diritto alla legittima difesa, ma ciò non tiene in conto che l’Italia non conta grandi casi di condanne per questa fattispecie… e oltretutto che armare virtualmente tutta la società non la rende più sicura

Leggi tutto

Politica

RIPARTIRE DALLA LOTTA PER LA GIUSTIZIA

Dal punto di vista culturale l’unico contesto in cui si è potuto ascoltare qualche parola netta contro suicidio assistito ed eutanasia è stato l’àmbito della Chiesa cattolica. Da Papa Francesco al cardinale Bassetti con evidenza e chiarezza si è detto che l’orizzonte indicato da Cappato è pericoloso. Non un solo editorialista “laico” ha fatto altrettanto. Il Popolo della Famiglia raccoglie questa sfida politica.

Leggi tutto

Politica

Vittorie e proposte

Temiamo fortemente che in una famiglia modesta con mamma e papà impiegati questo comporterà un peggioramento delle condizioni, vista la cancellazione di ogni bonus e detrazione. Servire altro. Con i tre miliardi stanziati dalla manovra 2021 per l’assegno per il figlio si può subito varare la storica proposta del Popolo della Famiglia: il reddito di maternità, mille euro al mese per le mamme che si dedicheranno in via esclusiva alla cura dei figli, riconoscendone dunque pienamente il ruolo effettivamente lavorativo ad alta valenza sociale.

Leggi tutto

Politica

Report risultati elettorali liste Popolo della Famiglia

Alle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre 2021 il Popolo della Famiglia è stato protagonista con il proprio simbolo in trentanove liste presentate su tutto il territorio nazionale, partecipando a regionali, comunali, municipali e circoscrizionali con un reticolato organizzativo mai così fitto.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano