Società

di Roberto Signori

India - Bande criminali vendono neonati di famiglie povere

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Lo Stato indiano dell’Andhra Pradesh fa i conti con la tragedia delle donne costrette a vendere i propri bambini a causa della povertà. A lanciare l’allarme è stato il quotidiano The Hindu, che riprendendo la denuncia dei funzionari locali della protezione dell’infanzia, ha alzato il velo sui traffici di alcune bande criminali che gestiscono questo racket.

Due casi sono stati segnalati a Eluru e Mangalagiri negli ultimi giorni. Un bambino di tre giorni sarebbe stato “scambiato” in un ospedale privato di Aswaraopet, un villaggio al confine tra Andhra Pradesh e Telangana. A gestire il racket sarebbe stato un medico a cui Il padre e la nonna del bambino lo avrebbero venduto per 200mila rupie (circa 2.400 euro). Questi lo avrebbe ceduto a una coppia di Visakhapatnam per 300mila rupie (3.600 euro), che a sua volta lo avrebbe infine venduto a una coppia di Anakapalli per 500mila rupie (6mila euro).

In un’altra vicenda resa nota dal soprintendente delegato della polizia J. Rambabu un operaio di Mangalagiri, nel distretto di Guntur, avrebbe venduto la sua terza figlia di due mesi a un’altra persona del distretto di Nalgonda in Telangana per 70mila rupie (850 euro). Mentre due mesi fa ad Eluru vi sarebbe stato un tentativo di vendere un’altra bambina di due mesi per appena 60mila rupie (720 euro): grazie a una soffiata i funzionari dell’ufficio per la protezione delle donne e dei bambini sono intervenuti e l’hanno affidata a una casa di accoglienza di Eluru. Non si tratta, purtroppo, di incidenti isolati: durante il lockdown era emersa la storia di una coppia di lavoratori edili migranti che avevano perso il lavoro e avevano cercato di vendere il loro figlio appena nato, ma erano stati catturati prima che l’affare fosse finalizzato e arrestati in base alla legge sulla giustizia minorile.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

08/04/2022
0612/2022
San Nicola vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Peter Singer, il bioeticista che vuole uccidere i neonati

Cosa dice il docente di Princeton che teorizza l’eutanasia “non volontaria” sui disabili, soprattutto se appena nati, con l’obiettivo di “ridurre i costi sanitari”

Leggi tutto

Politica

Ministro Bonetti: 30 milioni per i campi estivi

Non si coglie come sia possibile immaginare l’apertura di centri estivi – e chi dovrebbe educare i bambini ai giusti comportamenti all’interno dei medesimi? – se non si riconoscono le condizioni adeguate per riaprire le scuole. Si tratterebbe comunque di luoghi di “assembramento sociale”, in che spazi? Gestiti da chi? Insomma, le risposte del ministro contengono sempre una parte di giudizio interessante, a tratti anche condivisibile («i nostri figli hanno diritto di giocare», «la priorità è sostenere le famiglie e investire nel valore sociale che continuano a mettere in campo»), purtroppo innestate – quasi innaturalmente – in una concezione talmente ideologica e statalista per cui gli “aiuti” vanno promessi – si spera prima o poi anche erogati – al fine di un «cambio di paradigma» della società, che deve diventare come il ministro desidera.

Leggi tutto

Società

Sono 5,9 milioni i giovani lettori in Italia

Nella fascia 0-14 anni, i lettori (o ascoltatori) sono il 77% del totale e ognuno di questi legge in modi molto diversi: il 72% legge libri a stampa (anche illustrati), il 10% e-book, il 2% audiolibri fisici, il 3% audiolibri su piattaforme, il 18% utilizza app educative e narrative, il 34% (nella fascia 0-4 anni) libri tattili.

Leggi tutto

Società

A maggio “la fiera sulla fertilità”

Le date sono state fissate, per sabato 21 e domenica 22 maggio, mentre il luogo è ancora sconosciuto. Milano, come è stato comunicato alle famiglie che si sono iscritte alla newsletter per ricevere informazioni, ospiterà l’evento “Un sogno chiamato bebè“.

Leggi tutto

Storie

India - Karnataka e legge anti conversioni

Il primo ministro locale al governatore: sia promulgata senza attendere il voto della Camera alta del parlamento. Diventerebbe il decimo Stato indiano ad adottare il provvedimento utilizzato contro le attività dei cristiani. L’appello dell’arcivescovo di Bangalore: “Verrà utilizzata da frange estremiste per seminare discordia, il governatore non la approvi”

Leggi tutto

Storie

Save the Children e la drammatica tratta di minori

Il Rapporto dell’Ong intitolato “Piccoli schiavi invisibili” riporta un allarmante resoconto circa il traffico e lo sfruttamento di essere umani

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano