Politica

di Nathan Algren

La Louisiana vuole classificare l’aborto come omicidio

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il mondo pro-life continua a conquistare terreno negli Stati Uniti: in Louisiana è stata infatti presentata una proposta di legge che classifica l’aborto come omicidio. Il disegno di legge è stato approvato con sette voti su due da una commissione della Camera dei rappresentanti dello Stato.

Il disegno di legge modifica la legge statale sugli omicidi esistente e afferma che il suo scopo è “assicurare il diritto alla vita e l’eguale protezione delle leggi a tutti i bambini non ancora nati dal momento della fecondazione proteggendoli con le stesse leggi che proteggono gli altri esseri umani”. L’aborto verrebbe quindi giustamente classificato come reato di omicidio.

La Louisiana è ora uno dei 13 stati con una legge di attivazione che consentirebbe allo stato di vietare immediatamente l’aborto se la sentenza Roe vs. Wade venisse ribaltata.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

10/05/2022
2609/2022
Ss. Cosma e Damiano

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Ecco perchè la guerra conviene ai governanti italiani

L’export di armi dall’Italia è più che raddoppiato nell’ultimo anni ed in questa “orribile” classifica l’Italia è al quarto posto

Leggi tutto

Storie

India - Karnataka, feti abbandonati in strada

Secondo i medici erano intorno ai cinque mesi di gestazione ed è presumibile che siano stati uccisi dopo il rilevamento del sesso. La strage delle bambine l’altra faccia delle interruzioni di gravidanza in India.

Leggi tutto

Storie

I funerali di suor Luisa Dell’Orto

Nelle scorse ore la celebrazione funebre a Lomagna, in provincia di Lecco, per la Piccola Sorella del Vangelo di Charles de Foucauld uccisa il 25 giugno ad Haiti dove era missionaria. Nell’omelia, il vescovo Luigi Stucchi l’ha definita “povera con i poveri” e esempio di fedeltà al Vangelo nell’amore verso tutti.

Leggi tutto

Storie

I vescovi ed il voto in Cile

Domenica 4 settembre scorso nel Paese sudamericano oltre il 60% degli aventi diritto ha votato “no” al referendum sul nuovo progetto costituzionale. La reazione dei vescovi…......

Leggi tutto

Chiesa

Bagnasco e l’impegno dei cattolici

La prolusione del Cardinale Angelo Bagnasco al Consiglio permanente della Cei è stata di impressionante nettezza. Il richiamo alla «famiglia come baricentro esistenziale da preservare» è stato condito da una serie di affermazioni che tracciano la strada all’impegno dei cattolici italiani

Leggi tutto

Politica

L’InaugurationDay visto da laggiù

Girato l’angolo, ci si para davanti una testuggine della polizia in assetto anti-sommossa, alzo lo sguardo e vedo salire in lontananza una colonna di fumo nero. “Hanno dato fuoco a una limousine”, ci dice una ragazza. Mentre passo accanto allo schieramento, incrocio lo sguardo inquieto di un poliziotto di colore, non avrà più di venti anni. Già nelle ore precedenti erano circolate notizie di vetrate spaccate, quelle di un McDonald e di una filiale di Bank of America. Anche io, nel 2012, la prima volta in cui ho votato in un’elezione presidenziale, ho provato la cocente delusione di non vedere il mio candidato eletto, ma mi sono limitata a sfogare la mia frustrazione con un post su Facebook. Quella devastazione, quegli occhi impauriti, quegli americani che attaccano altri americani per affermare la propria idea sono la conferma che Trump è stata la scelta giusta.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano