Storie

di Nathan Algren

Mymensingh, padre Rabanal è tornato alla casa del Padre

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

All’età di 88 anni è morto a Dhaka il 3 aprile il missionario filippino della Santa Croce p. Alejandro R. Rabanal, che per tanti anni ha predicato il messaggio di Dio tra le comunità garo, dando il suo contributo anche allo sviluppo delle tecniche per la coltivazione del riso.

Arrivato nel 1958 come agronomo in quello che era ancora il Pakistan Orientale, p. Alejandro aveva poi scoperto la sua vocazione religiosa ed era entrato nel seminario della Santa Croce. Il 18 gennaio 1988, all’età di 54 anni, era stato ordinato sacerdote a Jalchatra, del distretto di Tangail, nella diocesi di Mymensingh. “La gente lo ricorda ancora per il suo grande contributo”, ha commentato il parroco della città, p. Lawrence Reberio, presente al suo funerale presieduto da mons. Ponen Paul Kubi, missionario della Santa Croce e vescovo di Mymensingh,.

P. Rabanal ha trascorso tutta la sua vita nelle diverse parrocchie della diocesi, tra gli indigeni garo, molti dei quali ancora non conoscono il Vangelo. “Una vita così semplice che ancora mi lascia senza parole”, ricorda John Gomes, un parrocchiano di Mariamnagar. “Era un esempio per gli altri sacerdoti, un vero missionario” aggiunge mons. Ponen Paul Kubi. “Amava i garo e i garo amavano lui” continua il vescovo, “ha imparato le loro lingue e la loro cultura. È entrato nel loro cuore.”. Veniva chiamato con amore achu, che significa “nonno”.

Amico dei contadini, in un Paese in cui l’ 80% degli abitanti vive di agricoltura, ha introdotto delle nuove tecniche di coltivazione del riso, dando un contributo fondamentale al settore. “Una volta la gente di Madhupur non produceva riso - spiega p. Lorenzo Reberio - ma p. Alejandro ha incoraggiato la comunità a creare delle risaie. Ancora oggi gli agricoltori producono riso in abbondanza”. “Abbiamo cambiato la nostra situazione socio-economica grazie alle risaie di p. Alejandro”, ha spiegato Premsog, un allevatore garo di Jalchatra.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

07/04/2022
0107/2022
Sant'Aronne

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Lettera di Monsignor Andrea Bellandi per il Natale

In vista del Santo Natale il nostro Arcivescovo ha rivolto il proprio messaggio di auguri ai fedeli dell’Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno, nella lettera S.E. Mons. Andrea Bellandi scrive: Viviamo in un “cambiamento d’epoca”, come più volte ha detto papa Francesco, ma spesso molti tra noi non ne hanno piena coscienza e il rischio è che, pur continuando ad usare parole cristiane, compiere gesti cristiani, appellarsi a valori cristiani – nella logica del “si è sempre fatto così” – questa tradizione risulti a molti sempre più vuota di contenuto e di esperienza reale (…)

Leggi tutto

Politica

Egitto: in approvazione legge sullo statuto personale dei cristiani

Il coinvolgimento delle Chiese e comunità ecclesiali presenti in Egitto nel lungo iter per la stesura di una nuova legge sullo statuto personale, era iniziato già nel 2014

Leggi tutto

Chiesa

Costa D’Avorio - Il contributo della Chiesa per le nuove generazioni

“Il tema dell’istruzione - ha affermato Monsignor. Bessi Dogbo - è una grande sfida che richiede una riflessione approfondita sul modello di società da costruire e sui mezzi per realizzare una buona formazione, ma che pone anche al primo posto la formazione integrale dell’uomo”.

Leggi tutto

Chiesa

Comece: no al diritto all’aborto nella Carta UE

“Profonda preoccupazione e opposizione”: sono le parole che la presidenza della Comece, Commissione delle Conferenze episcopali della Comunità europea, esprime a fronte del discorso del presidente Emmanuel Macron al Parlamento europeo il 19 gennaio scorso che proponeva di aggiornare la Carta europea dei diritti fondamentali per includere il riconoscimento di un diritto all’aborto.

Leggi tutto

Politica

Ucraina e problemi sotterranei

Viviamo in un’epoca di nuovi dominatori, finanza e big tech. Molte cose sembrano avvenire favorendo lo sviluppo del virtuale, ponendo le stesse compagini statali in forte soggezione a causa dell’imperversare del pensiero unico. Le nazioni rischiano di divenire semplici espressioni di queste dinamiche superiori.

Leggi tutto

Società

IDENTIKIT DELL’AMORE PERFETTO, LIBERO E RESPONSABILE

In un epoca in cui si parla di erotismo sino alla nausea, e nelle sue sfaccettature più bieche, trasformando un momento intimo in qualcosa da esibire senza ritegno come vanto, perdendo di vista il rispetto del corpo e della persona nelle sua integrità, rimane incredibilmente solo la voce inascoltata del magistero cattolico a parlarci della vera sessualità e non a esporre la sua parodia più becera.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano