Chiesa

di Roberto Signori

Papa Francesco in Indonesia?

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

L’Indonesia invita Papa Francesco a visitare il Paese: lo ha detto al Nunzio Apostolico, l’Arcivescovo Pietro Pioppo, e ai Vescovi cattolici indonesiani il ministro degli Affari religiosi Menag RI Yaqut Cholil Qoumas, giunto il 23 aprile nelle isole Molucche per partecipare alla cerimonia di Ordinazione episcopale del nuovo vescovo della diocesi di Amboina, mons. Senno Ngutra.

Incontrando il Nunzio, Vescovi e sacerdoti indonesiani presso il Catholic Center nel centro di Ambon, prima delle solenne celebrazione eucaristica di Ordinazione episcopale, Menag RI ha informato del suo imminente viaggio in Vaticano per consegnare di persona un messaggio e un invito ufficiale al Pontefice perchè visiti l’Indonesia.

In precedenza, la Santa Sede aveva emesso il suo annuncio ufficiale sul desiderio di Papa Francesco di visitare l’Indonesia e Timor Est già nel settembre 2020, ma il viaggio, in fase di studio, è stato poi improvvisamente annullato a causa della pandemia Covid-19.
Menag RI Qoumas ha poi riferito che il governo indonesiano ha intenzione di promuovere l’edificazione di nuova chiesa cattedrale a IKN Nusantara, quella che sarà nuova capitale indonesiana, nel Kalimantan orientale. “Per questo motivo, stiamo coordinandoci con il Vescovo locale nell’arcidiocesi di Samarinda, mons. Yustinus Harjosusanto”, ha informato il Ministro.

Inoltre, ha detto, il Ministero per gli affari religiosi intende riconsiderare le due festività nazionali religiose cristiane legate al “Giorno dell’Ascensione” e al giorno di Pasqua: il termine “Isa Al Masih” sarà ufficialmente trasformato nella parola “Cristo”, accogliendo le richieste della comunità cristiana indonesiana.

Nel discorso dopo l’ordinazione episcopale, il nuovo Vescovo della diocesi di Amboina, mons. Senno Ngutra, in passato impegnato attivamente con i giovani in iniziative di sensibilizzazione interreligiosa, si è rivolto al Ministro invitando il governo a promuovere solidarietà sociale e tolleranza interreligiosa non solo attraverso discorsi ma con programmi e azioni efficaci “per creare fruttuosi benefici nella società”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

27/04/2022
0307/2022
San Tommaso apostolo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Il Papa delle parole chiare

Il merito principale di Papa Francesco è quello di adottare un linguaggio privo di ambiguità

Leggi tutto

Chiesa

Il viso espressivo di monsignor Castellucci

Mons. Castellucci non è nuovo per la mobilitazione pubblica e personale in favore della vita umana nascente. Nello scorso aprile ha partecipato ad esempio alla grande mobilitazione prolife organizzata nel centro di Modena con un corteo e un momento di preghiera che ha coinvolto oltre 350. Quando la proposta gli è giunta alle orecchie, subito il vescovo, non se l’è lasciata sfuggire, tanto più in occasione del Giubileo della Misericordia. «Può essere un segno - ha spiegato l’arcivescovo - e un modo per dire che la vita vale sempre. La Misericordia si manifesta fin dall’inizio. Ci sono tre elementi deboli nella vita umana: l’origine, l’esposizione e la fine. Non sempre si dà attenzione al livello normativo e culturale». Se la vita vale in quanto tale, i cristiani sono chiamati a un compito. «Dobbiamo avere uno sguardo più profondo», sostiene quindi mons. Castellucci, che si ottiene «guardando ai più piccoli, come fatto da Gesù Cristo: per essere grandi siate come i bambini».

Leggi tutto

Chiesa

Giovani, emergono padri sinodali in gamba

Muove i primi passi, in Vaticano, il “sinodo sui giovani” (e la fede e il discernimento vocazionale), e se certe testate a caccia di click raccontano il solito episcopato proteso all’erosione delle salutari esigenze della vocazione cristiana la realtà dei fatti dice anche altro: presentiamo ai lettori italiani il vescovo di Los Angeles. Giovane, fresco, comunicativo. E felicemente sodo nei contenuti.

Leggi tutto

Politica

Sul tema del voto dei cattolici

La questione che io pongo, però, è: se tutti si trovano concordi sulla necessità di questa benedetta “spinta dal basso”, perché nessuno si adopera per organizzarla sul serio? Guardate, sarei curioso persino di vedere all’opera i nuovi comitati civici “escludenti” di Fontana, sono convinto che sarebbero però più efficaci le “sardine bianche” in qualche modo evocate dalla Morresi, ma ormai mi sta bene tutto, purché io veda i cattolici fare qualcosa di politicamente decente e non solo lamentarsi fino alla prossima sconfitta, quando si lamenteranno di nuovo e ancora di più.

Leggi tutto

Chiesa

13 MARZO 2013: ECCO PAPA FRANCESCO

Il 13 Marzo 2013 il conclave viene eletto Papa, al quinto scrutinio, il cardinale argentino Jorge Mario Bergoglio con il nome di Francesco. La fumata bianca è alle 19.06, seguita dal rintocco delle campane.

Leggi tutto

Società

AD OSTIA I GIOVANI CHE ‘URLANO’ VANNO ASCOLTATI, COME DIO ASCOLTA IL GRIDO DEGLI UOMINI

Una chiesa in uscita è anche quella che ascolta i giovani che ‘gridano’ e che si mette in comunicazione. A parlare è Generoso Simeone, marito, papà giovane, lavoratore, oltre che diacono e responsabile della commissione giovani della prefettura di Ostia, diocesi di Papa Francesco

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano