Storie

di Nathan Algren

Iraq - L’Antica Chiesa dell’Est elegge il patriarca

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

L’Antica Chiesa dell’Est ha un nuovo patriarca, eletto all’interno di un sinodo che si è tenuto fra fine maggio e inizio giugno a Chicago, negli Stati Uniti. Dall’incontro fra le massime cariche della Chiesa orientale sembra arrivare anche un freno - forse non definitivo, ma certo un duro colpo - alla faticosa e difficile opera di riunificazione con la Chiesa Assira dell’Est. Una prospettiva che aveva ripreso vigore, con un moderato ottimismo iniziale, in seguito all’annuncio dei dialoghi fra le due realtà avviati il 9 maggio scorso nella metropoli del Nord America.

Il nuovo patriarca dell’Antica Chiesa dell’Est, e successore del defunto Mar Addai II Gewargis scomparso nel febbraio scorso, è Mar Yacoub III Daniel. Egli stava già ricoprendo l’incarico di reggente del seggio patriarcale in questa fase di latenza, oltre a essere metropolita di Australia e Nuova Zelanda, nazioni in cui era arrivato nel 2005 dopo aver servito come vescovo in Siria. Alcune fonti ecclesiastiche locali affermano che la cerimonia di intronizzazione è in programma a Baghdad, capitale dell’Iraq e sede patriarcale, il prossimo 19 agosto.

Secondo quanto sottolinea il sito Baghdadhope, il sinodo di breve durata rispetto ai tempi canonici di queste assisi, si è tenuto nella stessa città in cui il 9 maggio era iniziato l’incontro tra i vertici della chiesa e quelli della Chiesa Assira dell’Est “per esplorare la possibilità di riunificazione”. Una frattura che si era consumata dopo decenni di contrasti con lo scisma del 1968, quando “divergenze di diversa natura terminarono con la creazione dell’Antica Chiesa dell’Est” che ha nominato nei giorni scorsi il suo terzo patriarca.

Per quanto riguarda i dialoghi sulla riunificazione, pur non risultando dichiarazioni ufficiali delle due Chiese, prendono sempre più quota voci di “fallimento” circa un tentativo di riunione. Studiosi di questioni ecclesiastiche invitano a prendere queste notizie con tutte le tutele del caso, fino ad una eventuale conferma o smentita ufficiale della notizia. Tuttavia, sulla vicenda si è espresso in via informale il vescovo di Chicago e segretario del sinodo della chiesa Antica dell’Est Mar Gewargis Younan, il quale ha spiegato i motivi di maggiore contrasto.

Per il vescovo, fra le due realtà restano delle divergenze sul nome della futura chiesa nata dall’unione delle due, il calendario liturgico comune, il procuratore generale del patriarca. Su quest’ultima carica, la più importante, non vi è stato sinora nemmeno un accenno di confronto e il nodo è tutt’altro che semplice da sciogliere. Vi è poi la questione del rapporto con le altre chiese, fra le quali la cattolica romana di cui entrambe non riconoscono l’autorità. A dispetto dello stallo nei colloqui, il cui esito è sinora negativo, Mar Gewargis Younan precisa che si è deciso di “continuare a lavorare” nella direzione della riunificazione.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

06/06/2022
2909/2022
Ss. Michele, Gabriele e Raffaele arcangeli

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Iraq - Card. Sako: nuovo anno per superare ‘divisioni

Un cambiamento che deve partire nelle famiglie, nelle chiese e nelle moschee, nelle scuole e sui media. Preservare le differenze e rafforzare valori quali “amore, tolleranza e perdono”.

Leggi tutto

Chiesa

Iraq -  Sako: la luce della Pasqua di Cristo illumini le tenebre

Riferendosi esplicitamente alle guerre che dilaniano il mondo, il Patriarca caldeo invita “tutti i credenti, cristiani e musulmani, che attualmente digiunano per il Ramadan, e anche gli ebrei, a guardare alla tragedia in Ucraina e nei Paesi del Medio Oriente, alla loro umiliazione e allo smantellamento del loro bellissimo mosaico”. Oggi più che mai – fa notare il Cardinale iracheno - la celebrazione della Pasqua rappresenta un’occasione propizia per riconoscere anche in questo tempo “l’amore di Dio per gli uomini, la sua vicinanza e la sua infinita misericordia verso tutti”, che si manifesta “attraverso la risurrezione di Cristo”, avvenuta “per la salvezza dell’umanità”.

Leggi tutto

Storie

Iraq - Il Patriarca Sako e la crisi politica del Paese

I blocchi politici iracheni devono avviare un tavolo di consultazione nazionale per porre fine allo stallo istituzionale che sta paralizzando il Paese, prima che “uno Tsunami possa spazzarci via tutti”.

Leggi tutto

Storie

Djokovic,prigioniero “politico”

Il caso Djokovic è divenuta una verra e propria disputa internazionale.

Leggi tutto

Storie

La Turchia in Siria ed Iraq danneggia chiese

Ankara ha lanciato l’operazione di primavera “Claw Lock” contro obiettivi curdi oltre-confine. Morto un 26enne cristiano a Khabour, i jihadisti attaccano col sostegno turco.

Leggi tutto

Storie

EGITTO - I cristiani copti si preparano al “Digiuno della Vergine Maria”

I copti ortodossi in tutto il mondo si preparano a vivere il tempo di penitenza conosciuto come «digiuno della Santa Vergine Maria»

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano