Storie

di Nathan Algren

Argentina - Il Vescovo di Moron contro le droghe

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Come Vescovo della Chiesa di Morón voglio rivolgermi a tutta la nostra amata comunità moronense per esprimere pubblicamente la mia profonda preoccupazione per qualsiasi espressione che implichi un messaggio ambiguo rivolto ai più giovani sulle gravissime conseguenze per la salute fisica e spirituale dell’uso di sostanze che la scienza ha ampiamente dimostrato causare danni irreparabili”. Questa la dichiarazione di Monsignor Jorge Vázquez, Vescovo di Moron e Presidente della Commissione episcopale per la vita, i laici e la famiglia (CEVILAF), in merito alle campagne pubbliche di prevenzione sul consumo di droga.

Secondo le informazioni raccolte da Fides, il Dipartimento delle politiche giovanili del comune di Moron, alla periferia occidentale di Buenos Aires, lo scorso fine settimana, durante un festival musicale, ha distribuito ai giovani volantini consigliando di assumere stupefacenti “lentamente e con calma”, “per vedere come reagisce il tuo corpo”. Il fatto ha scatenato forti polemiche in tutto il paese. Il comune di Moron ha precisato che l’iniziativa fa parte di un programma locale “per la riduzione dei rischi e dei danni associati al consumo di sostanze psicoattive legali e illegali” approvato lo scorso anno all’unanimità, e che vuole proteggere la salute dei giovani consumatori di droghe fornendo loro informazioni utili.

“Non credo che qualsiasi campagna di prevenzione dalle dipendenze - senza giudicare le intenzioni - possa essere condotta senza sottolineare, con assoluta chiarezza, l’effetto devastante che l’uso di queste sostanze ha sui giovani e sulle loro famiglie” ha dichiarato il Vescovo di Moron, che ha aggiunto: “Come ho fatto in diverse occasioni, ribadisco il mio sostegno e la mia vicinanza a tante persone e istituzioni che lavorano coraggiosamente e disinteressatamente per il recupero delle persone che lottano per superare i loro problemi di dipendenza”. Infine Monsignor Jorge Vázquez esprime il suo affetto e la sua particolare vicinanza “a tante madri e padri che affrontano le terribili conseguenze che la dipendenza da queste sostanze ha per la vita dei loro figli”.

Da tempo la Chiesa cattolica argentina e le altre confessioni cristiane sono impegnata a denunciare l’enorme diffusione della droga, a tutti i livelli, e che “la droga uccide”, proseguendo la loro opera di assistenza a quanti cadono vittime della tossicodipendenza. A coloro che ritengono la legalizzazione della droga come soluzione, i Vescovi ribadiscono che “la depenalizzazione del consumo, la legalizzazione delle sostanze, porterà solo più consumo ed emarginazione”, occorre quindi una legge di emergenza sulle dipendenze

L’Osservatorio sul divario sociale dell’Università Cattolica Argentina (Uca) ha rilevato che a fine 2021, su un campione di 5.680 famiglie, il 23% segnalava la presenza di vendita di droga nell’isolato o nel quartiere in cui vive. Una percentuale che sale al 30% nelle zone urbane al di fuori della capitale.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

28/04/2022
0510/2022
Ss. Placido e Mauro

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Caso Dr. Torre, il Popolo della Famiglia scrive all’Ordine dei Medici.

Il Popolo della Famiglia di Firenze ha infatti appreso con sconcerto dall’agenzia informativa La Nuova Bussola Quotidiana, che il dottor Gerardo Torre, medico di Pagani che ha curato con protocolli di cure precoci domiciliari, guarendoli, 3.700 pazienti Covid, rischia ora una sospensione da parte del suo Ordine dei Medici, quello di Salerno.

Leggi tutto

Società

La giornata della vita nascente

Valorizzare il ruolo della genitorialità, della maternità e della famiglia, alimentare il confronto sulle buone pratiche di welfare familiare ed avere una ricorrenza annuale per fare il punto sui provvedimenti economici e le politiche culturali adottate per fronteggiare l’inverno demografico

Leggi tutto

Chiesa

E’ morto il cardinale Amigo Vallejo

Francescano dei frati minori, per 27 anni pastore dell’arcidiocesi spagnola, era stato anche arcivescovo di Tanger.

Leggi tutto

Storie

Andrea Sciutto e la disabilità accettata e valorizzata

Ecco un articolo/intervista nato da un contatto Andrea Sciutto, alessandrino, 54 anni, disabile fisico e ipovedente, coniugato, divorziato e padre orgoglioso di un diciassettenne,

Leggi tutto

Chiesa

1 settembre: Giornata Mondiale di Preghiera per la Cura del Creato

Papa: rispondiamo coi fatti al “grido amaro” della Terra

Leggi tutto

Chiesa

Alternative coi criteri del sistema

Una reale accoglienza reciproca è un aspetto decisivo del salto di qualità necessario per uscire da questo fallimentare sistema.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano