Storie

di Roberto Signori

USA - Il Congresso vuole indagare sulla vendita di parti di bambini abortiti

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

In una lettera bicamerale, 89 membri del Congresso hanno invitato l’ispettore generale del Dipartimento della salute e dei servizi umani (HHS), Christi Grimm, a condurre un audit immediato per verificare se l’Università di Pittsburgh abbia violato la legge federale mentre conduceva ricerche sui tessuti fetali sovvenzionate dal National Istituti di salute (NIH).

La spinta per un’indagine completa è arrivata dopo che l’HHS ha ignorato le serie preoccupazioni sollevate in precedenti lettere inviate dai membri del Congresso che si opponevano alla ricerca sui tessuti fetali e al traffico di parti di bambini abortiti.

Nella loro lettera a Grimm, i legislatori hanno ribadito le gravi accuse che l’HHS ha rifiutato di affrontare, compreso il fondato sospetto che i ricercatori universitari abbiano alterato illegalmente le procedure di aborto esclusivamente allo scopo di ottenere tessuto fetale e che abbiano ricavato organi o tessuti da bambini abortiti che erano nati vivi e che erano stati uccisi successivamente.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

10/06/2022
0602/2023
Ss. Paolo Miki e compagni

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Planned Parenthood, così il cerchio si stringe

Pare che quel David Daleiden sia veramente riuscito a scagliare un sasso fatale per il gigantesco Golia degli aborti: i sondaggi mostrano una popolazione americana inorridita davanti ai video e questo fa sì che sempre più ingenti si facciano le forze politiche interessate a recidere le risorse vitali dell’industria abortista. Giovedì pomeriggio hanno testimoniato in udienza, per più di quattro ore, un medico ex abortista, una ex dipendente di Planned Parenthood, una sostenitrice “pro choice” e una donna con tre aborti alle spalle

Leggi tutto

Società

Forse l’Ohio salverà i down

Il problema resta chi salverà noi, dalla nostra ipocrisia e dalla nostra schizofrenia: da una parte facciamo (giustamente) di tutto per attenuare le ingiuste discriminazioni e neutralizzare le barriere sociali come quelle architettoniche; dall’altra ci compiaciamo di approvare progetti eugenetici che comportano ipso facto l’uccisione attiva e volontaria di decine di migliaia di esseri umani. Qualche Paese al mondo (Indiana, Nord Dakota e Ohio, pare) fa marcia indietro

Leggi tutto

Società

L’unico aborto sicuro è quello che non si fa

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco e Biden, 75 minuti di colloquio

Lungo dialogo a porte chiuse nella Biblioteca Apostolica: ribadito il comune impegno per la lotta alla pandemia e alla salvaguardia del pianeta, con una speciale attenzione all’attualità internazionale alla luce del G20

Leggi tutto

Chiesa

Monsignor Camisasca: “non disporre della vita a piacimento

Il vescovo di Reggio Emilia, Mons, Massimo Camisasca, ammonisce sulla legge del Fine Vita: “eutanasia mette a rischio i più deboli

Leggi tutto

Società

USA - Lesbiche fanno causa alla clinica per la fertilità

Una coppia lesbica ha fatto causa a una clinica per la fertilità dopo aver saputo che l’embrione che avevano impiantato in una delle due era un maschio e non una femmina.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano