Politica

di Roberto Signori

COLOMBIA - Approvata la depenalizzazione del suicidio assistito

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La Corte costituzionale della Colombia ha deciso di depenalizzare il suicidio medicalmente assistito (SMA). In questo modo si permette alle persone che lo chiedono di accedere a una morte dignitosa. Il suicidio medicalmente assistito viene consentito quando al paziente viene diagnosticata una lesione fisica o una malattia grave e incurabile, ma anche quando il paziente soffre di intensi dolori fisici o mentali incompatibili con il concetto di una vita dignitosa. Fino ad ora in Colombia erano previsti dai 16 ai 36 mesi di carcere per i medici che praticavano il suicidio assistito.

“La Conferenza Episcopale, in armonia con il perenne insegnamento della Chiesa e la sua fondamentale opzione di servire integralmente l’essere umano, e facendo propri i sentimenti del popolo credente, accoglie con profondo dolore la decisione della Corte Costituzionale di favorire il suicidio medicalmente assistito (SMA)”. Nella dichiarazione intitolata “Siamo responsabili della vita!”, i Vescovi colombiani ribadiscono la loro vicinanza a tutti, esortando a “tradurre l’amore di Cristo in gesti concreti di preghiera, affetto, servizio e accompagnamento di fronte al dolore”, come fece il buon Samaritano.

Quindi, come Chiesa cattolica, si appellano alle autorità del Paese affinché “siano coerenti con il valore inviolabile della vita umana, sancito dalla Costituzione colombiana (art. 11)”, e le decisioni prese abbiano per obiettivo “la sua protezione, difesa e cura e non la sua distruzione”. Quanti soffrono, le loro famiglie e ogni essere umano, sono esortati a respingere “la tentazione, a volte indotta da cambiamenti legislativi, di usare la medicina per produrre la morte”. Infine ribadiscono che “nessun operatore sanitario può essere costretto a collaborare alla morte degli altri”, quindi deve essere garantito il diritto fondamentale all’obiezione di coscienza personale, “così come siano salvaguardati i principi della missione e della visione delle Istituzioni secondo la loro natura, che le identifica a favore della vita”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

17/05/2022
0107/2022
Sant'Aronne

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

La discriminazione del ddl Zan è realtà

L’ira di cattolici e associazioni Pro vita: “La scure della censura sui nostri valori”. A pochi giorni dal voto al Senato che ha affossato il ddl Zan, passa in Aula al Senato una norma che contiene l’espressione «identità di genere».

Leggi tutto

Chiesa

Una intepretazione del katechon

Nella seconda lettera ai Tessalonicesi san Paolo offre spunti per leggere in profondità i problemi di un’epoca.

Leggi tutto

Politica

Eutanasia, via libera al testo in commissione

Il centrodestra vota contro, ok da M5S, Pd, Leu, Iv e Più Europa. Perantoni e Lorefice, presidenti di Giustizia e Affari Sociali: “Responsabilità di tutti i gruppi rispondere ai malati e alle loro famiglie”.

Leggi tutto

Chiesa

MYANMAR - Appello della Chiesa a deporre le armi

La Chiesa cattolica in Myanmar diffonde un generale appello a depore le armi e a fermare un conflitto civile che ha assunto la forma di “atrocità straziante e orribile”

Leggi tutto

Chiesa

Cei, no al Green pass per le celebrazioni liturgiche

CEI: no all’obbligo della carta verde per andare a Messa!

Leggi tutto

Politica

Caro bollette, Campisi (PDF): “Inconcepibile,imprese in ginocchio“

Arrivano le bollette della luce e, come annunciato, si tratta di vere e proprie stangate per le imprese.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano