Politica

di Mario Adinolfi

STORIA DI CIALTRONI IN CERCA DI ATTENZIONE

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Adorabili ‘sti tizi del sedicente “Partito” Gay. Non se li fila nessuno neanche nel mondo Lgbt che vorrebbero rappresentare senza riuscirci e oggi si sono inventati una frase da me mai pronunciata per depositare una querela e ottenere 3 minuti d’attenzione sfruttando il mio nome. In un paese serio si tratterebbe di reato di lite temeraria, pagliacciata gravemente punita. Nel paese di pulcinella provano a lucrare sulla contrapposizione. Il Popolo della Famiglia è una grande organizzazione politica nazionale candidata in tutti i grandi comuni. I cittadini possono votare il nostro simbolo e i nostri candidati a Palermo, Verona, Padova, Monza, Parma, Viterbo, Cuneo, Asti, Alessandria, Jesi e tanti altri luoghi in virtù delle migliaia di firme certificate che abbiamo depositato per presentare le liste. Il sedicente “Partito” Gay compie una mera operazione di marketing presentandosi solo sette in comuni con popolazione inferiore ai mille abitanti perché sono i comuni dove ci si può presentare senza raccogliere firme. Saputo che eravamo presenti a Ventotene con la mia personale candidatura a sindaco, a venti minuti dalla chiusura dei termini si sono presentati al comune per depositare una loro lista con allegato un surreale programma sulle malattie sessualmente trasmissibili (questione centrale a Ventotene, come no) e provare a rimediare visibilità attaccandomi. Oggi si sono inventati la querela su frase mai pronunciata con la stessa logica. Deve essere davvero colma di odio la vita di costoro. Da ora in poi mai più una parola su gente così, per cui la vita si riduce a perenne carnevalata. D’altronde sono quelli che irridono nei gay pride i più sacri simboli religiosi, sono onorato di essere ad essi accomunato e di subire la relativa persecuzione. Dal mondo Lgbt sarà la centesima querela che ricevo, io non ne ho mai presentata una (e Dio sa e voi sapete che ogni giorno potrei presentarne decine). Su cento querele sapete quante sono arrivate a processo? Neanche una. Mai. I giudici le stracciano perché sono sempre costruite così, con accuse talmente false e inventate che vengono seppellite da una risata. Il metodo però è intimidatorio e serve a snervare oltre a far spendere risorse (ogni querela necessita di un intervento di un avvocato per evidenziarne l’inconsistenza e gli avvocati costano). Ma non hanno ancora capito che ogni militante del Popolo della Famiglia è dotato di pazienza e tenacia. Possono provare ogni forma di intimidazione. Non ci piegheranno mai. Non mi piegheranno mai, questi quattro cialtroni.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

09/06/2022
2909/2022
Ss. Michele, Gabriele e Raffaele arcangeli

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

La questione Rocco Siffredi

Siffredi è uno degli attori e produttori più forti del settore e il suo patrimonio è calcolato in decine di milioni di euro, da alcune fonti addirittura in centinaia. In più è italiano e l’Italia ha avuto sempre nei confronti della pornografia una sorta di licenziosa simpatia, forse per emanciparsi dall’immagine di paese bacchettone per via della presenza della Chiesa. Così siamo l’unica nazione al mondo ad aver eletto in Parlamento una pornostar nel pieno della sua attività così come siamo l’unico sistema culturale al mondo ad aver idealizzato una serie di pornoattori facendone una sorta di icone e persino di intellettuali, come appunto capita a Siffredi, ormai protagonista di interviste su settimanali patinati in cui l’intervistatore è addirittura un prete intimidito, oltre che di programmi radiofonici e televisivi di varia natura.

Leggi tutto

Media

Genesi e mission del nostro quotidiano raccontate dal suo direttore su #PdFTV

Ecco un’interessante intervista al fondatore de La Croce Quotidiano Mario Adinolfi per rubrica “Semi di speranza”, che va in onda il venerdì pomeriggio su Facebook canale PDFTV

Leggi tutto

Politica

Prospettive per il Popolo della Famiglia: come procedere col radicamento

Leggi tutto

Chiesa

Il crocifisso a scuola si può esporre regolarmente

La Cassazione ei è pronunciata nell’ambito del ricorso presentato da un docente che era stato sanzionato in via disciplinare perché invocando la libertà di insegnamento e di coscienza in materia religiosa si era opposto alla circolare di un dirigente scolastico di Terni che ordinava di esporre il crocifisso in aula.

Leggi tutto

Società

LA SINDROME DEL BUNKER DI BERLINO E LA VOGLIA DI UN CIELO BLU SOPRA LE NUVOLE

La sindrome del bunker di Berlino sembra aver colpito sia politicanti che cittadini comuni, i quali non comprendono appieno il dramma verso cui andiamo incontro.

Leggi tutto

Politica

Forlì: contributo da 40mila euro per teoria gender

L’assessore alle Pari Opportunità Andrea Cintorino risponde alla critiche sul progetto del comune di Forlì

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano