Politica

di Giuseppe Udinov

Sui Paesi più poveri l’impatto della guerra

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“Il rallentamento della crescita globale dopo il Covid-19 ha aumentato il rischio che alcuni Paesi si trovino in una situazione di difficoltà per il debito” e ora c’è la guerra in Ucraina, sottolinea il governatore di Banca d’Italia. Tra tante drammatiche incertezze, una consapevolezza: il conflitto ha un “impatto economico enorme a livello globale” e – dice Visco - “non potrà che aggravare le fragilità macroeconomiche con lo shock dei prezzi alimentari” e di quello energetico.

Per valutare precisamente l’impatto della guerra in termini di costi umani, morali ed economici ci vorrà tempo, ma Visco avverte: bisogna affrontare tempestivamente l’insicurezza alimentare in Africa, in Asia centrale e nei Paesi meno sviluppati. “La storia dimostra – ricorda il governatore della Banca d’Italia - che i bruschi aumenti dei prezzi dei generi alimentari spesso innescano battute d’arresto economiche e politiche, instabilità, che a loro volta aumentano la fragilità, la povertà, il conflitto e la violenza”.

La guerra in Ucraina rappresenta “un cambiamento profondo e drammatico” che rischia di interrompere il processo di convergenza economica fra Paesi che era emerso con la globalizzazione dopo la fine della guerra fredda, e potrebbe portare a “diversi equilibri difficili da prevedere oggi”. Lo ha detto ancora il governatore Visco che, a conclusione del suo statement alla riunione del Development Committee della Banca Mondiale e del Fmi si è soffermato sul ‘dividendo della pace’ seguito alla fine della guerra fredda. Globalizzazione e processo tecnologico, fino a prima della pandemia, avevano “facilitato una forte riduzione della povertà” pur se con significative perdite di sicurezza nel lavoro e nel welfare da correggere”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

22/04/2022
2709/2022
S. Vincenzo de' Paoli

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

LIBERIA: crescono le comunità cristiane

In Liberia i poveri di Foya attendono condizioni di vita migliori”

Leggi tutto

Politica

Papa Francesco si congratulato con Mattarella per il bis

Nel telegramma al Presidente della Repubblica, Francesco parla dello “spirito di generosa disponibilità” con cui ha accolto la rielezione in questo tempo di pandemia e di incertezza

Leggi tutto

Politica

La crisi Ucraina

Russia, Ucraina, gli Stati Uniti ed il controllo sull’Europa

Leggi tutto

Chiesa

Parolin: stop alla guerra ed alle parole d’odio

In un’intervista all’emittente della Cei Tv2000, il segretario di Stato sottolinea che la Santa Sede è disponibile a promuovere iniziative di dialogo nella guerra nell’est Europa

Leggi tutto

Politica

Sasso: “No al gender nelle scuole

No al gender nelle nostre scuole”. Così in un post su Facebook sottosegretario di Stato al Ministero dell’istruzione nel governo Draghi Rossano Sasso: “Idee, valori in cui credo da sempre e non ideologie da seguire ‘ciecamente’.

Leggi tutto

Chiesa

La via Crucis unisce Russia ed Ucraina

Tra i testi delle meditazioni preparate dalle famiglie per il rito del Venerdì Santo, spiccano le testimonianze di una infermiera e di una studentessa appartenenti ai due Paesi in guerra

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano