Storie

di Roberto Signori

USA. Il dramma del traffico di parti di bambini abortiti

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Alcuni attivisti pro-life hanno scoperto in un laboratorio del Dipartimento di Pediatria dell’Università di Washington: un congelatore pieno di file e file di parti del corpo di bambini abortiti.

Gli attivisti di vari gruppi pro vita (Progressive Anti-Abortion Uprising (PAAU), Survivors of the Abortion Holocaust, Pro-Life San Francisco e Rehumanize International) hanno detto di aver ottenuto l’accesso al congelatore il 9 marzo dopo aver affrontato il direttivo dell’università riguardo alle loro pratiche non etiche che hanno reso l’istituto universitario la più grande banca di organi fetali attiva nella nazione.

Questa settimana i gruppi pro-vita hanno pubblicato una foto del congelatore, che, secondo quanto riportato, conteneva file e file di borse contenenti parti del corpo di bambini abortiti, etichettate e pronte per essere spedite ai ricercatori scientifici in tutto il paese.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

31/03/2022
0110/2022
S. Teresa di Gesù bambino

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Eutanasia, via libera al testo in commissione

Il centrodestra vota contro, ok da M5S, Pd, Leu, Iv e Più Europa. Perantoni e Lorefice, presidenti di Giustizia e Affari Sociali: “Responsabilità di tutti i gruppi rispondere ai malati e alle loro famiglie”.

Leggi tutto

Politica

De Carli (PdF): “In 10 anni nascite diminuite di un terzo”

De Carli: “E’ necessario adottare iniziative incisive e noi ne proponiamo due: il reddito di maternità comunale e il quoziente familiare per le tasse locali”

Leggi tutto

Politica

Putin ha ragione: ecco il documento che imbarazza la NATO

«Abbiamo promesso ufficialmente all’Unione sovietica nei colloqui 2+4, così come in altri contatti bilaterali tra Washington e Mosca, che non intendiamo sfruttare sul piano strategico il ritiro delle truppe sovietiche dall’Europa centro-orientale e che la NATO non dovrà espandersi al di là dei confini della nuova Germania né formalmente né informalmente». Se Gorbaciov avesse fornito il suo ok alla riunificazione tedesca all’interno della NATO, l’Occidente avrebbe mirato a stabilire un’architettura di sicurezza che tenesse conto degli interessi di Mosca.

Leggi tutto

Storie

Bimbi sani in Europa, i disabili gravi restano a Kiev

I bambini sani vanno in Europa, quelli gravemente disabili rimangono a Kiev. È l’amara decisione, maturata con la guerra in diversi orfanotrofi ucraini, che ha esasperato le difficoltà degli istituti di accoglienza dei minori, in gran parte risalenti al regime sovietico, che spesso, già prima del conflitto, lamentavano carenza di cibo e medicine.

Leggi tutto

Società

PAKISTAN - Diritti delle minoranze

Nasira Iqbal, giudice in pensione, ha dichiarato: “Sono passati otto anni dall’emanazione di quel pronunciamento e stiamo ancora aspettando la sua attuazione. È responsabilità del governo attuare gli ordini dei tribunali e affrontare gravi problemi che le minoranze incontrano in Pakistan. La sentenza sottolinea l’uguaglianza dei diritti per tutti i cittadini, indipendentemente dalla fede, pertanto il governo deve sviluppare programmi di studio inclusivi e tolleranti per tutti, come disposto dal tribunale”.

Leggi tutto

Storie

Il nuotatore trans Lia Thomas concorre per essere atleta donna dell’anno

Il nuotatore trans Lia Thomas, già al centro di innumerevoli polemiche per aver partecipato a competizioni femminili (e per averle vinte grazie al vantaggio che gli deriva dal possedere una struttura fisica maschile) e lo spiacevole vizietto di voler dividere gli spogliatoi con le colleghe femmine, è stato proposto come atleta (donna) dell’anno 2022 dall’Università della Pennsylvania.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano