Storie

di Roberto Signori

Disney presenta la nuova linea di abbigliamento LGBTQ per bambini

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

C’era una volta la Walt Disney delle fiabe amate da grandi e piccini, la fabbrica di sogni che intratteneva le famiglie di tutto il mondo. C’era una volta, ma ora non più. Infatti il colosso americano sembra essersi definitivamente trasformato in un centro di propaganda dell’ideologia Gender.

Già, perché dopo aver candidamente confessato la nuova “agenda gay” per i suoi cartoni animati la Disney lunedì ha rilasciato una nuova linea di abbigliamento a tema LGBTQ per bambini, con l’obiettivo di celebrare adeguatamente il mese del “Pride”.

I nuovi prodotti includono una varietà di capi di abbigliamento e accessori per bambini - come magliette, bracciali, maglioni, calzini e zaini, tutti decorati con i colori dell’arcobaleno della bandiera “Pride”, simbolo della comunità di lesbiche, gay, bisessuali e transgender. Molti articoli mescolano i colori della bandiera LGBT con Topolino e altri noti personaggi Disney o Marvel.

L’azienda produce questo tipo di linea di abbigliamento già dal 2018. Quest’anno, tuttavia, la linea di abbigliamento è stata ribattezzata “Disney Pride Collection” invece che “Rainbow Disney Collection”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

21/05/2022
0210/2022
Ss. Angeli Custodi

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Malawi aiuti ed istruzione per i bambini in difficoltà

Nel Paese i minori costituiscono quasi metà della popolazione e la maggior parte di loro è spesso privata dei diritti essenziali: cibo, acqua, salute, istruzione. “L’istruzione primaria dai 6 anni ai 14 anni è obbligatoria, ma solo la metà degli studenti conclude questo ciclo di studi

Leggi tutto

Società

Pandemia: nuovi allarmi per i giovani

L’Istituto superiore Freud di Milano ha lanciato l’allarme sul peggioramento diffuso della salute mentale dei minorenni provocato dall’emergenza pandemica.

Leggi tutto

Storie

NIGER - “Non mi sono mai pentito di essermi convertito al cristianesimo”

Non è facile essere cristiani in Niger oggi, e ancor più dopo il jihadismo alimentato da movimenti come Al Qaeda o Boko Haram, presenti nel Paese” scrive padre Rafael Casamayor, sacerdote della Società per le Missioni Africane (SMA), dalla missione presente a Dosso.

Leggi tutto

Società

Thailandia - un freno alla maternità surrogata illegale

Su ventimila richieste il governo ha registrato 584 bambini nati da fecondazione assistita in maniera legale. Decine i neonati venuti alla luce nel periodo pandemico e ancora tenuti in custodia.

Leggi tutto

Storie

Nigeria - Nuovo attacco in una chiesa cattolica

Un commando terroristico ha aperto il fuoco durante la celebrazione della Messa

Leggi tutto

Storie

Kenya, Etiopia e Somalia allarme cibo

Aumento del prezzo dei prodotti alimentari, siccità, conflitti armati e conseguenze della pandemia di Covid-19 stanno trascinando alcuni Paesi più poveri dell’Africa orientale nella carestia.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano