Politica

di la redazione

Monopoli, Popolo della Famiglia contrario alla panchina arcobaleno

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Leggiero Cosimo, coordinatore cittadino del Popolo della Famiglia, replica alla notizia dell’inaugurazione il 17 Maggio della panchina arcobaleno in Piazza Sant’Anna.

“A Monopoli non si registrano atti di discriminazione verso il mondo Lgbt tali da richiedere ore di lavoro dell’assessorato ai servizi sociali e pari opportunità e iniziative come la presentazione della panchina arcobaleno. Le discriminazioni, di ogni tipo, vanno combattute con le leggi che già ci sono e con sentenze le più rapide e severe possibili della magistratura. Contaminare la città e il dibattito pubblico con problematiche e colori che riguardano una battaglia ideologica non emergenziale per le famiglie monopolitane mi sembra assurdo, demagogico e antieconomico” dichiara Leggiero.

“Non é questione di puntare il dito contro qualcuno ma di favorire il bene di tutti e non le campagne ideologiche di qualcuno con i soldi e il tempo degli amministratori pubblici. Come Popolo della Famiglia di Monopoli ci chiediamo perché dare questo spazio al mondo Lgbt da parte dell’amministrazione Annese quando le famiglie, nella loro stragrande maggioranza, chiedono aiuto e sostegno di diverso tipo. Per concludere c’è bisogno di recuperare soldi e tempo pubblico per le cose che servono davvero come, ad esempio, aiuti economici alle famiglie bisognose ed a quelle numerose, sostegno di tipo sociale a quelle con difficoltà di vario genere e poi maggiore attenzione all’edilizia popolare con spazi vivibili di verde pubblico per bambini ed adulti proporzionati alla cementificazione imperante invece di queste carnevalate inutili, che seguono la moda avaloriale e la deriva pericolosa dell’ideologia gender” conclude Leggiero.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

13/05/2022
2505/2022
San Gregorio VII

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Bagnasco e l’impegno dei cattolici

La prolusione del Cardinale Angelo Bagnasco al Consiglio permanente della Cei è stata di impressionante nettezza. Il richiamo alla «famiglia come baricentro esistenziale da preservare» è stato condito da una serie di affermazioni che tracciano la strada all’impegno dei cattolici italiani

Leggi tutto

Politica

Difendo i miei figli dal gender nelle scuole: ministro Giannini, arresti me

L’esponente del governo accusa di “truffa culturale” i genitori preoccupati dall’ideologia che avanza nelle aule e minaccia denunce

Leggi tutto

Politica

Renzi perde, il PDF vince

I recenti riscontri elettorali hanno sancito la crisi del renzismo e la crescita del PDF. Ora è necessario andare avanti per conquistare i giusti traguardi ed esautorare chi dimostra di interessarsi soltanto a pochi a danno di molti

Leggi tutto

Politica

E’ finito il tempo delle ambiguità

Le smentite le fa il tempo, che talvolta è così galantuomo da non passare neppure tardi: dopo appena un paio di giorni dalle elezioni che hanno sancito il trionfo del centrodestra in Sicilia comincia ad emergere la struttura di potere che aveva cementato i rapporti di forza della Trinacria in modo da condizionare l’esito elettorale. I cattolici ricevono un precoce ma severo monito.

Leggi tutto

Politica

E la ripresa valoriale?

Niente per le famiglie numerose, nessuna politica per la natalità, nessun sostegno all’impresa di famiglia, nessuna politica per i giovani che vogliono metter su famiglia, niente sulla libertà scolastica e sulla possibilità di far scegliere ai papà e alle mamme la scuola dove mandare i propri figli: il “contratto di governo” di Lega e Movimento 5 Stelle si annuncia come uno scriteriato prospetto per varare (in deficit) il reddito di cittadinanza e la flat tax.

Leggi tutto

Politica

La Chiesa che si immischia

Nel 1982 il papa diceva ai confratelli convenuti da tutti i paesi europei, parlando del rapporto tra le Chiese locali e l’Europa: Il cristianesimo può scoprire nell’avventura dello spirito europeo le tentazioni, le infedeltà ed i rischi che sono propri dell’uomo nel suo rapporto essenziale con Dio in Cristo. Ancor più profondamente, possiamo affermare che queste prove, queste tentazioni e questo esito del dramma europeo non solo interpellano il Cristianesimo e la Chiesa dal di fuori come una difficoltà o un ostacolo esterno da superare nell’opera di evangelizzazione, ma in un senso vero sono interiori al Cristianesimo e alla Chiesa.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano