Storie

di Nathan Algren

Pakistan - Ragazza cristiana di 15 anni rapita

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Ancora una volta una ragazza cristiana di nome Saba, 15 anni, è stata vittima di un rapimento a sfondo sessuale in Pakistan da parte di persone note. È avvenuto il 20 maggio nel quartiere di Madina Town a Faisalabad, nello Stato del Punjab: Muqaddas, la sorella di Saba, ha raccontato che entrambe si stavano recando nelle case dove lavorano come domestiche. Intorno alle 9 della mattina due persone ultraquarantenni riconosciute come Muhammad Yasir and Muhammad Riaz, insieme ai loro amici, hanno spinto Muqaddas e caricato Saba nell’auto-rickshaw, portandola con loro.

Secondo la madre, Rubina Nadeem, Saba è stata rapita “per adulterio” e viene tenuta prigioniera in un luogo sconosciuto. Il rapimento è confermato da due testimoni - Tariq Iqbal e Amir Daniel - che stavano attraversando la strada per recarsi al lavoro quando la ragazza è stata sequestrata. La donna ha sporto denuncia presso la stazione di polizia di Madina Town citando il reato 365-B del codice penale pachistano che recita: “Chiunque rapisca o sequestri una donna con l’intento di costringerla, o sapendo che è probabile che venga costretta, a sposare una persona contro la sua volontà, o al fine di costringerla o indurla a rapporti illeciti, o sapendo che è probabile che sarà costretta o indotta a rapporti illeciti, sarà punito con l’ergastolo e sarà anche passibile di ammenda”.

La polizia sta cercando i colpevoli ma non è ancora riuscita a rintracciare la ragazza dal giorno del suo rapimento. Secondo Simon Aleem, un attivista per i diritti umani, Saba è una ragazza innocente e vittima di un’ingiustizia che purtroppo continua a ripetersi. Molte ragazze cristiane sono state prese di mira e rapite; pochi giorni dopo il sequestratore produce il certificato di conversione della ragazza e sostiene che abbia accettato l’islam volontariamente e si sia sposata con chi l’ha rapita. ”Il governo – commenta Aleem – deve prendere provvedimenti immediati contro i rapitori di Saba Nadeem. Come è possibile che una ragazza minorenne, rapita davanti alla gente, accetti l’Islam di sua spontanea volontà e si sposi con la stessa persona che l’ha rapita? Nel caso di Saba, entrambi i rapitori hanno più di 45 anni e la stessa cosa sta accadendo in altri casi di rapimento di ragazze cristiane: come fanno le nostre ragazze minorenni a innamorarsi di uomini anziani?”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

26/05/2022
0207/2022
Visitazione di Maria Santissima

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

A Lahore donna denunciata per blasfemia

A Lahore una donna musulmana è stata denunciata alla polizia per aver chiesto all’imam di informare i fedeli della morte di un cristiano che vive nella zona.

Leggi tutto

Storie

PAKISTAN - Uccisione di due sikh a Peshawar

Il 15 maggio, due uomini non identificati hanno ucciso due sikh al Bata Tal Bazaar di Peshawar, mentre i due sikh erano impegnati ad allestire i loro negozi. Saljeet Singh, 42 anni, e Ranjeet Singh, 38 anni, sono morti sul colpo.

Leggi tutto

Storie

Pakistan, ucciso sacerdote in un agguato

La vittima è William Siraj, colpito da due proiettili all’addome e morto sul colpo. L’altro prete ferito è stato trasferito in ospedale e non è in pericolo di vita, Nessun gruppo ha rivendicato l’agguato.

Leggi tutto

Chiesa

Pakistan: Eucarestia fonte di vita

“L’Eucaristia è fonte e culmine della nostra vita e della nostra missione. Siamo persone eucaristiche, chiamate a vivere e testimoniare la fede nella santa Eucaristia in Pakistan. Apriamo i nostri cuori alla Parola di Dio e allo Spirito Santo per comprendere il mistero della nostra fede nell’Eucaristia. L’Eucaristia rafforza la nostra fede e ci lega, in comunione, come un’unica comunità”: è quanto ha affermato l’Arcivescovo Christophe Zakhia El Kassis, Nunzio apostolico in Pakistan

Leggi tutto

Chiesa

Ostia e la cultura cristiana

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato—-SEGRETERIA—- COMMISSIONE CULTURA PREFETTURA DI OSTIA DIOCESI DI ROMA
SALA RIARIO, EPISCOPIO OSTIENSE – BASILICA CATTEDRALE DI SANT’AUREA

Leggi tutto

Storie

Pakistan - 8 anni nel braccio della morte

La drammatica storia di due coniugi cattolici di Lahore arrestati con l’accusa di blasfemia, rivelatasi poi falsa.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano