Storie

di Nathan Algren

L’arte in cammino

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Pellegrinaggio è il cammino quaresimale, ma anche l’intero anno liturgico. Pellegrinare, mettersi in viaggio è la metafora della vita di ogni uomo e di ogni donna alla ricerca del volto di Dio

Chi percorreva gli itinerari di fede sulla cosiddetta “Linea di san Michele” è stato più volte rappresentato dagli artisti che ne hanno messo in risalto le particolarità dell’abbigliamento, con i segni caratteristici dell’avvenuto pellegrinaggio. Lungo la strada la preghiera era rivolta in particolare a santi protettori come Rocco e Giacomo Maggiore, ritratti anch’essi con le vesti del pellegrino al pari di santi che in epoca medievale o nel primo Quattrocento avevano evangelizzato e contrastato eresie in luoghi remoti e spesso pericolosi: è il caso di san Giacomo della Marca, predicatore in Bosnia, Austria e Boemia, rappresentato con il bordone, il tipico bastone dal manico ricurvo utilizzato dai pellegrini.

In cammino è anche la mostra “Sulle orme di san Michele Arcangelo”, curata da Stefano Papetti e promossa dalla Regione Marche: vuole documentare e rendere omaggio al particolare legame tra arte e pellegrinaggio. Dal 9 aprile al 13 luglio è ospitata nel Bastione Sangallo di Loreto; successivamente, dal 22 luglio al 6 novembre, si sposterà nelle sale della Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno, ed infine a Senigallia, nel Palazzetto Baviera, dall’11 novembre 2022 al 12 febbraio 2023. Le opere spaziano dal Medioevo al Seicento, seguendo un percorso all’insegna dei luoghi di culto di san Michele Arcangelo. Non è un caso che la prima tappa di questa singolare esposizione sia la città in cui si venera la Santa Casa, considerata fin dal 1520 un centro universale di pellegrinaggio mariano.

L’articolato percorso comprende opere provenienti per lo più dalle collezioni civiche marchigiane, e vede alternarsi capolavori di Antonio da Fabriano, Carlo Crivelli, Pietro Alamanno, Guercino, Francesco Guerrieri, Pietro Liberi e Ferdinand Voet. Artisti che tra il XV e il XVII secolo hanno illustrato questo fenomeno, dedicando le rappresentazioni soprattutto a san Giacomo Maggiore e a san Rocco, patroni dei pellegrini, e descrivendo l’abbigliamento tipico dei devoti sia prima che dopo il periodo della Controriforma.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

12/04/2022
0602/2023
Ss. Paolo Miki e compagni

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

L’‘arte prescritta

Nell’epoca del pensiero unico, dei poteri forti che cercano di teleguidare le menti della gente, si possono inserire gli imput desiderati in un computer e ricavarne un film, un romanzo, una canzone, una coreografia e via discorrendo, di grande successo.

Leggi tutto

Chiesa

La Quaresima e le Chiese Stazionali

Nel nostro secolo intendiamo con stazione un luogo di sosta lungo un percorso. Nel mondo romano la terminologia relativa alla viabilità era specializzata con termini specifici come mansio, mutatio e, appunto, statio che è perdurato fino a noi. Per statio si intendeva per lo più un posto di guardia militare, dislocato lungo le vie e i confini dell’Impero, ma nelle fonti il suo uso si riscontra flessibile e riguarda anche funzioni amministrative o di semplice sosta e ristoro.

Leggi tutto

PoliticaStorie

Scuola delle Arti a San Pietro

Nasce ufficialmente in Vaticano un percorso di formazione pensato per trasmettere alle nuove generazioni di artigiani il sapere tecnico degli antichi e le competenze necessarie per svolgere il proprio servizio nella Basilica Vaticana

Leggi tutto

Chiesa

Le celebrazioni di Papa Francesco a marzo

Monsignor Diego Ravelli ha reso noto il calendario degli appuntamenti papali per il prossimo mese, a partire dai riti di inizio Quaresima

Leggi tutto

Chiesa

Cantalamessa: chi serve imita Dio

Il cardinale ha tenuto in Aula Paolo VI, alla presenza del Papa, la quinta e ultima predica di Quaresima: la lavanda dei piedi è “il sacramento dell’autorità cristiana”

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: i cristiani piccole lampade del Vangelo

All’appuntamento domenicale con l’Angelus in Piazza San Pietro, Papa Francesco spiega la trasfigurazione di Gesù sul monte davanti a Pietro, Giacomo e Giovanni. Francesco, nella seconda domenica di Quaresima, ci guida nel cuore dei discepoli, nell’angoscia della rivelazione del maestro che anticipa la sua morte, nel sogno di un “Messia forte e trionfante” che invece viene infranto.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano