Storie

di Giuseppe Udinov

La Chiesa polacca ricorda i sacerdoti uccisi in guerra

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il 29 aprile è la Giornata Nazionale del Martirio del Clero Polacco. Istituita nel 2002 dall’Episcopato Polacco, a memoria del miracoloso salvataggio per intercessione di S. Giuseppe dei sacerdoti polacchi prigionieri del campo di concentramento di Dachau, commemora i sacerdoti vittime dei sistemi totalitari, in particolare del nazismo e del comunismo.

In occasione della Giornata del Martirio del Clero Polacco durante la seconda guerra mondiale e dell’anniversario della liberazione del campo di concentramento di Dachau, l’Arcivescovo Stanisław Gądecki invita a pregare per la pace nel mondo. “Le guerre che scoppiano nel XXI secolo mostrano che ci sono ancora persone che, indipendentemente dagli altri, perseguono i loro obiettivi, distruggendo tutto e tutti coloro che si frappongono sulla loro strada” – afferma il Prelato.

Le celebrazioni nazionali di questa Giornata si terranno, come ogni anno, presso il Santuario di S. Giuseppe a Kalisz. I prigionieri di Dachau chiesero la sua intercessione per la liquidazione del luogo di sterminio. Promisero che se fossero sopravvissuti, avrebbero fatto ogni anno un pellegrinaggio alla Chiesa di S. Giuseppe.

Il campo di concentramento di Dachau fu liberato il 29 aprile 1945. I sacerdoti sopravvissuti mantennero la loro promessa fino alla fine della loro vita e si recarono in pellegrinaggio a Kalisz, ringraziando per essere stati salvati. L’ultimo di loro, don Leon Stępniak è morto nel 2013. Dachau è prima di tutto un simbolo del martirio dei sacerdoti polacchi.
Durante la seconda guerra mondiale, per mano dei tedeschi è stato ucciso circa 1/4 del clero polacco.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

29/04/2022
0107/2022
Sant'Aronne

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Siamo alla terza guerra mondiale

Solo Papa Francesco con una sottovalutata profezia il 18 agosto 2014 aveva spiegato tutto. Il re giordano muove l’esercito e tutto precipita

Leggi tutto

Politica

Anche solo il nostro esistere

Il Popolo della Famiglia va avanti: 355 cittadini hanno sottoscritto la mia candidatura a deputato del collegio Roma 1, abbiamo avuto la forza organizzativa per fare la raccolta in una settimana, siamo l’unica organizzazione cristianamente ispirata in grado di fare questo nel campo politico. Non ci è piaciuto il governo gialloverde, ancora meno ci è piaciuto il governo giallorosso che candida nel collegio addirittura il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, quello che ha irriso la famiglia con uno stanziamento di venti volte inferiore a quello necessario e promesso. Se i cattolici hanno un minimo di spina dorsale e coerenza, non possono votare per lui. A chi, come noi, non ha gradito neanche le inesistenti politiche di bilancio a favore della famiglia del governo precedente, noi offriamo un’alternativa.

Leggi tutto

Politica

I talebani al potere: il racconto della drammatica situazione dell’Afghanistan

Resta molto grave la situazione in Afghanistan. I Talebani sono pericolosi. Hanno fatto man bassa nei depositi d’armi degli americani creando una situazione di instabilità e terrore in tutto il Paese.

Leggi tutto

Storie

Haiti: rilasciati due dei missionari rapiti

Il gruppo cristiano “Christian Aid Ministries” conferma la liberazione di 2 dei 17 missionari sequestrati il 16 ottobre alla periferia orientale di Port-au-Prince, per mano della banda armata “400 Mawozo”

Leggi tutto

Chiesa

La CEI e la pandemia

Il Consiglio Permanente della Conferenza episcopale italiana ha analizzato la realtà attuale, ha espresso particolare preoccupazione per la situazione in Ucraina e per la proposta referendaria italiana sull’eutanasia. Sui vaccini contro il Covid-19 ha ribadito che il principio di libertà e di autodeterminazione

Leggi tutto

Politica

Conflitto in Ucraina: una via per la pace

Vogliamo mettere la parola “pace” sopra e dentro tutte le altre parole. Intervista di Mirko De Carli, consigliere nazionale del Popolo della Famiglia e delegato per i rapporti con l’Europa, consigliere nazionale Anci e consigliere comunale a Riolo Terme (Ra)

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano