Società

di Giuseppe Udinov

USA - Difesa delle donne contro i gender nello sport

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Arizona, Oklahoma e Kentucky, a fine marzo, si sono uniti alla schiera di altri stati le cui legislature guidate dai repubblicani hanno approvato leggi per proteggere gli sport femminili dagli attivisti transgender.

Questi stati si uniscono a Texas, Alabama, Mississippi e Iowa, tra gli altri, così come lo Utah. Il Congresso dell’Indiana si è infatti detto pronto a votare nuovamente la legge che vieta ai maschi e transessuali di partecipare alle manifestazioni femminili, dopo che era arrivato però il veto del Governatore. Tutte e tre le legislature statali hanno approvato le leggi, che passeranno appunto ai rispettivi governatori nei prossimi giorni, sperando non adottino il veto e respingano le proposte.

La Camera dell’Arizona, dominata dai Repubblicani, ha approvato con 31 voti a favore e 24 contrari la legge SB 1165 e l’ha inviata per la firma del governatore Doug Ducey. Secondo l’Associated Press, Ducey non ha ancora detto se firmerà la legge.

I politici dello Utah, invece, hanno votato per annullare il veto del governatore Spencer Cox e la legislatura dello Stato dell’Indiana ha già previsto di fare lo stesso a maggio.

Nel dettaglio la legge proposta dall’Arizo si applicherebbe non solo allo sport agonistico e dilettantistico, ma anche alle scuole pubbliche e ai college, così come alle istituzioni private che competono con le scuole pubbliche.

La legge SB2 dell’Oklahoma, invece, è passata per 37 voti favorevoli contro 7 contrari, e attende ora la firma del governatore Kevin Stitt, che ha solo pochi giorni per decidere se porre il veto o approvare la legge. La legislazione è quasi identica a quella dell’Arizona e impone che «le squadre designate per ‘femmine’, ‘donne’ o ‘ragazze’ non siano aperte agli studenti di sesso maschile”, permettendo agli studenti di citare in giudizio una scuola se questa viola la legislazione e priva lo studente di un’opportunità atletica». Il disegno di legge, inoltre, ordina ai genitori o tutori legali di uno studente all’inizio di ogni anno scolastico di «firmare un documento che riconosce il sesso biologico dello studente alla nascita».

I legislatori del Kentucky, seguendo i loro colleghi, hanno approvato la legge SB83 con una maggioranza di 26 voti favorevoli e 9 contrari, e in questo caso la legge vieta agli uomini che pensano di essere donne di partecipare a sport femminili fin dal college. La legislazione richiederebbe agli studenti di avere una copia originale e non modificata del loro certificato di nascita o un documento firmato da un medico. Secondo il Courier Journal, il governatore democratico Andy Beshear non ha indicato se approverà o porrà il veto alla legge.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

07/04/2022
0612/2022
San Nicola vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Gender, la risposta è un popolo in piazza

Con una conferenza stampa è stata ufficialmente convocata la manifestazione del 20 giugno in piazza San Giovanni a Roma dal comitato “Difendiamo i nostri figli”

Leggi tutto

Politica

Vaccini a tempo di record

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha annunciato che intende presentare delle norme di tipo “tecnico-scientifico” per dare alle famiglie e alle istituzioni le istruzioni su come funzioneranno le novità, compreso il periodo transitorio. Il decreto legge approvato lo scorso 19 maggio in Consiglio dei Ministri reintroduce l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’iscrizione ad asili nido e scuole materne, ovvero nella fascia d’età 0-6 anni. Ma l’obbligo riguarderà, con modalità diverse, anche elementari, scuole medie e primi due anni delle superiori, fino cioè ai 16 anni dei ragazzi. In questo caso non si prevede il divieto di iscrizione a scuola, bensì sanzioni e provvedimenti per i genitori. A diventare obbligatorie, a partire dal prossimo settembre, sono 12 vaccinazioni: le 4 già obbligatorie (antidifterica, antitetanica, antipoliomielitica e antiepatite virale B) alle quali si aggiungono anti-pertosse, anti-meningococco B e C, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella e il vaccino contro l’Haemophilus influenzae.

Leggi tutto

Società

Pisa: all’Università stop alle toilette divise

Nell’ateneo invece che a studiare si pensa ai bagni “gender free”, L’università toscana accelera la procedura dopo che gli studenti di “Sinistra Per” avevano appeso alcuni volantini sui simboli uomo/donna

Leggi tutto

Storie

Pakistan: insegnante accusata “in sogno” di blasfemia

Delitto in una madrassa della città di Dera Ismail Khan. Tre donne hanno sgozzato un’altra giovane docente per un comando “ricevuto in sogno dal Profeta”

Leggi tutto

Storie

Un’estate rovente

Una riflessione sulle scombiccherate dinamiche che si creano tra uomini e donne. Siamo due universi diversi e lontani ma che non possono fare a meno gli uni delle altre. Ci incontriamo, scontriamo, insultiamo, amiamo ma poi, alla fine, ci riavviciniamo. In questa Estate torrida ed incasinata forse, ancora di più, abbiamo bisogno dell’altra metà del cielo. Abbiamo bisogno di felicità, serenità , leggerezza…ma fondamentalmente di essere amati.

Leggi tutto

Politica

Difendo i miei figli dal gender nelle scuole: ministro Giannini, arresti me

L’esponente del governo accusa di “truffa culturale” i genitori preoccupati dall’ideologia che avanza nelle aule e minaccia denunce

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano