Media

di Tommaso Ciccotti

Mark Lewis nuovo rettore della Gregoriana

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“Durante gli anni trascorsi dopo la formazione, Padre Lewis ha ricevuto diverse missioni, nel campo della ricerca, dell’insegnamento e del governo. In questi importanti incarichi, P. Mark A. Lewis ha acquisito una ricca esperienza accademica e di governo che, negli ultimi anni, ha messo generosamente al servizio della Pontificia Università Gregoriana». È così che l’attuale rettore della Gregoriana, padre Nuno da Silva Gonçalves, presenta il suo successore alla comunità dell’ateneo, il gesuita e confratello padre Mark Andrew Lewis.

Nella sua veste di vicerettore accademico, incarico che ha assunto tre anni fa, padre Lewis “si è impegnato nella formazione pedagogica del corpo docente e nella promozione della qualità, diventata ormai una dimensione permanente della vita universitaria”, prosegue l’attuale rettore, che conclude ringraziando tutti “per la dedizione e lo spirito di missione di cui sono stato testimone da vicino negli ultimi sei anni e che rendono la Pontificia Università Gregoriana una istituzione così speciale al servizio di tutta la Chiesa”.

P. Mark Andrew Lewis S.J. è nato a Miami, Florida, U.S.A., nel 1959. Nel 1980 è entrato nella Compagnia di Gesù ed è stato ordinato sacerdote nel 1991. Ha ottenuto la licenza in Filosofia alla St. Louis University e quella in Teologia presso il Regis College di Toronto (Canada). Nel ‘95 ha conseguito il dottorato in Storia alla University of Toronto. Dal 1996 al 2004 ha lavorato presso l’Istituto Storico della Compagnia di Gesù, a Roma, di cui è stato Direttore dal 1998. Durante questi anni, ha iniziato a insegnare alla Pontificia Università Gregoriana, nella Facoltà di Storia Ecclesiastica. Nel 2005 è tornato negli Stati Uniti d’America e ha insegnato presso lo Spring Hill College. Dal 2008 al 2014 è stato Superiore Provinciale della Provincia di New Orleans della Compagnia di Gesù. Tornato alla Gregoriana nel gennaio 2017 come membro del corpo docente della Facoltà di Storia e Beni Culturali della Chiesa, Ha pubblicato diversi studi sulla storia dell’educazione nella Compagnia di Gesù.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

15/06/2022
2806/2022
Sant'Ireneo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Sacerdoti oggi

Vi sembrerà impossibile, lo so. Anche a me oggi, a 45 anni, fa ancora lo stesso effetto. A volte mi sveglio di notte da incubi spaventosi e mi domando: ma è stato tutto vero o me lo sono inventato io? Durante l’esperienza del liceo e poi dell’università ci ho provato a staccarmi. Per fortuna allora non esistevano i cellulari. Ma vi posso assicurare che la sua presenza era totalizzante anche a distanza. Non esagero se vi dico che ci sono state settimane e mesi nelle quali mi arrivano non meno di trenta telefonate al giorno tutte sue. Ero suo e non era immaginabile che io prendessi il volo per sempre. Mi controllava. Durante la fase della tesi di laurea ho iniziato a soffrire di attacchi di panico. Quest’anno festeggio i 22 anni di convivenza con questa brutta bestia che ti schianta il cuore e il fisico. La vita è sempre stata una vista passata a scappare. A fare non-scelte. Compresa quella di entrare in seminario dopo la laurea in filosofia. E ne ero convinto in un certo senso, ero convinto di avere la vocazione. In realtà non era così: scappavo ancora una volta dal mostro. A venticinque anni che cosa potevo fare nella vita? Non ero capace di fare niente. E allora perché non entrare in seminario? Il prete sapevo farlo, figuriamoci, con tutta l’esperienza di anni e anni passata a fare ogni cosa in parrocchia ed in oratorio! E poi, forse, se fossi diventato prete avrei finalmente avuto la scusa giusta per allontanarmi dal mostro. Il Vescovo mi avrebbe spedito a chilometri di distanza dal prete-mostro e allora la mia prigione sarebbe finita. In seminario ci sono restato 9 mesi. Il periodo più importante e decisivo per la mia vita. Decisivo per affrontare di petto per la prima volta chi ero davvero e che cosa volevo davvero diventare.

Leggi tutto

Politica

CON UN ATTO DI ARROGANTE IMPERIO

Ora sta ai cristiani, in Italia in particolare ai cattolici, decidere come reagire davanti a questa furibonda offensiva che nega il diritto stesso di agire come cristiani in ambito politico proclamando alcune banalissime idee che sono alla base della nostra fede. Per ognuno di noi la vita umana va difesa fin dal suo concepimento, Papa Francesco è arrivato ad affermare che “abortire è come affittare un sicario” ed è una frase che se fosse stata pronunciata da un candidato del principale partito di governo ne avrebbe comportato l’immediata espulsione con la relativa cancellazione del diritto all’elettorato passivo.

Leggi tutto

Società

Manco al cinema posso andare

29 milioni di italiani continuano a vivere regolarmente sposati, allevano 15 milioni di figli minorenni o maggiorenni non autosufficienti, si fanno carico di 3,8 milioni di disabili, degli anziani che non possono più vivere da soli. Questa è l’Italia, nella sua stragrande ottimizzato. Raccontarla, mai?

Leggi tutto

Società

Vaticano, Vaccino obbligatorio per le Guardie Svizzere

Dal 1 ottobre in Vaticano per i dipendenti è divenuto obbligatorio il Green pass, mentre per le Guardie svizzere, che sono sempre a stretto contatto con il Papa e i suoi ospiti, si è scelta la strada del vaccino obbligatorio. E dei sei alabardieri No vax, tre hanno deciso di “lasciare liberamente” il servizio, mentre altri tre, che hanno accettato il vaccino, sono stati sospesi fino a quando non avranno completato il ciclo vaccinale.

Leggi tutto

Chiesa

Papa: le culture autoreferenziali si ammalano

Papa - Inaugurando una nuova sala espositiva della Biblioteca Apostolica Vaticana, Francesco sottolinea il valore della bellezza che non è l’illusione fugace di un’apparenza o di un ornamento.

Leggi tutto

Politica

Papa Francesco ha ricevuto Macron

Il presidente francese in udienza nel Palazzo Apostolico: un’ora in dialogo a porte chiuse con Francesco. Poi l’incontro con il segretario di Stato Parolin e il segretario per i rapporti con gli Stati Gallagher

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano