Chiesa

di Nathan Algren

Cina - Allarme per il cardinale Zen

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La Chiesa cattolica di Hong Kong è “estremamente preoccupata per le condizioni e la sicurezza” del cardinale Joseph Zen Ze-kiun e offre “speciali preghiere per lui”. È quanto afferma una nota della Diocesi cinese dopo l’arresto, mercoledì scorso, del porporato novantenne, poi rilasciato ieri su cauzione. L’accusa nei confronti del cardinale, vescovo emerito di Hong Kong, è di “collusione con le forze straniere”, in relazione al suo ruolo di amministratore del 612 Humanitarian Relief Fund, fondo che ha sostenuto i manifestanti pro-democrazia nel pagamento delle spese legali o sanitarie che dovevano affrontare.

“Abbiamo sempre sostenuto lo stato di diritto - si legge ancora nella nota - confidiamo che in futuro continueremo a godere della libertà religiosa a Hong Kong in base alla Legge fondamentale. Esortiamo la polizia di Hong Kong e le autorità giudiziarie a trattare il caso del cardinale Zen in conformità con la giustizia, tenendo in considerazione la nostra concreta situazione umana. Come cristiani, siamo fermamente convinti che: ‘Il Signore è il mio pastore; nulla mi manca’. (Sal. 23:1)”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

12/05/2022
0702/2023
San Riccardo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Indonesia - 99 bambini morti per disturbi renali legati a sciroppi

Nei giorni scorsi l’Organizzazione mondiale della sanità aveva sospeso la vendita di quattro sciroppi fabbricati in India che avevano dato gli stessi problem

Leggi tutto

Società

USA - Nel Montana la Vita viene sconfitta in un referendum

Gli abitanti del Montana, quindi, hanno votato NO alla proposta di assistenza medica ai bambini nati vivi nonostante i tentativi di aborto.

Leggi tutto

Storie

Caserta - In 6 armati durante la Messa

Hanno vissuto momenti di terrore i circa 70 fedeli che domenica sera, intorno alle 20.30, partecipavano alle funzioni religiose all’interno della Chiesa Cristiana Evangelica di Orta di Atella (Caserta).

Leggi tutto

Storie

FILIPPINE - I cattolici celebrano la festa del “Nazareno nero”

“Gesù Cristo conosce le afflizioni del suo popolo. Cristo le ha attraversate lui stesso sulla Croce. Non c’è esperienza umana che Gesù di Nazareth non comprenda. Il cuore di Cristo è ancorato ai nostri cuori.

Leggi tutto

Storie

Il Giappone e la ripresa della natalità

L’anno scorso Tokyo è scesa sotto le 800mila nascite. Ad aprile debutterà l’Agenzia per i bambini e le famiglie. Previsti sostegni economici alle famiglie con figli, potenziamento dei servizi per l’infanzia e orari più favorevoli per i genitori-lavoratori.

Leggi tutto

Politica

L’Argentina e l’aborto

Sembra provvidenziale questa retiterata volontà del Presidente argentino Macri di impedire la legalizzazione dell’aborto nel Paese sudamericano. Infatti, negli stessi giorni in cui il Capo di Gabinetto del Presidente della Repubblica Marcos Peña dichiara ufficialmente che, la depenalizzazione dell’omicidio del concepito nel grembo materno, «non è nei programmi» del Governo (cfr. Marcos Peña: “No está en agenda avanzar” con la legalización del aborto, “La Nación”, 22 de noviembre de 2016), il Nobel per la Letteratura Daniel Mantovani (“El ciudadano ilustre”), descrive un Paese alla ricerca delle proprie «radici europee» e «di una forte e coesiva identità nazionale» (cit. in L’Argentina, un Nobel in ritardo e la ricerca dell’identità nazionale, “Il Corriere della Sera”, 23 novembre 2016, p. 41). E quali possono essere queste “radici europee” se non quelle dell’umanesimo cristiano? Nella vigente Costituzione argentina del resto il Parlamento è chiamato fra l’altro a «dettare un regime di sicurezza sociale speciale» per il bambino anche «durante la gravidanza» (art. 75, co. 23). Per l’ordinamento nazionale appunto l’aborto è ammesso solo in caso di pericolo di vita, stupro o grave pregiudizio per la salute fisica della donna.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano