Storie

di Nathan Algren

Ancora un omicidio legato ad accuse di blasfemia in Pakistan

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Ancora un omicidio legato ad accuse di blasfemia in Pakistan, in pieno giorno davanti a una folla che ha assistito al gesto impotente, senza riuscire a intervenire. Un uomo di 80 anni, conosciuto dai più con il soprannome di Chacha (zio) Sharif (nella foto), è stato ucciso in modo brutale, pugnalato allo stomaco e poi sgozzato con un machete, da un giovane che mentre colpiva urlava frasi di odio e slogan fra i quali: “Ho ammazzato un blasfemo”.

Muhammad Sharif, commerciante con una attività quarantennale di riparazione di biciclette a Sargodha (Punjab), è stato decapitato da un 20enne all’una del pomeriggio nei pressi della fermata di un pullman, in una zona affollata da persone che si stavano recando al lavoro.

Testimoni oculari riferiscono di una scena di violenza e terrore, con alcune persone che volevano prestare aiuto all’anziano agonizzante ma temevano la reazione del giovane - arrestato ore più tardi dalla polizia - che brandiva il machete e accusava Chacha Sharif di essere un blasfemo. Alcune persone della zona ipotizzano una disputa relativa a una somma di denaro fra le cause dell’assalto, e che avrebbe spinto il giovane ad uccidere il commerciante usando il pretesto della legge che punisce quanti profanano il Corano o denigrano il profeta Maometto.

Giornalisti e attivisti, fra i quali il reporter Sabookh Syed, accusano i grandi media nazionali di aver taciuto la vicenda e di nascondere tanto l’omicidio quanto il pretesto che lo ha innescato. L’attivista pro-diritti umani Mariyam Kashif Anthony parla di evento “terrificante e deprecabile”, invocando al contempo azioni decise del governo per impedire simili eventi in futuro. Le controversie legate alla blasfemia sono un tema sensibile in Pakistan, aggiunge la donna, perché sfruttate per “farsi giustizia da sé” o per dirimere controversie personali, in molti casi aizzando la reazione della folla che diventa complice di crimini contro persone innocenti. Fra gli esempi recenti ricorda l’imprenditore originario dello Sri Lanka Priyantha Kumara, linciato nella sua azienda, o Muhammad Mushtaq, affetto da problemi mentali e lapidato dopo essere stato accusato di aver bruciato il Corano.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

27/05/2022
2801/2023
San Tommaso d'Aquino

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Per Asia Bibi un futuro tutto da scoprire

L’ordine di rilascio dalla prigione di Multan - nel centro del Pakistan, dove era detenuta – viene vincolato dal governo: il portavoce del ministero degli Esteri, Muhammad Faisal, ha dichiarato che Asia Bibi “si trova in un luogo sicuro e che è ancora in Pakistan”, smentendo le notizie di una partenza della donna per l’estero. Come di concluderà questa interminabile vicenda?

Leggi tutto

Storie

Disabile per “errore medico”

Del caso se ne era occupata l’inviata del le Iene Veronica Ruggeri dedicando alla 16enne di Cava de’ Tirreni (Salerno) un bellissimo servizio. Il calvario di Arianna inizia quando, a soli due anni e mezzo, viene colpita da una bronchiolite acuta. Dopo un breve periodo di degenza all’ospedale di Cava de’Tirreni viene trasferita al “A. Cardarelli” di Napoli. Il trasferimento “avviene a bordo dell’autoambulanza, in braccio alla madre, con il medico collocato nella cabina dell’autista e quindi impossibilitato a monitorare, in tempo reale, le sue condizioni cliniche. In spregio ad ogni linea guida vigente all’epoca, come ora”, spiega Mario Cicchetti, il rappresentante legale della famiglia Manzo.

Leggi tutto

Chiesa

Il Papa agli operatori sanitari: curate e consolate

Nel messaggio per la 30.ma Giornata Mondiale del Malato dell’11 febbraio, dal titolo “Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso”, Papa Francesco invita all’ascolto e alla relazione con i malati

Leggi tutto

Storie

Il Messaggio di libertà di don Emanuele Personeni

Don Emanuele Personeni, parroco di Mapello, scrive una lunga lettera annunciando che venerdì 11 febbraio intraprenderà un cammino per l’Italia per portare una riflessione su come vengono trattate le persone che hanno deciso di non vaccinarsi.

Leggi tutto

Politica

Pakistan: una chiesa dedicata a San Tommaso

Chiesa inaugurata solennemente dall’arcivescovo monsignor Joseph Arshad in quello che oggi è un distretto industriale nell’area di Rawalpindi, vicino al sito archeologico dell’antica Sirkab.

Leggi tutto

PoliticaStorie

Eutanasia: libro dela Binetti

Nel pomeriggio la senatrice dell’Udc Paola Binetti presenterà nella Sala Zuccari del Senato il suo ultimo libro ‘No all’eutanasia, Sì alle cure palliative’.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano