Politica

di Roberto Signori

Castelguidone - Un solo candidato sindaco, zero voti

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Le elezioni del piccolo comune di Castelguidone, in provincia di Chieti, non hanno prodotto un nuovo sindaco. Non solo c’era un unico candidato alla carica di primo cittadino, ma dei 278 aventi diritto soltanto uno ha ritirato la scheda per le amministrative. Sbagliando, però. L’aveva scambiata per una relativa ai referendum, quindi l’ha inserita nell’urna senza scriverci niente. Affluenza alle comunali di Castelguidone: 0,36%. Voti al candidato sindaco: zero. Lo spoglio non è durato molto e il risultato è stato il commissariamento del comune.

Se anche quel singolo elettore avesse votato l’unica lista presente sulla scheda, il candidato Guglielmo De Santis, residente a Gallipoli, in Puglia, non sarebbe diventato sindaco. Nei comuni con meno di 15mila abitanti in cui si presenta un unico candidato, la validità dell’elezione è subordinata al raggiungimento del quorum del 40% degli aventi diritto. Avrebbero dovuto votare 112 persone. E, di queste, almeno la metà avrebbe dovuto esprimere una preferenza per la sua lista.

De Santis era stato solo una volta nel paesino abruzzese che dista oltre 400 chilometri da casa sua, “in incognito” - come ha detto a Il Post -, per vedere com’era prima delle elezioni. L’obiettivo del suo partito, L’altra Italia, un movimento di destra che si è presentato con Destra Italiana, Movimento per l’Italia sociale e Mda, era sostanzialmente farsi conoscere. De Santis e gli otto candidati consiglieri della sua lista, tutti pugliesi, non si aspettavano di non avere competitor. Allo stesso tempo, non essendo parte della comunità locale e non essendo conosciuti, non hanno preso neanche un voto.

Il sindaco uscente, Donato Sabatino, aveva deciso di non candidarsi per un terzo mandato per via del suo lavoro da direttore di banca. Secondo i giornali locali, già alla fine dei suoi primi cinque anni non era dell’idea di ricandidarsi, ma poi lo fece per evitare al suo comune il commissariamento. Stavolta, invece, il commissariamento è arrivato: sarà un funzionario del prefetto a gestire l’ordinaria amministrazione fino a nuove elezioni.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

16/06/2022
2806/2022
Sant'Ireneo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Vadecum per il voto amministrativo delle liste PDF

Per il Popolo della Famiglia, che è un movimento politico, la prova del nove è quella con le urne. A chi ci dice che siamo quattro gatti ricordiamo i risultati delle amministrative 2016, in cui già decine di migliaia di persone scelsero di mettere la croce sul nostro simbolo sostenendo i nostri candidati sindaco, con questi risultati nelle principali città:

Leggi tutto

Politica

Il programma del PdF per te

Il 4 Marzo si avvicina e con esso anche la possibilità di cambiare l’Italia. Il Popolo della Famiglia è pronto a prendersi questo impegno ed in questo programma impregnato di sostanza e Fede trovate le risposte a come è possibile farlo!

Leggi tutto

Politica

Perché non siamo soli ma siamo solo noi

Mirko De Carli risponde ad un lettore su presente e futuro del Popolo della Famiglia dopo il voto emerso dalle urne europee

Leggi tutto

Politica

Il Popolo della Famiglia alle amministrative

Il 3 e 4 ottobre si vota per eleggere i sindaci di oltre mille comuni tra cui Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna, ma anche per il governatore e il consiglio regionale della Calabria. Ovunque il Popolo della Famiglia è protagonista.

Leggi tutto

Chiesa

Spagna - Giornata dell’Infanzia Missionaria

Il Direttore nazionale POM ricorda che grazie ai fondi raccolti dall’Infanzia Missionaria - per lo più grazie alle donazioni dei bambini - si possono sostenere progetti di evangelizzazione, educazione e salute per i piccoli e le loro mamme, perché possano nascere e crescere con dignità, mangiare, studiare ... Dalla Spagna, l’Infanzia Missionaria ha inviato nel 2021 € 1.933.313,21, raggiungendo più di 300.000 bambini in 34 paesi. “Per molti bambini, l’unico posto dove trovano casa è la Chiesa”

Leggi tutto

Politica

Cuneo: il PDF a sostegno della coalizione per Lauria Sindaco

Amministrative 2022, Cuneo: il Popolo della Famiglia a sostegno della coalizione per Lauria Sindaco

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano