Società

di Roberto Signori

USA - Lesbiche fanno causa alla clinica per la fertilità

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Una coppia lesbica ha fatto causa a una clinica per la fertilità dopo aver saputo che l’embrione che avevano impiantato in una delle due era un maschio e non una femmina.

«Sembrava che ci fosse un alieno che viveva dentro di me», ha dichiarato Heather Wilhelm-Routenberg. Secondo lei l’errore è stato «proprio come uno stupro».

Il CNY Fertility Center di Latham, New York, aveva fecondato artificialmente gli ovuli della compagna di Heather, Robin, con sperma acquistato da un cosiddetto “donatore”.

Per fortuna le donne hanno deciso di non abortire il bambino che - comunque - ha il Dna di Robin.

Alla nascita del bambino, nel dicembre 2020, le due donne sono state incapaci di legare con lui: Heather diceva che solo a toccarlo provava delle scariche elettriche, ansia e idee suicidarie.

Avere una bambina «non era una preferenza, era un bisogno», perché lei ha avuto sempre esperienze negative con i ragazzi ed è stata anche vittima di aggressioni.

Dopo un po’ di tempo, però, il piccolo è stato finalmente accettato dalla madre e dalla compagna che ora dichiarano che è un bambino adorabile. Però hanno sporto denuncia alla clinica per grave negligenza e per il danno subito.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

04/04/2022
0612/2022
San Nicola vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Confutando Spadaro e Figueroa

Il gesuita siciliano che si accredita come frontman dei consiglieri di Papa Francesco (e che con questi crediti intasca colonne di editoriale sui giornaloni) si è lasciato andare, insieme col direttore dell’edizione argentina de L’Osservatore Romano, a un’analisi sociopolitica dell’attuale quadro Usa. Stupisce l’approssimazione del testo, evasivo sui dati e apodittico sui teoremi: si può fare meglio

Leggi tutto

Chiesa

Vescovi Usa: approvato il documento sull’Eucaristia

Con 222 voti favorevoli e 8 contrari, la Usccb, riunita in plenaria a Baltimora, dà il placet al testo “Mistero dell’Eucaristia nella vita della Chiesa”.

Leggi tutto

Società

La Florida vara una legge sull’aborto restrittiva

È vietato l’aborto dopo 15 settimane di gravidanza. La legge attualmente in vigore lo consentiva fino alle 24 settimane. Non sono peviste eccezioni per le vittime di stupro, incesto o tratta di esseri umani.

Leggi tutto

Chiesa

Le intenzioni del papa

La posizione di Francesco sulla guerra russo-ucraina testimonia della sua buona fede, alla quale sempre sono stato propenso a credere. Anche perché il mare di vive intuizioni innovative che trasmette non potrebbe facilmente provenire da un burocrate. Francesco vuole uscire dalle astrazioni, dagli spiritualismi, del razionalismo ma non avendo ricevuto la grazia di intuire un oltre rispetto al razionalismo stesso esso resta la sua cultura di riferimento, sia pur guardata con sospetto. Così finisce nel pragmatismo del “famo a capisse” e non in una rinnovata ricerca del discernere divino e umano del Gesù dei vangeli, del suo cuore nella luce che scende a misura, come una colomba.

Leggi tutto

Storie

Florida - Salva la legge che vieta contenuti sessuali e gender nelle scuole

In Florida è salvo il Parental Rights in Education Act, ovvero la legge promossa dal governatore Ron DeSantis che vuole vietare la diffusione di contenuti sessuali - e pro-gender - nelle scuole dello Stato.

Leggi tutto

Società

Il dramma dell’aborto

li aborti nel terzo trimestre negli Stati Uniti sono una percentuale irrisoria rispetto alla totalità di quelli rilevati. La più recente indagine federale del Centers for Diseases Control and Prevention, (Abortion Surveillance 2015) ha registrato 640mila aborti nell’anno dagli stati che li hanno comunicati. Tuttavia, diversi stati non comunicano i dati relativi agli aborti procurati: secondo l’Istituto Guttmacher (precedente, istituto di ricerca per Planned Parenthood), la stima in tutta la nazione si aggirerebbe attorno al milione. Di quelli riportati nell’indagine del CDC per i 2/3 (430mila) è nota la settimana di gestazione, di questi solo 1,3% praticato dopo le 21 settimane. Applicando la stessa percentuale sul totale si ottengono circa 8400 aborti dopo le 21 settimane, un numero che prevedibilmente scende di molto se si contabilizzassero quelli dalle 25 o dalle 27 settimane, cioè propriamente gli aborti late-term, nell’ultimo trimestre effettivo.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano