Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Vaticano - Pace e fraternità nello sport

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Oggi pomeriggio si svolgerà la seconda edizione del Meeting inclusivo di atletica We run together. L’evento è organizzato da Athletica Vaticana, la polisportiva ufficiale della Santa Sede, e dal Gruppo Sportivo Fiamme Gialle nel Centro Sportivo della Guardia di Finanza a Castelporziano. Nel programma del Meeting, che comincerà alle ore 16, ci sono simbolicamente solo staffette (4x400) non competitive: il passaggio di mano in mano del testimone vuole essere un segno concreto di fraternità. «Tutti insieme e con pari dignità. Una testimonianza concreta di come dovrebbe essere lo sport: cioè un “ponte” che unisce donne e uomini di religioni e culture diverse, promuovendo inclusione, amicizia, solidarietà, educazione. Cioè un “ponte” di pace».

Come si gareggerà? Ci saranno delle staffette, quindi il simbolico passaggio del testimone di mano in mano, ma sono staffette molto particolari. Vi partecipano diversi campioni olimpici, ma, come dice papà Francesco, in realtà tutti gli atleti sono considerati allo stesso livello: la medaglia d’oro Tortu lo è come il ragazzo con Sindrome di Down o con autismo. Poi ci sono 5 squadre di carcerati, sia femminili del carcere di Rebibbia, sia maschili del carcere di Velletri: ci sono due squadre di rifugiati del Centro Astalli, tra l’altro la squadra femminile è composta da due ragazze ucraine, una keniana è una salvadoregna. Quindi storie diverse di immigrazione che arrivano e riscoprono di poter stare insieme attraverso l’atletica. La cosa particolare, la novità è che correranno anche le ambasciate presso la Santa Sede, che stanno creando delle formazioni composte dagli ambasciatori stessi, anche se non proprio giovanissimi, gli addetti alla segreteria, gli autisti, ecc. E questo per un discorso legato alla pace. Cioè, quando si corre insieme ci si passa il testimone in segno di collaborazione e condivisione.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

24/05/2022
0612/2022
San Nicola vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Giornata in memoria dei missionari martiri

Una giornata dunque per chi offre il proprio aiuto gratuitamente agli altri ed in alcuni casi viene ripagato con disprezzo e violenza tanto da arrivare a mettere a repentaglio la propria vita.

Leggi tutto

Storie

Il Monte degli Ulivi non verrà modificato senza consultare le Chiese

Il progetto israeliano di includere l’area del Monte degli Ulivi nel Parco naturale nazionale delle mura di Gerusalemme “non sarà portato avanti senza il coinvolgimento di tutte le parti interessate, incluse, naturalmente, le Chiese della zona

Leggi tutto

Chiesa

Si è spento il cardinale Barragán

E’ morto stamattina a Roma, all’età di 89 anni, il porporato messicano, presidente emerito dell’allora Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari, oggi integrato del Dicastero per lo sviluppo Umano Integrale.

Leggi tutto

Chiesa

Vaticano - Il Dicastero per l’Evangelizzazione

Il nuovo Dicastero nasce dall’accorpamento della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli con il Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione

Leggi tutto

Chiesa

Papa: i 60 anni della facoltà di medicina del Sacro Cuore

Nel celebrare la Messa in occasione dei 60 anni della Facoltà di Medicina e Chirurgia all’Università Cattolica del Sacro Cuore, Francesco ricorda che per amare davvero Dio bisogna appassionarsi all’uomo che vive il dolore: condividere, sostenersi, andare avanti insieme “è il futuro della sanità cattolica”.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: le armi dello spirito cambiano la storia

Un tweet del Papa dall’account @Pontifex invita nuovamente alla preghiera, alla carità e al digiuno come “medicina”.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano