Media

di Roberto Signori

In libreria la raccolta dell’epistolario di Chiara Lubich

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

E’ in libreria in prima edizione mondiale, un volume che rende disponibile per la prima volta il ricchissimo epistolario di Chiara Lubich (1920-2008), fondatrice dei Focolari: 338 lettere, perlopiù inedite, scritte dal 1939 al 1960. Un secondo volume coprirà gli anni dal 1960 al 2008. “Si tratta – spiegano in una nota Città Nuova editrice e Centro Chiara Lubich – di un corpus straordinario di testi che mostrano una Lubich coinvolta nelle dinamiche quotidiane della vita, alla quale il genere letterario epistolare dà la possibilità di rivelare le parte più personale di sé e di esprimere i suoi pensieri nel modo più immediato ed efficace. Si alternano lettere irrompenti, impetuose, che sgorgano dall’anima di Chiara, e lettere di accompagnamento spirituale, indirizzate ora a un singolo, ora a un gruppo di persone. Sono intrise di amore filiale quelle indirizzate ai genito­ri; altre sono lettere direttive, perfino di comando, di orientamento per l’azione, o di aggiornamento sugli eventi del Movimento. Altre ancora sono più dottrinali, soprattutto quando la Lubich cerca di spiegare il suo Ideale. Alcune, infine, sono vere lettere-testamento”. A curare l’Opera è stata Florence Gillet, teologa, autrice di libri su Chiara Lubich e curatrice di diversi suoi volumi postumi. Al Centro Chiara Lubich è incaricata di studi e consulenza in ambito teologico-culturale.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

27/05/2022
2806/2022
Sant'Ireneo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Quella integralista religiosa di Flannery O’ Connor

Flannery O’Connor è stata una cocciuta paladina della realtà contro ogni intellettualismo, colei che più di ogni altra ha saputo portare alla luce le teofanie imprevedibili che la realtà racchiude nei suoi aspetti più banali. Molta polvere si deposita sulle cose ordinarie, facendole apparire insane. Quella polvere va tolta, preservando le cose. Molte iniquità vanno combattute in questa realtà imperfetta per non essere annoverati tra gli iniqui, ma non il reale stesso. Poiché nessun progressismo libresco, la O’Connor asserisce da ogni pagina, ha mai potuto cambiare un atomo del reale o uno iota della legge. Solo ciò che è accidentale cambia, ma l’essenza delle cose non muta. Chi non comprende o non ama questo non comprende la realtà perché, evidentemente, ha molto elucubrato e poco vissuto: “ci vuole vita per amare la Vita”, avrebbe detto un altro grande americano, l’Edgar Lee Masters dell’Antologia di Spoon River.

Leggi tutto

Politica

La terza via sulla quale deve puntare il popolarismo sturziano dopo le Europee

Impossibile pensare di indulgere – come fanno i movimenti populisti – sull’opzione di vellicare “la pancia del Paese” (cioè le sue voglie e le sue paure)

Leggi tutto

Società

Sul filo del rasoio

Una riflessione sui momenti di debolezza e sconforto che tutti noi abbiamo. Arriva il momento in cui vediamo tutto nero e veniamo sopraffatti dal dolore. Arriviamo a un punto in cui non abbiamo più margini di manovra per affrontare le difficoltà e le traversie che incontriamo nel nostro percorso. Lì accadde qualcosa che ribalta tutto, accettiamo la nostra debolezza; le difese si abbassano e possiamo far esplodere le nostre emozioni. Da lì, come liberati da un macigno che ci faceva affondare, possiamo ripartire con un nuovo Spirito. Siamo di nuovo pronti ad affrontare la vita e riprendere a vivere, consapevoli che corriamo sul filo del rasoio; però sappiamo che non siamo mai soli.

Leggi tutto

Chiesa

ETIOPIA - La Chiesa “soffre e condivide ansie e dolori dell’umanità”

La lettera, pervenuta all’Agenzia Fides, è indirizzata a “tutto il clero cattolico, religiosi e religiose, credenti laici e persone di buona volontà” e giunge a al termine di un anno segnato dall’escalation militare che ha visto fronteggiarsi l’esercito regolare e i ribelli del TPLF (Fronte popolare di liberazione del Tigray) senza esclusione di colpi.

Leggi tutto

Storie

Hong Kong: cattolici e protestanti chiedono l’amnistia per i detenuti

La speranza è anche che papa Francesco sottoscriva la petizione presentata alle autorità della città.

Leggi tutto

Storie

Ciclisti trans nelle gare femminili dei Commonwealth Games

Un portavoce ha affermato che il nuovo regolamento “sarà in linea con i principi stabiliti nel quadro del CIO sull’equità, l’inclusione e la non discriminazione sulla base dell’identità di genere e dell’orientamento sessuale”.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano