Chiesa

di Roberto Signori

Papa Francesco in Indonesia?

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

L’Indonesia invita Papa Francesco a visitare il Paese: lo ha detto al Nunzio Apostolico, l’Arcivescovo Pietro Pioppo, e ai Vescovi cattolici indonesiani il ministro degli Affari religiosi Menag RI Yaqut Cholil Qoumas, giunto il 23 aprile nelle isole Molucche per partecipare alla cerimonia di Ordinazione episcopale del nuovo vescovo della diocesi di Amboina, mons. Senno Ngutra.

Incontrando il Nunzio, Vescovi e sacerdoti indonesiani presso il Catholic Center nel centro di Ambon, prima delle solenne celebrazione eucaristica di Ordinazione episcopale, Menag RI ha informato del suo imminente viaggio in Vaticano per consegnare di persona un messaggio e un invito ufficiale al Pontefice perchè visiti l’Indonesia.

In precedenza, la Santa Sede aveva emesso il suo annuncio ufficiale sul desiderio di Papa Francesco di visitare l’Indonesia e Timor Est già nel settembre 2020, ma il viaggio, in fase di studio, è stato poi improvvisamente annullato a causa della pandemia Covid-19.
Menag RI Qoumas ha poi riferito che il governo indonesiano ha intenzione di promuovere l’edificazione di nuova chiesa cattedrale a IKN Nusantara, quella che sarà nuova capitale indonesiana, nel Kalimantan orientale. “Per questo motivo, stiamo coordinandoci con il Vescovo locale nell’arcidiocesi di Samarinda, mons. Yustinus Harjosusanto”, ha informato il Ministro.

Inoltre, ha detto, il Ministero per gli affari religiosi intende riconsiderare le due festività nazionali religiose cristiane legate al “Giorno dell’Ascensione” e al giorno di Pasqua: il termine “Isa Al Masih” sarà ufficialmente trasformato nella parola “Cristo”, accogliendo le richieste della comunità cristiana indonesiana.

Nel discorso dopo l’ordinazione episcopale, il nuovo Vescovo della diocesi di Amboina, mons. Senno Ngutra, in passato impegnato attivamente con i giovani in iniziative di sensibilizzazione interreligiosa, si è rivolto al Ministro invitando il governo a promuovere solidarietà sociale e tolleranza interreligiosa non solo attraverso discorsi ma con programmi e azioni efficaci “per creare fruttuosi benefici nella società”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

27/04/2022
0612/2022
San Nicola vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Senza bambini non si cresce

Il vescovo Negri dice che sei milioni di aborti hanno contribuito alla crisi del Paese e ha ragione

Leggi tutto

Politica

L’InaugurationDay visto da laggiù

Girato l’angolo, ci si para davanti una testuggine della polizia in assetto anti-sommossa, alzo lo sguardo e vedo salire in lontananza una colonna di fumo nero. “Hanno dato fuoco a una limousine”, ci dice una ragazza. Mentre passo accanto allo schieramento, incrocio lo sguardo inquieto di un poliziotto di colore, non avrà più di venti anni. Già nelle ore precedenti erano circolate notizie di vetrate spaccate, quelle di un McDonald e di una filiale di Bank of America. Anche io, nel 2012, la prima volta in cui ho votato in un’elezione presidenziale, ho provato la cocente delusione di non vedere il mio candidato eletto, ma mi sono limitata a sfogare la mia frustrazione con un post su Facebook. Quella devastazione, quegli occhi impauriti, quegli americani che attaccano altri americani per affermare la propria idea sono la conferma che Trump è stata la scelta giusta.

Leggi tutto

Chiesa

Benedetta Bianchi Porro verso la beatificazione

Ricevendo il cardinal Becciu, quindi, il Papa ha autorizzato per primo il Decreto sulle virtù eroiche e sulla conferma del culto da tempo immemorabile, ottenendo quindi la beatificazione equipollente, di Michał Gjedrojć, noto anche come Mykolas Giedraitis. Nato a Giedrojcie, oggi in Lituania, intorno al 1420, fu di salute gracile fin dall’infanzia. Dato che i genitori quasi lo trascuravano, passava il suo tempo in solitudine. Questo lo condusse a domandare di entrare tra i Canonici Regolari della Penitenza dei Beati Martiri, un ordine ormai estinto ma improntato alla Regola di sant’Agostino. Si trasferì quindi a Cracovia e studiò presso l’Università Jagellonica. La chiesa del monastero del suo ordine divenne quasi la sua seconda casa, tante erano le ore che vi trascorreva in preghiera con le braccia spalancate in forma di croce. Moltissimi venivano da lui a chiedere consigli e a raccomandargli le proprie intenzioni.

Leggi tutto

Società

Giuseppe Noia ginecologo contro l’aborto

Giuseppe Noia nasce a Terranova da Sibari il 14 Gennaio 1951.
Nel 1975 si laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.
Nel 1980 consegue la specializzazione in Ginecologia e Ostetricia e nel 1988 quella in Urologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.
E’ docente di Medicina dell’Età Prenatale presso la facoltà di Medicina e Chirurgia, Scuola di Specializzazione in Ginecologia e Ostetricia, Scuola di Specializzazione in Genetica e diploma di laurea di Ostetricia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. E’ docente dei corsi di Perfezionamento e dei Master in Bioetica presso il Pontificio Consiglio per gli studi sulla famiglia Istituto Giovanni Paolo II.
E’ Presidente dell’Associazione Italiana Ginecologi Ostetrici Cattolici (AIGOC).

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco all’Angelus: “Il cuore guarisce ascoltando”

All’appuntamento con l’Angelus della prima domenica di settembre il Papa si sofferma sulla guarigione del sordomuto narrata nel Vangelo di Marco. Al termine della preghiera mariana ricorda il popolo afgano, le popolazioni Usa colpite dall’Uragano e il viaggio in Ungheria e Slovacchia ormai in arrivo.

Leggi tutto

Chiesa

La Chiesa opera per la pace

Ci sono “nuove interpretazioni dei diritti umani” e “in molti casi, i ‘nuovi diritti’ non solo contraddicono i valori che dovrebbero sostenere, ma vengono imposti nonostante l’assenza di consenso internazionale”. Lo ha dichiarato il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato vaticano, in un videomessaggio all’Assemblea generale dell’Onu.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano