Politica

di la redazione

De Carli candidato a Riolo Terme

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il prossimo 12 giugno i cittadini saranno chiamati a eleggere il nuovo sindaco di Riolo Terme. Tra i candidati c’è anche Mirko De Carli, capogruppo del Popolo della Famiglia in consiglio comunale, che ha annunciato la sua ricandidatura a sindaco di Riolo (si era già candidato alle scorse elezioni del 2017).

“Riolo Terme è diventata negli anni la mia comunità grazie al modo con cui mi avete trasmesso l’amore per questa terra e grazie all’impegno costante, in Comune e nel paese, nel cercare di prendermi a cuore i problemi di ogni famiglia che mi ha interpellato - si legge in una lettera ai cittadini diffusa da De Carli al banchetto elettorale del mercato cittadino - Ci aspettano alcune settimane intense di lavoro che non voglio ridurre al termine “campagna elettorale”: sono cinque anni che affrontiamo i problemi del territorio uno per volta e ora siamo pronti a indicare una serie di “cose da fare” pratiche e concrete per il prossimo mandato di governo cittadino. Nessuna promessa, nessun annuncio e nessuno scontro tra forze politiche: solo un obiettivo, quello di incontrare una famiglia per volta, un’impresa per volta per raccontare la nostra visione della Riolo Terme di domani”.

“Le priorità? Sono quelle di un paese che vuole uscire da due anni di pandemia più forte e più competitivo di prima - spiega il candidato - Non starò quindi a proporvi un elenco sterile su punti che poi, come da (pessima) abitudine, cadrebbero nel dimenticatoio del palazzo comunale una volta concluse le elezioni amministrative. Agiremo su due fronti: personale e comunitario. Riceverete nelle prossime settimane una chiamata da parte mia per chiedere dieci minuti del vostro tempo per ascoltare qualche vostro contributo o disappunto e presentarvi le 10 cose da fare su cui ci impegneremo come lista. Oltre a questo sarete invitati a partecipare a incontri periodici sui temi che caratterizzano il nostro programma che saranno realizzati nel centro storico e nelle varie frazioni. L’impegno personale che vi chiedo è di leggere il materiale che vi invieremo, concederci un pò del vostro tempo e partecipare alle nostre iniziative con spirito collaborativo e critico. Siamo romagnoli e quindi amiamo dire le cose “pane al pane vino al vino”: ci presentiamo come lista civica “Lista per Riolo Terme” proprio per offrire una casa politica ai tanti cittadini che non vogliono aderire ai partiti tradizionali e che desiderano unicamente una classe dirigente preparata, competente e capace di affrontare i problemi senza strumentalizzarli a fini elettorali. Il richiamo al Popolo della Famiglia vuole essere segno di una coerenza che noi romagnoli sappiamo apprezzare: non ci nascondiamo dietro a un dito, sappiamo da dove veniamo, chi siamo e quali valori ci animano e per questo siamo orgogliosamente parte di un popolo che non ha paura di mettere al primo posto i bisogni di ogni famiglia. Vi abbraccio caramente in attesa di farlo di persona nelle prossime settimane: ora, cari riolesi, diamoci una mano e diamoci da fare”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

08/04/2022
0812/2022
Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Ringraziamenti, risposte, preghiere

In molti hanno commentato la nascita del Popolo della Famiglia, soggetto politico in vista delle amministrative: qui alcune osservazioni in replica

Leggi tutto

Storie

101 VERBI - COSE FATTE E SUGGERIMENTI

Ringraziare è anche condividere e allora vai con i 101 diversi verbi che pensavo di far diventare un nuovo libro e che invece voglio regalare a voi che mi seguite sui social, alla fine per farvi i fatti miei e allora che siano raccontate le cose fatte, in una vita che è stata anche devastata e devastante, ma ha corso al ritmo serrato di una opera rock. Nessuno si è annoiato.

Leggi tutto

Società

TRE CIFRE, TRE LETTERE, FORSE UNO SPIRAGLIO ?

C’è un sistema fatto di persone che hanno dimenticato la civiltà e il senso dell’umano, c’è un insieme di funzioni, di uffici, di scrivanie popolati dal genere umano che di umano pare avere ben poco in particolar modo se l’umano da “trattare” è l’infanzia, l’infanzia in senso lato.
Pensiamo a come ogni tassello sia al suo posto e a come il valore più importante quale il tempo venga dilatato e reso “biblico”… i giorni i mesi e gli anni si sommano ora dopo ora,  i figli sono strappati dilaniati psichiatrizzati psicologizzati nel tentativo di cancellare colei che ha donato loro la vita.

Leggi tutto

Società

Mario Adinolfi a Marco Cappato sull’eutanasia attiva

Spero che queste parole ti interroghino e interroghino i congressisti di Bari, che noi verremo a contestare con le nostre bandiere del Popolo della Famiglia e con i nostri militanti disabili che vogliono vivere e non morire, non vogliono sentirsi dire che diventano “dignitosi” solo se scelgono di suicidarsi. Continuiamo a credere che quello sconosciuto depresso che sale su un parapetto per buttarsi giù vada convinto a non farlo, non vada spinto di sotto per aiutare la sua “libera autodeterminazione”. E continuiamo a pensare che una società che organizza la sua libertà attorno all’idea di liberamente sballarsi, drogarsi, uccidersi sia una società malata che necessita di una cura.

Leggi tutto

Storie

Intervista alla mia maestra

Intervista alla mastra Angelamaria Vaccaro che ha esercitato la sua professione per 40 anni alle scuole elementari

Leggi tutto

Società

UN MONUMENTO AGLI HATERS

L’odio e la violenza ormai sono presenti su media e social a livelli che hanno superato la guardia. E’ importante sottolineare che non vengono soltanto da una parte come si è solito far credere ma da fazioni contrapposte ormai su tutto causate da chi alimenta il pensiero unico.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano