Media

di Giampaolo Centofanti

La novità de La Croce

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

In un precedente intervento (https://gpcentofanti.altervista.org/i-pochi-media-scampati-alluniformismo/ ) ho trattato di un panorama mediatico molto grigio, drammatico.

La Croce apre vie nuove in questo quadro. È un giornale cristiano ma lascia davvero che i cattolici dei più diversi orientamenti vi si possano esprimere. Dunque in tempo di pensiero unico alimenta una sincera e partecipata ricerca del vero. Uno stimolo per tutta la società. Un contributo ad una vissuta dai popoli liberazione dei popoli.

Un giornale non ingabbiato nei formalismi di competenze che non sorgendo da una autentica crescita umana ma dai tecnicismi degli apparati risultano riduttive, distorcenti, omologanti. Certo che la competenza ha un suo valore ma se frutto di una libera crescita spirituale e umana e di un solo allora libero scambio.

Allora la vera maturazione orienta a guardare ad ogni cosa in modo sempre nuovo.

Su questa nuova via è più facile trovino spazio persone preparatissime e sinceramente alla ricerca di un approfondito discernimento. Non cooptate da apparati di potere e disinteressate a questi percorsi.

Persino nella Chiesa talora si può scambiare per comunione e obbedienza, grandi doni per la vita cristiana, il servilismo e il carrierismo.

Il cercare le vie dell’autentica maturazione di ogni uomo apre al cogliere la grazia di ciascuno, all’imparare da ciascuno, al non ridurre a meri concetti la ricchezza della vita con il suo infinito mistero, le sue infinite profondità.

La partecipazione gratuita della maggior parte dei redattori riduce di molto le (pur non piccole) spese potendo sottrarre il periodico alla fine di tante imprese commerciali: fagocitate dai pochi ricchi e potenti del pensiero unico. E dando spazio invece all’anelito spirituale. La liberazione dal disastro fontale della nostra epoca: il ridurre tutto a tecnicismo.

Il venire offerto gratuitamente è poi un aspetto fondamentale di questa nuova via: crescere insieme, vicini, ad ogni persona. Mentre nella società attuale sembrano valide solo le logiche commerciali. Che invece hanno talmente svuotato da essere arrivati al punto che molte testate sembrano indifferenti ad un autentico coinvolgimento della gente. Ormai l’obiettivo è teleguidare e in fondo spegnere il pensiero di molti. Molte testate non devono dunque incrementare le vendite, gli scopi sono altri.

Ecco alcuni dei motivi per cui appare un vero servizio di rinascita umana e civile leggere, partecipare, far conoscere La Croce. Alcuni dei motivi per cui La Croce ha grandi possibilità di diffondersi.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

09/06/2022
0602/2023
Ss. Paolo Miki e compagni

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Nessuna pietà per i nemici della libertà

Il nazi-buonismo torna nelle parole arroganti del ministro delle famiglie (sic!), dell’infanzia e dei diritti delle donne Laurence Rossignol, appassionata sostenitrice della legge-bavaglio contro i siti pro vita.

Quarant’anni dopo la legge Veil, ha dichiarato il ministro, «dei gruppuscoli antiabortisti avanzano mascherati, dissimulati dietro a piattaforme all’apparenza neutra e obiettiva che imitano i siti istituzionali di informazione e cercano deliberatamente di ingannare le donne. O peggio ancora, talvolta sono diffuse da cellule d’ascolto animate da militanti “no choice” senza alcuna formazione intenzionati a colpevolizzare le donne e a scoraggiarle di ricorrere all’aborto». Rossignol ha poi aggiunto che «i militanti anti-IVG resteranno liberi di esprimere la propria ostilità all’aborto. A patto di dire con sincerità chi sono, cosa fanno e cosa vogliono». «La libertà di espressione», prosegue il ministro, «non si può confondere con la manipolazione degli spiriti».

Leggi tutto

Politica

Nel segno della resistenza alla deriva eutanasica la IV festa de La Croce da domani a Pomezia

SUICIDIO ASSISTITO: PDF, “PER I CRISTIANI E’ L’ORA DELLA RESISTENZA”. LA 4a FESTA NAZIONALE DE LA CROCE DA DOMANI 27/9 A POMEZIA (RM)

Leggi tutto

Politica

Adinolfi (Pdf): “ddl Zan non è priorità, emergenza non c’è”

Sono 1.300 giorni che mi batto contro l’approvazione della fascistissima legge Zan, ora anche Enrico Letta si accorge che va cambiata. In 1.300 giorni non si è verificato neanche un serio caso di omofobia in Italia. Ma che emergenza è? Arrenditi Zan anche nel Pd ti hanno mollato.

Leggi tutto

Storie

“Dal Natale al Battesimo” in mostra a San Pietroburgo

Fino al prossimo 2 febbraio sarà possibile visitare presso il Museo delle Religioni di San Pietroburgo,  la mostra dedicata al tema “Dal Natale al Battesimo”,

Leggi tutto

Chiesa

Via Crucis ogni venerdì nella Basilica di San Pietro

Durante tutta la Quaresima, nella Basilica Vaticana, si rinnova, con la partecipazione dei fedeli, il ricordo della Passione di Cristo nelle 14 stazioni della Via Dolorosa. Il primo appuntamento il 4 marzo

Leggi tutto

Media

David di Donatello 2022: Paolo Sorrentino vince miglior film e miglior regia

È stata la mano di Dio conquista anche il David per la migliore attrice non protagonista, la migliore fotografia e il David Giovani

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano