{if 0 != 1 AND 0 != 7 AND 0 != 8 AND 'n' == 'n'} Vaticano: abolito l’obbligo del green pass

Chiesa

di Raffaele Dicembrino

Vaticano: abolito l’obbligo del green pass

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Nuove disposizioni in Vaticano in seguito all’attenuarsi dell’emergenza pandemica. In un decreto generale datato 1 giugno e valido fino al 30 settembre, salvo ulteriori determinazioni, il cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, estende agli organismi della Santa Sede quanto già stabilito il 25 maggio scorso da un’ordinanza del presidente della Pontificia Commissione dello Stato della Città del Vaticano sulla fine dell’obbligo del green pass. Il decreto dispone, dunque, che per l’ingresso nei Dicasteri e negli Organismi ed Uffici della Curia Romana e nelle Istituzioni Collegate con la Santa Sede non è più necessario il possesso delle certificazioni sanitarie che la Pontificia Commissione aveva richiesto con l’ordinanza del 18 settembre 2021.

In Vaticano, l’obbligo del cosiddetto “Green Pass rafforzato” (da vaccinazione e/o guarigione) permane, però, per tutto il personale che svolge, a qualsiasi titolo, attività sanitaria, attività di sicurezza, soccorso pubblico e protezione civile (Direzione di Sicurezza e Protezione Civile) e funzioni di difesa (Corpo della Guardia Svizzera Pontificia).

Le nuove disposizioni raccomandano fortemente “l’uso dei dispositivi di protezione individuale delle vie respiratorie” nei luoghi chiusi e in caso di assembramento e obbligano all’osservanza delle prescrizioni sanitarie relative all’igienizzazione delle mani e all’aerazione frequente degli ambienti e la loro sanificazione periodica. Per esigenze di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, “la Direzione di Sanità e Igiene potrà, di volta in volta, disporre eventuali limitazioni temporanee”.

Quanto al personale della Curia Romana e delle Istituzioni Collegate con la Santa Sede che sia stato a contatto diretto con una persona positiva al Covid-19 si prevede che “se non vaccinato, potrà rientrare al posto di lavoro dopo l’isolamento fiduciario di dieci giorni, previo test antigenico finale negativo”, “se vaccinato, può accedere, in regime di autosorveglianza, al posto di lavoro” con obbligo di usare mascherina di tipo FFP2 in tutti i luoghi chiusi.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

03/06/2022
1308/2022
Ss. Ponziano e Ippolito

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

L’Anno Santo della Misericordia

Siamo chiamati a dare consolazione a ogni uomo e ogni donna del nostro tempo. Mi pare un compito da far tremare le vene dei polsi, ma questo è l’invito del Papa

Leggi tutto

Politica

Le vacanze romane di Donald

Incontri con Papa Francesco, Sergio Mattarella e Paolo Gentiloni; e tra questi il Bambino Gesù, il Pantheon e moltissima attività social

Leggi tutto

Chiesa

Beatificazione di padre Tiburcio Arnaiz Munoz

Tiburcio Arnaiz Muñoz nacque a Valladolid, in Spagna, l’11 agosto 1865. I suoi genitori, Ezequiel e Romualda, di professione tessitori, lo portarono al fonte battesimale della parrocchia di Sant’Andrea due giorni dopo la nascita, nel giorno in cui si ricorda appunto san Tiburzio. Ad appena cinque anni, rimase orfano di padre. Sua madre, allora, cercò in ogni modo di mantenere sia lui che l’altra figlia, Gregoria, che aveva sette anni in più. Anni dopo, lui raccontò che da piccolo, una notte, ebbe un incubo: sognò di cadere all’inferno. Impaurito, chiamò sua madre, ma lei non lo sentì. Sempre più terrorizzato, invocò la Madonna Addolorata, che gli apparve dicendo: «Non cadi all’inferno né mai vi cadrai» e lo coprì col suo manto.

Leggi tutto

Chiesa

Papa ed aborto: l’obiezione di coscienza fedeltà alla propria professione

Papa Francesco, incontrando i soci di un’associazione italiana di farmacisti, di fronte a chi vuole togliere l’obiezione di coscienza, afferma che non è una infedeltà, ma al contrario fedeltà alla propria professione, “se validamente motivata”.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco commemora i fedeli defunti

Papa Francesco: mi viene in mente uno scritto, alla porta di un piccolo cimitero, al nord: “Tu che passi, pensa ai tuoi passi, e dei tuoi passi pensa all’ultimo passo”.

Leggi tutto

Chiesa

Kontidis e la visita del Papa in Grecia

Nelle parole dell’arcivescovo di Atene e amministratore apostolico ad nutum Sanctae Sedis di Rodi, monsignor Theodoros Kontidis, c’è tutto il senso e il significato del 35° viaggio di Papa Francesco, che guarda al Medio Oriente e ai Paesi che si affacciano sul “Mare Nostrum”, ma che si rivolge anche all’Occidente. Per il presule gesuita, il viaggio di Papa Francesco e la sua presenza in Grecia rappresentano «un evento storico, ecumenico e politico di grande importanza».

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano