Storie

di Giampaolo Centofanti

Atteggiamenti sotto le dittature

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Si potrebbero sviluppare interessanti studi sull’argomento.

Fa riflettere nell’epoca dell’onnipervasivo pensiero unico rilevare le risposte più frequenti di coloro che del pensiero unico si fanno in vario modo strumenti. In mezzo al grigiore dell’uniformismo affermano di non notare questo piattume. Altri rispondono di non comprendere questi riscontri. Sarebbe interessante andare a studiare le reazioni dei notabili in altri tempi di dittatura imperante.

Certo colpisce anche vedere quei passaggi in cui crolla un regime e allora si trasformano moltissimi suoi sostenitori. Ma sono passaggi che mostrano anche come davvero possono esistere persone che si lasciano plasmare inconsapevolmente da certe culture. Insomma non tutti sono soltanto furbi sempre attaccati al carro del vincitore. Si danno pure quelli con varie percentuali di sincera convinzione.

Allo stesso modo è davvero stupefacente vedere certi esponenti di regime non battere ciglio quando si imbattono in persone profondamente innovative, feconde di vita nuova in vari campi ma totalmente misconosciute dal grande pubblico. Niente di strano, per loro, che ciò possa avvenire. La cultura e la vita possono tranquillamente fare a meno di codesti rinnovatori, continuando i chierici di stato ad incensarsi tra di loro.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

06/06/2022
2306/2024
San Giuseppe Cafasso

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Papa: rispettare la dignità degli anziani

Ricevendo in udienza i membri dell’Associazione Religiosa Istituti Socio Sanitari (Aris), Francesco parla della cultura dello scarto che nel settore della sanità può mostrare le sue conseguenze più dolorose. L’invito è a vigilare sul rischio che si arrivi a “speculare sulle disgrazie altrui” soprattutto sui più deboli.

Leggi tutto

Chiesa

Anche i laici avranno diritto di voto al Sinodo

Il papa ha approvato l’estensione anche a chi non è vescovo della partecipazione come membri a pieno titolo e non solo uditori. Sarà il pontefice stesso a scegliere 70 rappresentanti del popolo di Dio per l’appuntamento di ottobre, da liste di nomi dalle Chiese di tutti i continenti.

Leggi tutto

Società

A scuola con la tenda

E’ stata sufficiente la notizia di una studentessa universitaria che, per protestare per il costo dell’affitto, si fosse fatta un selfie ll’ingresso con una tenda da bivacco per scatenare una ridda di interventi sia a livello di media che politico.

Leggi tutto

Storie

India: dalla persecuzione alla fratellanza

In un villaggio dell’Orissa nel 2008 l’unica famiglia cattolica era stata costretta a fuggire durante la persecuzione perdendo tutto. Ora la bambina di allora ha emesso la prima professione religiosa e anche gli indù che avevano partecipato alle violenze hanno preso parte alla festa dei cristiani.

Leggi tutto

Media

Sei forse tu Gesù?

“Sei forse tu Gesù?”: s’intitola così il libro più recente scritto dal sacerdote, docente di Teologia-Sacra Scrittura presso la Libera Università Maria SS. Assunta di Roma e presidente del Fondo Assistenza Sanitaria della Santa Sede

Leggi tutto

Società

Stupro di gruppo, Portanova fa ricorso

Lo scorso anno è stato condannato dal tribunale di Siena, con rito abbreviato, a 6 anni di reclusione per stupro di gruppo, insieme allo zio Alessio Langella (mentre un altro giovane, all’epoca diciassettenne, è poi stato condannato dal Tribunale dei minori di Firenze a 3 anni). Manolo Portanova ha però depositato il ricorso (con Langella) presso la Corte d’appello, che dovrà adesso fissare la data dell’udienza. Per ora si sa che dovrebbe tenersi il prossimo autunno e che fra le persone chiamate a testimoniare in aula ci sarà anche Ethan Torchio, il batterista dei Maneskin. Questi gli ultimi sviluppi del caso giudiziario che vede coinvolto il centrocampista ventitreenne del Genoa, accusato di aver abusato di una studentessa di 22 anni durante una festa privata svoltasi in un appartamento situato nella città toscana. I fatti in questione risalgono alla notte fra il 30 e il 31 maggio del 2021: secondo l’accusa, la giovane era sostanzialmente convinta di trascorrere una serata con il solo Portanova.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano