Società

di Nathan Algren

Thailandia - un freno alla maternità surrogata illegale

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il Dipartimento per il Servizio di sostegno alla salute e il Dipartimento per le Investigazioni speciali della Thailandia hanno deciso di collaborare per mettere un freno alla maternità surrogata illegale firmando il 31 maggio un memorandum congiunto.

L’obiettivo principale è quello di cancellare la dubbia reputazione del Paese, visto come un hub per questa pratica che continua a coinvolgere donne anche dai Paesi limitrofi grazie ad agguerriti racket transfrontalieri e con richieste da diverse parti del mondo.

“La Thailandia è nota per essere il centro della surrogata illegale per coppie asiatiche che costituiscono la maggior parte della ‘clientela’. Dobbiamo lavorare insieme per regolare il problema senza nasconderlo sotto il tappeto”, ha specificato Triyarith Temahivong, direttore del Dipartimento per il Servizio di sostegno alla salute.

Attualmente la materia è regolata dalla “Legge per la protezione dei bambini surrogati nati da medicina riproduttiva tecnologicamente assistita” in vigore dal 19 febbraio 2015 che, oltre a porre limiti alla pratica in generale, relegandola quasi esclusivamente all’ambito altruistico e parentale, proibisce anche l’acquisto, la vendita, l’importazione o l’esportazione di sperma umano, ovuli o embrioni stabilendo sanzioni di almeno un anno di carcere per i donatori e fino a 10 anni di prigione per gli altri reati.

Proprio dal ministero, però, è arrivata l’ennesima conferma della possibilità di emendare la legge per consentire a coppie straniere di poter accedere in maniera sicura alla maternità surrogata. Emblematici i dati ufficiali sulla difficoltà a far rispettare la normativa: a fronte di 20mila pazienti che avrebbero chiesto la fertilizzazione in vitro dall’approvazione della legge, sono solo 584 le maternità surrogate legali registrate dal governo, mentre sarebbero decine i bambini nati per via surrogata in Thailandia durante il periodo pandemico, con almeno 19 neonati ancora in custodia del ministero per lo Sviluppo sociale e la Sicurezza umana.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

03/06/2022
0110/2022
S. Teresa di Gesù bambino

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

De Mari e l’inchiesta non inchiesta

I roghi di libri li abbiamo già visti, non c’è bisogno di aggiungere altro, ma sappiamo anche che i libri se la cavano sempre, che riescono a superare i tempi bui e a rispuntare come fiori i cui semi hanno tenuto duro, sotto la neve, per tutto l’inverno.

Leggi tutto

Politica

Una crescita figlia della lotta

Il Popolo della Famiglia è oggi quella casa che è rimasta in piedi dopo la tempesta, con porte e finestre spalancate perché mira a lavorare insieme ad altri, mai arroccato nelle proprie certezze ma aperto a nuovi incontri. In particolare mi ha colpito la disponibilità al dialogo con noi di molti cardinali e vescovi con cui ho potuto dialogare anche di persona, da Agrigento a Bologna, da Imperia a Lecce, da Teramo a Cuneo. Confido davvero in un risveglio della Chiesa nel sostegno ai politici impegnati in politica, ma a quei laici che appunto hanno dimostrato di non essere interessati alla poltrona, ma a costruire un orizzonte nuovo per il bene comune.

Leggi tutto

Storie

Sostegno alle le famiglie colpite da eruzione vulcanica e tsunami a Tonga

La maggior parte del paese è stata colpita da uno strato di 1-2 cm di cenere vulcanica, che sta colpendo i rifornimenti di acqua e cibo, e ha un impatto negativo sulla qualità dell’aria. Nei prossimi giorni, l’accesso all’acqua potabile sarà una priorità immediata. Le linee di comunicazione sono interrotte dal 15 gennaio, rendendo difficile ottenere informazioni sull’entità dei danni.

Leggi tutto

Società

Espad la piattaforma europea su adolescenti a rischio

Ecco una nota dell’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ifc) che ha sviluppato “ESPAD Data Portal” un nuovo strumento di data explorer che consente di consultare oltre venti anni di dati su consumo di sostanze, abusi e comportamenti a rischio tra gli studenti di 15-16 anni in 40 paesi europei.

Leggi tutto

Società

TRE CIFRE, TRE LETTERE, FORSE UNO SPIRAGLIO ?

C’è un sistema fatto di persone che hanno dimenticato la civiltà e il senso dell’umano, c’è un insieme di funzioni, di uffici, di scrivanie popolati dal genere umano che di umano pare avere ben poco in particolar modo se l’umano da “trattare” è l’infanzia, l’infanzia in senso lato.
Pensiamo a come ogni tassello sia al suo posto e a come il valore più importante quale il tempo venga dilatato e reso “biblico”… i giorni i mesi e gli anni si sommano ora dopo ora,  i figli sono strappati dilaniati psichiatrizzati psicologizzati nel tentativo di cancellare colei che ha donato loro la vita.

Leggi tutto

Media

Sierra Leone; il riscatto degli ex bambini soldato

Formare e seguire i giovani in Sierra Leone a quasi dieci anni dalla conclusione del conflitto civile: è l’obiettivo oggi dei salesiani, presenti da 20 anni nel piccolo Paese dell’Africa occidentale

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano