Chiesa

di Raffaele Dicembrino

La visita a Roma del cardinale Dziwisz

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il 27 aprile il cardinale Stanislaw Dziwisz ha compiuto 83 anni. Ma per lo storico segretario personale, prima del cardinale Karol Wojtyla, poi di Giovanni Paolo II, il compleanno di quest’anno è stato celebrato in un periodo particolare della vita del Cardinale.

Da qualche anno il cardinale Dziwisz è stato sotto attacco mediatico con l’accusa di aver coperto gli abusi sui minori nel periodo quando era arcivescovo di Cracovia, ma anche prima quando era il segretario di Giovanni Paolo II. Il cardinale si era dichiarato innocente e disposto a collaborare in una indagine di una commissione indipendente. In quella incresciosa situazione la Santa Sede ha deciso di acquisire i fatti e nel 2021 ha inviato il cardinale Angelo Bagnasco per valutare le accuse contro l’ex segretario di Giovanni Paolo II. E proprio alla vigilia del compleanno del porporato, il 22 aprile, la Nunziatura in Polonia ha diffuso un comunicato dove si legge che la Nunziatura Apostolica informa che la Santa Sede ha esaminato la documentazione fornita dal cardinale Angelo Bagnasco, Arcivescovo emerito di Genova, raccolta durante la sua visita in Polonia del 17-26 giugno 2021, con lo scopo di verificare alcuni casi legati all’attività del card. Stanisław Dziwisz durante il compimento della sua missione come arcivescovo di Cracovia (2005 - 2016). L’analisi della documentazione raccolta ha consentito di valutare queste attività da parte del cardinale Stanisław Dziwisz come corretto e quindi la Santa Sede ha deciso di non procedere oltre con le indagini.

Lo stesso giorno il cardinale ha pubblicato una dichiarazione dove esprimeva la sua gratitudine a tutti coloro che “hanno contribuito a una risposta responsabile alle accuse mosse contro di me durante il mio mandato di arcivescovo di Cracovia nel 2005-2016”. Dziwisz ha ricordato che il cardinale Bagnasco “si è adoperato per chiarire le suddette accuse, per me immeritate e dolorose”, augurandosi “che l’annuncio odierno della Nunziatura apostolica in Polonia contribuisca non solo a chiarire la questione, ma anche a riportare la serenità a tutti coloro che si sono sentiti offesi dalle accuse rivolte contro di me”.

In questo clima rasserenato il cardinale è partito per Roma dove ha potuto festeggiare il suo 83° compleanno che coincideva con l’ottavo anniversario della canonizzazione di Giovanni Paolo II: la mattina del 27 aprile il porporato ha celebrato la Messa sulla tomba del santo pontefice nella Basilica di San Pietro, e ha poi fatto visita al Papa emerito Benedetto XVI al Monastero Mater Ecclesiae.

Invece il venerdì, il card. Dziwisz ha incontrato privatamente Papa Francesco. Dopo l’incontro ha dichiarato che il Pontefice “è interessato alla Chiesa in Polonia. Conta sulla Chiesa in Polonia e sulle sue preghiere”. “Il Santo Padre - ha aggiunto – aveva chiesto se la gente va in chiesa e come viveva nel periodo della pandemia”. “In questa conversazione, Papa Francesco si è rivelato un vero padre, preoccupato per la nostra nazione e per la Chiesa in Polonia” - ha concluso l’Arcivescovo emerito di Cracovia.

Durante il suo soggiorno romano il cardinale Dziwisz ha partecipato anche alle riunioni del consiglio d’amministrazione della Fondazione Giovanni Paolo II. La Fondazione è stata voluta da Papa Wojtyła stesso che l’ha fondata con un decreto pontificio del 16 ottobre 1981. E’ un’organizzazione ecclesiastica con la sede principale in Vaticano che promuove le iniziative di carattere educativo, scientifico, culturale, religioso e caritatevole, legate al pontificato del Santo Padre Giovanni Paolo II. Il suo scopo principale è la conservazione e la promozione dell’eredità spirituale di Giovanni Paolo II e la documentazione e lo studio del Suo pontificato e Magistero. Da statuti la presiede l’Arcivescovo di Cracovia, attualmente mons. Marek Jedraszewski, ma fa parte del consiglio anche l’Arcivescovo emerito.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

04/05/2022
2202/2024
Cattedra di S. Pietro

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Alla Delegazione della Federazione Internazionale Università Cattoliche

Eminenza, Eccellenze,

cari fratelli e sorelle!

Avrei da leggere un discorso lungo, ma ho il respiro un po’ affannato; vedete, ancora questo raffreddore che non se ne va! Mi prendo la libertà di consegnare il testo a voi così che lo leggiate. E grazie, grazie tante. Grazie: vorrei ringraziare per questo incontro, per il bene che fanno le università, le nostre università cattoliche: seminare la scienza, la Parola di Dio e l’umanesimo vero. Vi ringrazio tanto. E non stancatevi di andare avanti: avanti sempre, con la missione tanto bella delle università cattoliche. Non è la confessionalità che dà loro identità: è un aspetto, ma non l’unico; è forse quell’umanesimo chiaro, quell’umanesimo che fa capire che l’uomo ha dei valori e che vanno rispettati: questa è forse la cosa più bella e più grande delle vostre università. Grazie tante.

___________________________

Leggi tutto

Chiesa

L’arcivescovo Gallagher all’Onu: i diritti umani sono sempre inalienabili

Gallacher - Il segretario del Vaticano per i Rapporti con gli Stati, l’arcivescovo Paul Richard Gallagher, ha invitato le Nazioni Unite a “riscoprire il fondamento dei diritti umani, al fine di attuarli in modo autentico”, mentre il mondo continua a prendere misure per combattere l’emergenza sanitaria in corso.

Leggi tutto

Politica

L’Europarlamento condanna il tribunale costituzionale polacco

Il Parlamento europeo condanna il tentativo di minare il primato del diritto comunitario e chiede al Consiglio e alla Commissione di proteggere il popolo polacco e l’UE.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco affida alla Madonna il suo viaggio a Cipro e in Grecia

Alla vigilia del pellegrinaggio dal 2 al 6 dicembre, Papa Francesco si è recato nella Basilica di Santa Maria Maggiore per pregare davanti all’icona della Salus Populi Romani

Leggi tutto

Politica

Quirinale - Onorificenza alla memoria dell’Ambasciatore Attanasio

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha consegnato questa mattina al Quirinale l’onorificenza di Gran Croce d’Onore dell’Ordine della Stella d’Italia, alla memoria dell’Ambasciatore Luca Attanasio, ucciso nella Repubblica Democratica del Congo nel febbraio 2021.

Leggi tutto

Società

La nostra guerra continua

Giuseppe Bruno cerca di fare un po’ di chiarezza nell’ incandescente magma comunicativo che la guerra ha scatenato, Ecco le sue personali riflessioni

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano