Storie

di Tommaso Ciccotti

La lettera di Wojtyla sull’amico Szczęsny

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“Oggi, quando Nostro Signore mi ha permesso di giungere alla pienezza del sacerdozio qui sulla terra, non posso non ricordare il mio fratello più caro, la cui strada verso il sacerdozio venne interrotta proprio all’inizio”. Sono le parole scritte da Karol Wojtyla in una lettera alla famiglia del suo amico e compagno di studi nel seminario clandestino di Cracovia, Szczęsny Zachuta, ucciso dai nazisti nel 1944. La lettera autografa, che risponde agli auguri ricevuti da Wojtyła, in occasione della sua nomina a vescovo ausiliare di Cracovia nel 1958, è stata consegnata ieri sera alle ore 19.45, dai nipoti di Szczęsny Zachuta alla Basilica di San Bartolomeo all’Isola, Santuario dei Nuovi Martiri del XX e XXI secolo, a Roma.

“Sono sinceramente commosso dalla lettera della madre e del fratello del compianto Szczęsny, il mio amico più caro durante gli studi teologici clandestini”, scrive Wojtyla, ricordando gli incontri con il giovane in chiesa, con la guida spirituale di entrambi, Jan Tyranowski, e ricordando le visite alla famiglia Zachuta, all’epoca in cui era ancora operaio alla Solvay. “In quegli anni - afferma il futuro Papa - la terribile crudeltà dell’occupante ha portato via Szczęsny a tutti noi”. Il caro amico di Wojtyla fu arrestato dai tedeschi il 13 aprile 1944, incarcerato a Cracovia e, probabilmente, fucilato. Il suo nome infatti si trova nell’elenco dei condannati a morte del 6 giugno 1944.

Non conoscendo il luogo di sepoltura del giovane polacco, i nipoti hanno chiesto che la lettera venga custodita a San Bartolomeo, che “diverrebbe la sua tomba simbolica in un luogo speciale, dedicato alla memoria dei martiri del XX secolo dal suo amico Giovanni Paolo II”.

La Basilica di San Bartolomeo, affidata alla Comunità di Sant’Egidio, ha oltre mille anni e sorge sull’Isola Tiberina, a Roma. Venne edificata nel 998 dall’imperatore tedesco Ottone III per accogliere i resti di due martiri: San Bartolomeo apostolo, il cui corpo è custodito nell’altare maggiore, e Sant’Adalberto, vescovo di Praga, ucciso nel 997 mentre evangelizzava le popolazioni all’estremo confine settentrionale dell’Europa cristiana. Dopo il Giubileo del 2000, San Giovanni Paolo II ha voluto che la Basilica divenisse Memoriale dei Nuovi Martiri. La proclamazione è avvenuta il 12 ottobre 2002, alla presenza dei cardinali Ruini, Kasper e George, e del Patriarca ortodosso di Romania Teoctist. Sull’altare maggiore è stata collocata la grande icona dedicata ai Testimoni della fede del XX secolo.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

16/06/2022
0510/2022
Ss. Placido e Mauro

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Il prefetto della Congregazione per le Chiese orientali in Siria

Proseguirà fino al 3 novembre la visita del prefetto della Congregazione per le Chiese orientali alle comunità cattoliche provate dalla guerra. Il cardinale sarà a Damasco e poi farà tappa in diverse località per incontrare religiosi, esponenti di organizzazioni non governative e diplomatici accreditati presso la Santa Sede

Leggi tutto

Politica

Morawiecki “Non accettiamo ricatti dall’Ue”

“Per la prima volta in assoluto un tribunale di uno Stato membro rileva l’incompatibilità dei Trattati europei con la Costituzione nazionale. E questo ha gravi conseguenze per il popolo polacco perchè la decisione ha un impatto diretto sulla protezione e l’indipendenza della magistratura”. Lo ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, nel suo intervento al Parlamento europeo, riunito in plenaria a Strasburgo, sullo Stato di diritto in Polonia.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: aiutiamo chi scappa per vivere

Papa Francesco incontra 50 giovani di Scholas Occurrentes nel Pontificio Collegio Internazionale Maria Mater Ecclesiae.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco saluta la Grecia

Alle 10.58 Francesco è decollato dall’aeroporto internazionale di Atene. Dopo un breve incontro con il Ministro degli Affari Esteri greco,

Leggi tutto

Politica

Putin al Papa: “Proteggeremo insieme i cristiani”

Il servizio stampa del Cremlino ha sottolineato che «queste relazioni sono caratterizzate da un alto livello di comprensione reciproca e somiglianza di posizioni su molti problemi del nostro tempo».

Leggi tutto

PoliticaChiesa

Il Papa agli imprenditori: non cedete alle imposizioni finanziarie

Papa Francesco incontra un gruppo di imprenditori e dirigenti provenienti dalla Francia, riuniti a Roma per un pellegrinaggio sul bene comune

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano